Federico Bellanca
| Categoria Notizie Distillati, Liquori, Vino | 7156 letture

Lonely Planet sceglie il Friuli come meta da scoprire, le specialità da oggi arrivano in tutta Italia

Planet Vini Friuli Friuli Venezia Giulia Lonely Specialtà Guerra Albano Bitter Dbb Distribuzione Birra & Bibite Friuli Dario Coos Sceglie Italia Lonely Planet Vermouth Fred Jerbis Negroni Gin Meta

Fred Jerbis Italia Gin Dbb Distribuzione Birra & Bibite Friuli Venezia Giulia Meta Negroni Guerra Albano Lonely Vermouth Vini Friuli Lonely Planet Bitter Specialtà Friuli Planet Sceglie Dario Coos

© Riproduzione riservata

Lonely Planet, la più autorevole guida turistica al mondo ha inserito nella sua ristrettissima lista che raccoglie Paesi, territori e città di tutto il mondo verso cui i viaggiatori si muoveranno o desidereranno muoversi solo due mete italiane: il Friuli Venezia Giulia e Roma.

Contatti email Aziende Beverage And Food Distribuzione Ingrosso Alimentari Banchedati CSV Excel

Se la città eterna non può certo sorprendere come scelta, è stato l’inserimento della regione del nordest a lasciare a bocca aperta.

“dopo accese discussioni, dalla nostra giuria di esperti, che ha ridotto questo elenco a soli dieci nazioni, a sole dieci regioni, a sole dieci città: Ogni destinazione è scelta perché attuale, stimolante e sorprendente” hanno dichiarato dalla sede del autorevole  guida.

Le zone vinicole del Friuli Venezia Giulia rappresentano pertanto per Lonely Planet e i suoi esperti di viaggio un’attrattiva turistica unica, una destinazione per cui l’apprezzamento dei visitatori cresce di anno in anno. Dalle semplici tavole degli agriturismo, alle raffinate sale da pranzo e alle degustazioni tra i vigneti, le cantine di tutta la regione oggi sono la rappresentazione di uno stile di vita autentico, in cui l’enogastronomia di qualità diventa valore non negoziabile, in cui territorio e cucina sono stretti da un legame indissolubile.

Qui tradizione e innovazione si mischiano in un connubio perfetto, e ne sono lo specchio i prodotti beverage del territorio.

Storico orgoglio della zona sono i vini bianchi, figli di vitigni tradizionali della zona come la ribolla gialla e il pinot. Ci sono piccoli produttori capaci di fare proposte d’eccellenza come la cantina Guerra Albano con il suo vini Friulani da vitigni autoctoni o  la cantina Dario Coos che dall’inizio dell’Ottocento produce vini sui colli di Ramandol, e da cinque generazioni  si tramanda l’arte di fare grandi vini bianchi.

Ma accanto a queste piccole realtà ci sono anche aziende di eccellenza nazionale, come la distilleria Nonino, che da 120 anni riesce a unire artigianalità e qualità a una distribuzione moderna in Italia e all’estero.

Tra le proposte più innovative invece possiamo trovare il Gin artigianale di Fred Jerbis.

Caratterizzato da una filiera corta (le zone delle prealpi friulane è stato scelto dove per coltivare alcune delle erbe) e da una produzione sperimentale,  questo gin è caratterizzato da 43 erbe botaniche.

Distillato di qualità con molte piante provenienti da coltivazioni biologiche di tutte le regioni italiane, la cui ricetta rielaborata da Federico Cremasco è ispirata da un aromatiere italiano che nel 1946 scrisse un manuale per aromatieri e liquoristi.

Lo stesso Fred Jerbis propone anche un suo Bitter e un Vermouth, quindi c’è anche la possibilità di fare l’americano o il negroni tutto made in Friuli.

Guarda l’intervista a Federico Cremasco di Fred Jerbis a Aperitivi&Co 2016

 

 

E visto che è proprio l’enogastronomia il cavallo di battaglia del Friuli, l’azienda leader nella  distribuzione Beverage DBB, con sede a Udine ha deciso di portarla a casa di tutti gli italiani che a dispetto dei consigli della guida non sono ancora riusciti a visitare la regione.

Sul loro sito di E-commerce shop.dbb.it/, appena lanciato è possibile trovare oltre ai prodotti più richiesti e conosciuti anche molte specialità del territorio, ed è possibile farseli consegnare in tutta Italia.

