Pinterest LinkedIn

Non è sufficiente servire un’ottima birra per garantire un’esperienza indimenticabile di degustazione, nonostante questa sia l’elemento più importante. Un servizio a regola d’arte migliora l’intera esperienza del cliente, rafforzando sia il legame con il locale che con il marchio servito. In questo articolo ti spiegheremo come le corrette tecniche di servizio possano avere un effetto concreto su un’esperienza di qualità superiore e a cosa dovrai prestare attenzione in questo processo!

 

 

Vivere una birra a 360 gradi è un’esperienza che dipende da innumerevoli fattori, che vanno dalla scelta delle materie prime e del processo di produzione della birra da parte del birrificio, fino alla scelta del bicchiere giusto e alla corretta igiene durante il servizio nel locale. In questo articolo ci concentreremo  su cosa puoi fare esattamente quando spilli e servi la birra, per portare la qualità del tuo servizio a un livello superiore e ti spiegheremo perché questi accorgimenti sono così importanti.

La schiuma: più di un semplice richiamo visivo

Una corona di schiuma perfettamente spillata è il segno distintivo di una buona birra rappresenta anche per i clienti abituali di un locale un piccolo momento di stupore e apprezzamento della schiuma finemente porosa e morbida come una nuvola. Quest’ultima non è solo un segno della qualità di una birra spillata correttamente, ma gioca anche un ruolo decisivo a livello organolettico e garantisce che una minore quantità di CO2 entri nel corpo, rendendo la birra quindi decisamente più digeribile.

Una bella schiuma può essere importante per una piacevole esperienza di bevuta, tanto quanto gli ingredienti della birra, presupponendo  che questa sia spillata correttamente. Se una birra viene spillata correttamente, l’anidride carbonica contenuta al suo interno si scompone in acqua e CO2. L’anidride carbonica sale in superficie sotto forma di bollicine e porta con sé le proteine contenute nella birra. Queste proteine sono principalmente gli alfa acidi o gli acidi isomerizzati del luppolo e le proteine del malto ad alto peso molecolare. La loro funzione schiumogena e strutturante è in realtà solo un effetto collaterale poiché sono i principali responsabili del sapore e dell’aroma della birra.

Gli alfa acidi e le proteine del malto vengono così trasportati dalla CO2 verso la superficie della birra, dove infine si concatenano e aumentano la tensione superficiale, in modo da formare la schiuma grazie alla risalita del gas. La CO2 che fuoriesce dal corpo liquido della birra non entra più nello stomaco e quindi non causa gonfiori o altri disturbi durante il consumo.

 

 

Il bicchiere giusto: il palcoscenico per le tue star

Il primo prerequisito per il successo di una bella schiuma è anche il primo passo verso un servizio perfetto: il bicchiere. La scelta del bicchiere può essere molto più complicata di quanto si possa pensare, ma se  fatta bene, aggiunge una dimensione completamente nuova alla birra servita.

La tipologia di fermentazione della birra, gli ingredienti scelti e le loro proporzioni  e, non da ultimo, un metodo di birrificazione specifico, giocano un ruolo decisivo nella scelta del bicchiere corretto. Per fortuna, il metodo più semplice e nella stragrande maggioranza dei casi più promettente per scegliere il bicchiere giusto, è quello di affidarsi all’esperienza dei rispettivi birrifici. La maggior parte dei produttori che offrono i propri bicchieri o boccali brandizzati li hanno abbinati alle caratteristiche delle loro birre fin nei minimi dettagli. Questa è praticamente una garanzia di successo fornita direttamente dal birrificio.

Scegliere i bicchieri del birrificio rappresenta una scelta ragionevole  anche dal punto di vista del marketing: per garantire la migliore comunicazione possibile del marchio, ogni elemento dell’esperienza deve essere coerente e coordinato, in modo che i clienti colleghino chiaramente e inequivocabilmente ciò che stanno vedendo e ciò che stanno bevendo.

Cultura del servizio - il bicchiere I Birre KIEM

Come già detto, una bella schiuma è importante sia dal punto di vista del gusto che visivo, e la chiave del successo  è sempre il bicchiere. Il bicchiere deve essere ben freddo e prima della spillatura è importante sciacquarlo con acqua fresca e pulita. Eventuali residui di detergente o di polvere possono compromettere sia il gusto che la schiuma, poiché i residui di detergente, ad esempio, distruggono la struttura proteica fondamentale per ottenere una schiuma compatta e cremosa.

 

 

Una volta scelto correttamente il bicchiere e spillata la birra con una schiuma imponente, è il momento di appoggiare la birra  sul vassoio e di portarla a tavola. La corretta comunicazione del marchio dovrebbe essere al centro anche di questo passo del servizio: il vassoio e il sottobicchiere devono sempre corrispondere alla marca di birra servita e il bicchiere deve essere posizionato con il logo rivolto verso il cliente. Per motivi igienici, è importante non toccare mai il bicchiere sul bordo o in generale nella metà superiore. Afferra il bicchiere per lo stelo, il manico o semplicemente per l’estremità inferiore e posalo delicatamente sul tavolo ed è fatta! Questo è il modo perfetto per servire la birra dalla A alla Z!

+Info: www.birrekiem.com

Scheda e news:
K. Kiem Srl/ GmbH

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

tredici + 5 =