0
Pinterest LinkedIn

La Casa Vinicola Sartori, storica azienda veronese con sede a Negrar nel territorio della Valpolicella, ha chiuso l’esercizio 2008 con un fatturato di 40 milioni di euro, con un incremento del 6% rispetto all’anno precedente. La casa vinicola veronese conferma la sua vocazione all’export con un 75% del giro d’affari realizzato sui mercati esteri, in primis Regno Unito, Germania e Nord America . Nuove importanti acquisizioni in Italia per la produzione


«Siamo molto soddisfatti dei risultati 2008 della nostra azienda e anche i primi mesi di quest’anno, nonostante gli evidenti segni di crisi che coinvolgono anche il nostro comparto, li possiamo considerare più che soddisfacenti. Dimostrano che è possibile mantenere livelli di mercato adeguati anche in fasi economiche così complesse». Con queste parole Andrea Sartori (vedi foto in occhiello), presidente della Casa vinicola Sartori, esprime la propria soddisfazione per i risultati dell’azienda vitivinicola della Valpolicella

La cresita del fatturato deriva soprattutto dal buon andamento delle vendite sui mercati internazionali, dove l’azienda veronese realizza oltre il 75% del proprio giro d’affari. In particolare sono stati ottenuti importanti aumenti sul mercato nord americano, come pure sono in crescita i risultati di vendita nel sud-est asiatico grazie anche all’apertura lo scorso anno di una filiale a Singapore che ha consentito all’azienda veronese di incrementare l’attività con la Cina. La Casa vinicola Sartori, in particolare grazie agli straordinari vini rossi della Valpolicella è riuscita ad affermarsi come uno dei marchi enologici italiani più affidabili sui mercati di tutto il mondo.

Ma i successi del 2008 dell’azienda confermano anche la bontà delle scelte strategiche avviate lo scorso anno che hanno portato l’azienda veronese ad allargare il proprio perimetro produttivo. Nel 2008, infatti, è stata acquisita la società Mont’Albano di Udine (azienda dedicata esclusivamente alla produzione di vini prodotti con uve biologiche) ed è stato stretto un accordo di collaborazione con una delle migliori aziende abruzzesi, la Tenuta Cerulli Spinozzi. «Abbiamo così potuto ampliare la nostra gamma – ha evidenziato Sartori – con vini di due delle regioni italiane a maggiore vocazione per la produzione di vini di alta qualità».

Fonte: Corriere Vinicolo

Simei s.i.m.e.i Salone Internazionale Macchine per l'enologia e l'imbottigliamento 24-28 novembre 2008 fiera milano

INFOFLASH/SARTORI

La Casa Vinicola Sartori é situata fra le colline della Valpolicella. Proprio qui, nel 1898, Pietro Sartori acquistò la secentesca Villa Maria, tuttora prestigiosa sede dell’Azienda. Ben presto i vini prodotti nelle cantine della villa incontrarono i favori di una sempre crescente clientela tanto da convincere Regolo, figlio di Pietro, a potenziare l’attività. Intorno agli anni ‘60 Pier Umberto e Franco, figli di Regolo portarono l’Azienda alla ribalta internazionale dando avvio all’esportazione dei vini veronesi. Oggi Andrea, Luca e Paolo – la quarta generazione della famiglia – sono riusciti a portare la produzione aziendale a livelli sempre più alti. Si tratta di risultati raggiunti attraverso un profondo rinnovamento tecnologico degli impianti, senza trascurare il patrimonio di conoscenze aziendali acquisite e le sinergie con la Cantina di Colognola ai Colli, con cui già dal 2001 è in essere un accordo di collaborazione in base al quale la casa vinicola Sartori ha riconosciuto una quota di minoranza /40%) alla Cantina Colognola, che, a sua volta, garantisce alla casa veronese l’approvvigionamento fisso di un vino importante ed omogeneo dal punto di vista qualitativo. +info: Casa Vinicola Sartori Tel 045 6028011 – sartori@sartorinet.comwww.sartorinet.com

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

due × cinque =