Pinterest LinkedIn

La tradizione del consumo di spumanti era strettamente legata al periodo natalizio, con Champagne o Cava tra i più popolari. Tuttavia, l’espansione internazionale del Prosecco ha cambiato le carte in tavola, portando a una nuova tendenza: l’idea che lo spumante possa essere apprezzato in qualsiasi momento dell’anno, non solo durante le festività.

L’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino (OIV) ha recentemente confermato questa tendenza, notando una “destagionalizzazione” dello spumante nel suo rapporto annuale. Questo fenomeno è supportato anche dal fatto che due terzi dell’incremento del consumo di vino bianco nel mondo proviene dai vini bianchi frizzanti.

Inoltre, l’aumento della produzione di spumanti in tutto il mondo, che include una vasta gamma di varietà d’uva, ha contribuito a democratizzare il consumo di spumanti. Ciò si riflette nella tendenza in cui un numero crescente di bevitori si traduce in un aumento della domanda e, di conseguenza, della produzione.

Ricevi le ultime notizie! Iscriviti alla Newsletter


Un’altra tendenza interessante è il crescente interesse per i “frizzantini”, spumanti con una minore gradazione alcolica, che sono sempre più popolari tra i giovani bevitori che cercano alternative ai vini tradizionali pensati per un pubblico più maturo.

Insomma, non c’è più bisogno di aspettare il Natale o le feste per godersi uno spumante. Questa bevanda si sta emancipando dalle stagioni e diventando un piacere accessibile in qualsiasi momento dell’anno, evidenziando una vera e propria rivoluzione nel mondo dei vini frizzanti.

FONTE: www.sobrelias.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

tredici + 13 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina