Pinterest LinkedIn

Non smette di stupire Compagnia dei Caraibi, che si prepara allo sbarco in Borsa sul mercato AIM per continuare il suo percorso di crescita. L’azienda, che distribuisce alcuni dei top brand del mercato, tra cui Gin Mare, Rum Diplomático e Amaro Jefferson, verrà ammessa alle negoziazioni sul mercato AIM il 21 luglio con inizio delle contrattazioni in data 28 luglio.

Una nota ufficiale di Compagnia dei Caraibi ha comunicato di aver presentato a Borsa Italiana S.p.A. la domanda di pre-ammissione funzionale all’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie su AIM Italia – Mercato Alternativo del Capitale, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana e dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita.

Lo sbarco in Borsa permetterà alla società di distribuzione piemontese di consolidare la posizione di leader del mercato del segmento premium del beverage. Una crescita inarrestabile negli ultimi 8 anni, con i ricavi complessivi di Compagnia dei Caraibi che sono passati da circa 2 ai 24,9 milioni di euro del 2020, con una crescita del 2% rispetto al 2019 a fronte di una significativa contrazione dei volumi nel settore, confermando la capacità di sovraperformare il mercato.

L’azienda ha registrato, nel periodo pre-pandemico, i maggiori tassi di crescita dell’intero settore con crescita realizzata esclusivamente per via organica con un CAGR 2013-2019 dei ricavi pari a + 52% e un CAGR 2013-2019 EBITDA pari a + 63%

Crescita supportata anche con l’impegno etico e l’attenzione al bilancio sociale in parallelo al business, tanto da poter configurare per il futuro uno status di azienda double-purpose. Compagnia dei Caraibi ha da poco completato il processo di trasformazione in Società Benefit e si appresta a rientrare entro la fine del 2021, in tutti i parametri necessari per ottenere la certificazione B Corp, una nicchia di cui a oggi in Italia si possono fregiare solo circa 120 aziende attente al business e alla sostenibilità.

La scelta di diventare una Società Benefit rappresenta la naturale evoluzione del percorso intrapreso dall’azienda fin dalla sua fondazione, con la volontà di perseguire un approccio olistico con finalità specifiche di beneficio comune, quali la tutela dell’ambiente, lo sviluppo sostenibile attraverso la valorizzazione dei territori e del loro tessuto economico e produttivo, la promozione e lo sviluppo di attività culturali e supporto dell’arte, la creazione di valore per dipendenti e stakeholder, la adozione e la promozione di una assoluta social equality.

“Con la quotazione vogliamo consolidare e dare ulteriore slancio al percorso degli ultimi 8 anni. Siamo partiti con l’obiettivo di anticipare e costruire le tendenze del mercato premium dei distillati in Italia e ora ci apprestiamo ad esportare il nostro modello all’estero, puntando con convinzione sui brand di proprietà come Riserva Carlo Alberto. La nostra realtà è cresciuta anche grazie ad un modello adattivo, che ha saputo rispondere prontamente alle sfide, tra cui quella pandemica. In vista della quotazione abbiamo trasformato la società in S.p.A. con statuto di Società Benefit, un passaggio che ci consente di certificare quello in cui crediamo da sempre. Ci presentiamo al mercato dei capitali con una equity story ambiziosa e sincera e vorremmo che anche questo contribuisca allo sviluppo dei nostri progetti di condivisione del valore, non solo verso quelli che saranno i nostri azionisti, ma anche verso i nostri dipendenti, tutti gli stakeholder e nei confronti del nostro territorio” ha dichiarato Edelberto Baracco, CEO di Compagnia dei Caraibi.

Edelberto Baracco CEO Compagnia dei Caraibi
Edelberto Baracco CEO Compagnia dei Caraibi

L’azienda importa e distribuisce in esclusiva due principali categorie merceologiche raggruppate per tipologia di prodotto. Il Catalogo Compagnia dei Caraibi, focalizzato sulla selezione di spirits e prodotti complementari, che comprende diversi top brand del segmento premium, come Gin Mare, Rum Diplomático,  Rum Plantation e Amaro Jefferson. Il Catalogo Elemento Indigeno relativo alla selezione di vini, provenienti da 65 Regioni enologiche e 27 Paesi, dalla Georgia all’Africa, dal Sudamerica al Giappone.

Non da meno la distribuzione ed esportazione dei marchi di proprietà, Vermouth Carlo Alberto e Riserva Carlo Alberto, Salvia & Limone, Bitter Rouge, Amaro Mandragola e Fou, recente progetto legato al mondo del vino.

Fulcro del modello di business e principali elementi distintivi rispetto ai competitor, sono l’attività di Brand Building, con l’obiettivo di realizzare l’affermazione sul mercato di brand e prodotti distribuiti e lo scouting ininterrotto, che ha luogo in ogni parte del mondo, a partire dalla sua fondazione. Nell’operazione di ammissione alle negoziazioni su AIM Italia Compagnia dei Caraibi è assistita da illimity Bank.

+info: www.compagniadeicaraibi.com

Scheda e news: Compagnia dei Caraibi SRLU

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Castagner Grappa invecchiata in Barrique di Ciliegio - Solo Legno di Ciliegio per un gusto unico

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

uno × 3 =