Federico S. Bellanca con
Jana Passone di DBB con Federico S. Bellanca, autore dell’articolo

“La nostra azienda è leader nella distribuzione beverage sul territorio, ma ci sembrava giusto viste anche le nostre partnership con i produttori locali, diventare un punto di riferimento per chi vuole scoprire i prodotti  friulani e promuovere le eccellenze locali” dichiara Jana Passone, responsabile del progetto per l’azienda.

 

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Beer&Food Attraction 2020, Rimini 15-18 febbraio

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Dbb Distribuzione Birra & Bibite Gin Lonely Planet Vermouth Sceglie Bitter Guerra Albano Vini Friuli Planet Friuli Dario Coos Specialtà Friuli Venezia Giulia Meta Lonely Italia Fred Jerbis Negroni


ARTICOLI COLLEGATI:

I gin d’importazione Mavi Drink tra i protagonisti del The Gin Day 2017

I gin d’importazione Mavi Drink tra i protagonisti del The Gin Day 2017

07/09/2017 - Mavi Drink, l’eccellenza italiana nel settore alcolico e spirits, annuncia la propria partecipazione al THE GIN DAY 2017, l’evento dedicato interamente alla Juniper Exper...

Vini d’Italia 2016 Gambero Rosso: i Tre Bicchieri alle CANTINE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Vini d’Italia 2016 Gambero Rosso: i Tre Bicchieri alle CANTINE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

21/10/2015 - L'elenco ufficiale dei premi Tre Bicchieri del Friuli Venezia Giulia nella guida Vini d'Italia 2016 del Gambero Rosso. 24 Tre Bicchieri e oltre metà per vini del 2014: i ...

Gruppo Diageo acquisisce l’azienda tedesca produttrice del vermouth Belsazar

Gruppo Diageo acquisisce l’azienda tedesca produttrice del vermouth Belsazar

21/03/2018 - Diageo annuncia l’acquisizione di Belsazar GmbH, azienda tedesca della Foresta Nera che produce l’omonimo vermouth. Belsazar nasce da un’idea degli imprenditori Maximilia...

A slice of unusual: Il 2018 firmato Hendrick’s Gin

A slice of unusual: Il 2018 firmato Hendrick’s Gin

16/02/2018 - Hendrick’s Gin inaugura il 2018 con un calendario ricco di appuntamenti e la creazione di una vera e propria redazione interna per raccogliere e raccontare le storie più ...

Gin invecchiato in botte come sulle navi del 700, l’ultima idea di Elephant Gin

Gin invecchiato in botte come sulle navi del 700, l’ultima idea di Elephant Gin

01/03/2018 - L'idea di mettere il gin in barile risale al XVIII secolo quando la quercia veniva usata per spedire e conservare il distillato; è proprio per rivivere il gusto di quei l...

Dal Perù al Forte, dal Principe a Firenze: il naufragar ci è dolce nel mare di Omar Cáceres

Dal Perù al Forte, dal Principe a Firenze: il naufragar ci è dolce nel mare di Omar Cáceres

06/06/2019 - Da Firenze alla brezza versiliese, con un Negroni che non si snatura ma si evolve cullato dalle onde del mare. Un Negroni che porta la firma di Omar Cáceres, pluripremiat...

Toscana da Bere: in un libro il rinascimento del beverage toscano fra mixology e food pairing

Toscana da Bere: in un libro il rinascimento del beverage toscano fra mixology e food pairing

25/04/2019 - Per anticiparmi che avrebbe scritto un libro sulla sua Toscana, Federico S.Bellanca, una delle firme di punta della nostra testata Beverfood.com, la scorsa estate mi fece...

GANCIA riscopre e ripropone la formula originale dei suoi VERMOUTH a 16 gradi

GANCIA riscopre e ripropone la formula originale dei suoi VERMOUTH a 16 gradi

13/05/2013 - In controtendenza rispetto alle altre marche del settore che si affrancano dall'immaginario del Vermouth, Gancia intende al contrario dare nuovo slancio a questo prodotto...

BRUNO PILZER presenta il suo gin: Gin  Pilz

BRUNO PILZER presenta il suo gin: Gin Pilz

21/12/2015 - Novità in casa Pilzer, la celebre distilleria trentina di Faver: nasce Gin Pilz, il Gin delle Dolomiti. Queste le dichiarazioni rilasciate ad Alessandra Moneti dell’ANSA ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

uno × 1 =