Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

L’Italia è uno dei più importanti mercati al mondo di acqua in bottiglia, ma negli ultimi anni anche l’acqua in boccioni per l’erogazione a bicchiere, si è ritagliata uno spazio significativo, specificamente nell’ambito degli uffici e comunità.

 

 

MERCATO ITALIA

Per quanto riguarda il Mercato Italiano delle acque in boccioni (Water Cooler), l’ultimo studio settoriale di Watercoolers Italia (l’associazione delle aziende che operano nel settore), fornisce i seguenti dati di base relativi all’esercizio 2016:

  • numero impianti installati (refrigeratori – cooler)= 271.000 unità;
  • giro d’affari annuo delle acque in boccioni = 73 Mn/€
  • fatturato medio annuo per refrigeratore: 269/€
  • vendite boccioni: 7,2 Mn/unità, di cui 1,8 Mn boccioni a rendere e 5,4 Mn boccioni a perdere;
  • volumi erogati delle acque in boccioni: 132 Mn/litri su base annua.
  • prezzo medio per litro: 0,55 €/l
  • media annua boccioni x refrigeratore: 26,7
  • n. addetti del settore: 1.109
  • n. automezzi: 682

 

 

I PRINCIPALI COMPETITORI IN ITALIA

Il mercato italiano delle acque in boccioni, dopo l’acquisizione di Acqua Point da parte del Gruppo SEM, si sta ora stabilizzando intorno a cinque gruppi fondamentali:

  • Blu Service (Blu Fontenova, Blu Galgana, Splendida),
  • SEM (acque Edea, Gemma),
  • Culligan (Culligan di sorgente e Culligun affinata),
  • Drink Cup (acqua Drink Cup, Preziosa, Airone, …)
  • Acquaviva (Acquaviva Fonte Alpina e Acquaviva Sorgente Cannavine)

Nell’insieme questi gruppi detengono i tre quarti degli impianti installati. I produttori operano sul mercato sia con forniture dirette alla clientela sia attraverso concessionari e distributori, soprattutto attraverso la rete dei gestori del vending & OCS.

 

 

INDICAZIONI SUL MERCATO EUROPEO

Secondo i report di Zenith Global, il mercato degli impianti di erogazione e refrigerazione acqua da bere in Europa (watercooler), a fine 2015 si attestava in torno ai 4,9 milioni di unità contro i 4,8 milioni nel 2014, con un aumento intorno al 2%. I refrigeratori con acque in boccioni sono ancora prevalenti (ca. il 59% del totale), ma crescono di più i refrigeratori collegati alla rete idrica (Point-of-Use) che rappresentano ormai il 41% del totale. I report di Zenith segnalano anche che il mercato USA, pur avendo una popolazione inferiore alla metà di quella europea, ha una dimensione di ca. 7 milioni di impianti e questo perché quello statunitense è un mercato con una esperienza più lunga.

 

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Acquitalia 2023-24 Acque Minerali Acquista

Scrivi un commento

cinque × uno =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina