Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Linea Rossa, non è solo il drink con cui Alessandro D’Alessio ha vinto la decima edizione della Campari Barman Competition. Quella sottile linea rossa che lega Campari al mondo dei bartender, non era un’edizione come le altre quella di quest’anno, visto che nel 2024 la Campari Barman Competion ha toccato quota dieci. In questi anni sul palco della finalissima e nelle varie prove si sono alternati alcuni dei migliori talenti della mixology nostrani e anche questo giro non sono state tradite le attese.

Alessandro D’Alessio durante la finale prepara il cocktail La Linea Rossa
Alessandro D’Alessio durante la finale prepara il cocktail Linea Rossa

Erano in tre a giocarsi il tutto nella sede di Campari Group di Sesto San Giovanni, dove si respirava Red Passion Campari da tutti i punti. Signore in rosso, uomini con la giacca a festa con qualche vezzo a richiamare il colore del brand, ma l’attenzione era tutta per i finalisti della X edizione della Campari Bartender Competition. Edoardo Cipriani del The Soda Jerk di Verona, Andrea Pace del Drink Kong di Roma e Alessandro D’Alessio del Rita’s Tki Room di Milano, questo l’elenco dei tre finalisti che si sono alternati sul palco per giocarsi il premio di Campari Bartender of the Year.

i tre finalisti: Edoardo Cipriani, Alessandro D'Alessio e Andrea Pace
i tre finalisti: Edoardo Cipriani, Alessandro D’Alessio e Andrea Pace

Una decina di minuti per giocarsi il titolo che vale una carriera, tra saluti e ringraziamenti prende il via lo spettacolo, serata condotta dall’attrice Ludovica Frasca e dallo speaker radiofonico Alessandro Sansone. I vincitori di questi anni invece sono esposti sia in Galleria Campari, mentre alcuni sono stati ingaggiati con il ruolo di tutor, rispettivamente Stefano Cattaneo, Andrea Dracos e Luana Bosello in ordine di apparizione. Verso le ore 21 parte con la finale, la sede storica di Campari Group è tirata a lucido, prima salgono tutti i dieci semifinalisti che sono arrivati ad un passo, lasciando spazio ai magnifici tre di fronte a una giuria di rilievo globale. Giulia Cuccurello, Head Bartender dell’Artesian Bar di Londra, Samuele Ambrosi, founder Cloackroom e Cloak Studios, Salvatore Calabrese “Il Maestro”, Leonardo Leuci Bartender, Bar Owner e Bar Consultant e Giorgio Bargiani, Assistant Director of Mixology at The Connaught, Bruno Malavasi (Master of botanicals Campari Group), Alessandra Rubini (chef brand ambassador ALMA), Nicola Scarnera (Campari Academy Manager) e Alberto Ponchio (Senior Marketing Director Italian Market Campari).

il vincitore con i presentatori e la giuria
il vincitore con i presentatori e la giuria

Tra le novità di questa edizione la creazione di un drink in abbinamento a un piatto, per esplorare le tendenze della mixology in fatto di food pairing. Lo speech dei finalisti parte proprio da qui, cibo e cocktail, un qualche cosa che da Campari hanno sdoganato sin da subito, da quel lontano 1860 in cui un visionario come Gaspari Campari creò molto più che un marchio, ma un sogno arrivato sino ai giorni nostri. Un duello a colpi di shaker sul food pairing, in palio non c’è solamente il titolo di Campari Bartender of the Year 2024, ma entrare nella storia di un contest che ha fatto scuola.

Parte Edoardo Cipriani, la cravatta rossa che strizza l’occhio a Campari, rompere il ghiaccio non è mai facile, il giovane bartender veronese dimostra di avere fiato e grinta, cercando anche di osare un po’ con una garnisch al bicchiere pennellata di verde con il suo drink Eco. Il gran cerimoniere Dom Carella carica la sala che si riempie sempre di più, capendo che il livello della serata sarà davvero alto, tenendo ritmo con una presentazione e la contestuale preparazione del drink.

E’ il turno del romano Andrea Pace, Il ciuffo nero a coprire occhi e fronte, parte subito ricordando che questa è stata la sua quinta volta sul palco della Campari Barman Competition. Passione e perseveranza, nelle foto ricordo ma soprattutto nell’eloquio che si fa sempre più fluido. “È cinque anni che aspetto il Conte Negroni, finalmente è arrivato al mio banco”. Cosa di meglio che offrire come drink di benvenuto un Punch, servito con tanto di mestolo alla giuria. Daje! Così si congeda il bartender romano.

Dulcis in fundo ecco Alessandro D’Alessio, forse il più atteso della serata, il bartender su cui convergevano maggiormente i pronostici della vigilia tra i soliti bene informati. Panama panna in testa e baffi che da sicurezza, parte subito in stile tiki mettendo al collo una ghirlanda di fiori e poi musica maestro! La camminata è nervosa, se ne rende conto Alessandro ma rientra subito nella sua zona di comfort quando passa dietro al bancone. Tra una citazione di Franchino e un pensiero alla nipotina, si capisce che potrebbe essere lui il nuovo Campari Bartender of the year quando parte con una shackerata. L’headquarter di Campari scoppia, altro tocco di classe con un omaggio al tricolore con un twist su un Negroni rosso, bianco e verde, attimi di suspence quando non molla più i giudici.

Linea Rossa, il cocktail di Alessandro D’Alessio è composto da Campari, 1757 Vermouth extra dry Cinzano, Appleton Estate 12yo, succo di limone, lamponi e Magic Velvet, in abbinamento a un controfiletto di manzo con funghi, purea di castagne, pak choi e fondo bruno al caffè.

Brevi attimi concitati, arriva in sala la fatidica busta che decreta il vincitore di questa X Edizione. Nella mente il film di tutti questi anni, la testa torna subito in diretta con la parola Nicola Scarnera, Manager di Campari Academy passato da questo palco con due volte e per ben due volte che ha chiuso al secondo posto, ribattezzato il “Toto Cutugno” della Campari Barman Competition che annuncia prima il terzo classificato Edoardo Cipriani. Ne rimangono due, il vincitore della Campari Barman Competition è….. Alessandro D’Alessio!

Alessandro D’Alessio - Campari Bartender of The Year 2024 - Campari Bartender Competion 2024

Dal cielo volano coriandoli rossi, abbracci e lacrime di gioia per questo successo, con tanto di maglietta celebrativa Maramao, il cocktail con cui era arrivato sin qui, da parte degli amici e colleghi del Rita’s Tiki Room e il titolo di Campari Bartender of the Year 2024, un trampolino di lancio per svoltare la carriera e l’opportunità di collaborare un anno con il Gruppo Campari fra serate e guest. D’Alessio succede a Dario Tortorella, anche lui sul palco, mentre in fatto di corsi e ricorsi storici lo scettro della Campari Bartender Competition torna al Rita di Milano, visto che Chiara Beretta – la prima vincitrice in assoluto del contest- arrivava proprio dal celebre bancone sui Navigli di Milano.

Alessandro D’Alessio con gli amici e colleghi del Rita's Tiki Room
Alessandro D’Alessio con gli amici e colleghi del Rita’s Tiki Room

INFO www.campariacademy.it

© Riproduzione riservata

Scheda e news:
Davide Campari-Milano

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

11 − 8 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina