Stefania Blandamura
| Categoria Notizie Food | 2374 letture

Milano Gourmet Experience: l’Ambasciata del Gusto in campo per promuovere la cultura culinaria

Milano Cultura Experience Chef Gourmet Culinaria Ambasciata Gastronomia Ambasciata Del Gusto Convento Dell’annunciata

Culinaria Gourmet Cultura Chef Milano Ambasciata Del Gusto Convento Dell’annunciata Ambasciata Gastronomia Experience

© Riproduzione riservata

Metti una domenica di fine estate. Uno showcooking, a seguire chic nic, caffè con lo chef, laboratorio per bambini, scuola di cucina e aperitivo a km0. E l’ex Convento dell’Annunciata di Abbiategrasso a fare da sfondo. Questi gli ingredienti di una delle 10 domeniche che da maggio a ottobre organizza la “Ambasciata del Gusto” nel suggestivo complesso rinascimentale nel cuore del parco del Ticino, voluto dagli Sforza nel ‘400 e affrescato dai pittori della scuola leonardesca.

ambasciata-del-gusto-annunciata-milano2

Protagonisti del sesto appuntamento lo chef Andrea Provenzani del ristorante milanese “Il Liberty”, rinomato punto di riferimento del panorama gastronomico della città che riaprirà i battenti in questi giorni dopo essersi rifatto il look, insieme allo chef brianzolo Lorenzo Lavezzari noto anche per aver lavorato nella cucina di Iyo – primo ristorante “etnico” stellato di Milano – e oggi in partenza con la nuova esperienza di “8 otto – Bottega & Cucina” che vedrà gli albori a breve nella sua “casa” di Novate Milanese.

chic-bike

Shocooking e chic nic

Apre le danze Provenzani con lo showcooking in cui propone un “medaglione rosa di Chianina al prosciutto crudo Marco d’Oggiono e carpaccio di melone marinato, mirtilli fondenti al vino rosso, insalata di spinaci novelli”. Chiude il primo appuntamento della mattinata Lavezzari con “Annunciamo il sushi: uramaki con Trota, caprino, insalata riccia, pomodoro cetriolo e salsa spicy e gunkan con zucchina, storione e salsa kebaiaki”. Pubblico in sala attento e incuriosito. A seguire nel chiostro principale dell’ex convento, un’atmosfera che ricorda un quadro di Monet. Sul prato verde cuscini e tovaglie sui quali gli ospiti della giornata hanno potuto gustare taglieri e cestini gourmet. Le creazioni degli chef sono state preparate con l’assistenza di 12 diplomandi di cucina degli istituti alberghieri lombardi che partecipano al Master Cuoco e Territorio, iniziativa realizzata dall’Ambasciata del Gusto.

Showcooking-Lavezzari

 

Contatti email Aziende Beverage And Food Distribuzione Ingrosso Alimentari Banchedati CSV Excel

Caffè con gli chef

È il momento del caffè, tocca a noi di Beverfood.com l’onore di moderare l’incontro con gli chef con delle semplici domande. Sembra di stare tra amici tutti intorno a un tavolo, a colpire il linguaggio degli chef, risposte mai banali, misurate ma al tempo stesso cariche di passione e di contenuto. Dalla cucina della tradizione, che “se ci pensate bene non significa nulla, perché noi in Italia non abbiamo inventato niente, ma molte materie prime le abbiamo fatte nostre, e qui siamo dei fuoriclasse”– scherza Andrea Provenzani. Gli fa eco Lorenzo Lavezzari, quando dice che “fusion significa sperimentare anche a casa propria, anche se devo ammettere che sono sempre stato affascinato dall’oriente”. Entrambi accomunati dal valore della formazione continua, con Provenzani che viene da un percorso più classico partendo dalla scuola alberghiera Carlo Porta di Milano, allora forse più di oggi ambiente movimentato e creativo, ma il ragazzo aveva già le idee chiare. Una scelta più di rottura e fuori dagli schemi quella di Lavezzari che è arrivato tardi in cucina – dopo i trent’anni – con esperienze in altri settori e, dopo aver pedalato tanto per recuperare, oggi si appresta all’esperienza da agri-chef, una definizione che ritiene azzeccata. Esposizione mediatica va bene per entrambi, serve soprattutto a educare le nuove generazioni a un approccio corretto con il cibo, mangiare bene è diventato sempre più un elemento di piacere e non di necessità.

Andrea-Provenzani.e-Lorenzo-Lavezzari

 

Ambasciata del Gusto

L’Ambasciata del Gusto, inaugurata lo scorso anno in occasione di Expo 2015, è un progetto che ha lo scopo di promuovere la cultura di un territorio ad altissima vocazione agricola, attraverso la Cucina d’Autore. Promossa dall’Associazione Maestro Martino, presieduta dallo chef Carlo Cracco, è stata costituita nel 2011 per valorizzare la figura del Maestro Martino, cuoco lombardo che – si narra – ha traghettato la cucina italiana dal medioevo ai tempi moderni, una sorta di master chef ante litteram. Massimo De Maria, vicepresidente dell’Associazione Martino, ci racconta la vision dell’Ambasciata del Gusto, pensata come un luogo dove si fondano tradizione e innovazione, una piattaforma per stimolare e diffondere la cultura enogastronomica del territorio, mediante delle suggestioni che siano date da un approccio culturale al cibo. Al momento è in corso un progetto che offre 13 borse di studio a dei giovani aspiranti cuochi che, accanto a un percorso più prettamente didattico e di educazione al cibo, affrontano delle prove di cucina nelle occasioni di aperture al pubblico sotto l’occhio esperto e vigile degli chef che volta per volta li guidano, dedicando loro tutto il tempo necessario a imparare un mestiere in continua evoluzione. I giovani studenti, alcuni dei quali già assoldati nelle cucine dei ristoranti della zona, vengono formati non solo come cuochi, ma anche come figure gourmet in grado di raccontare una vera e propria foodexperience, attraverso la descrizione dei piatti, degli alimenti e della loro provenienza dai territori in cui operano. L’obiettivo dell’Ambasciata del Gusto è realizzare una scuola di formazione superiore che possa dare voce e cittadinanza a centinaia di cuochi provenienti da tutto il mondo. Intanto, con l’auspicio che ciò si realizzi anche con il sostegno delle amministrazioni locali, il calendario di appuntamenti è ancora fitto. Il prossimo è previsto per il 17 settembre con l’Amatriciana freestyle, iniziativa solidale per raccogliere fondi per le vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia il 24 agosto scorso. L’evento vedrà coinvolti oltre a Carlo Cracco, protagonista dello showcooking “Amatrice e i suoi prodotti”, molti altri chef dell’Ambasciata del Gusto che interpreteranno il piatto simbolo di quei territori in creative varianti.

 

+INFO

www.milanogourmetexperience.it/
www.milanogourmetexperience.it
www.maestromartino.it

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Recoaro Bio: quando la purezza del bio incontra il lato ribelle del frizzante

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Chef Gastronomia Ambasciata Experience Convento Dell’annunciata Culinaria Milano Cultura Ambasciata Del Gusto Gourmet

ARTICOLI COLLEGATI:

La solidità di Andrea Alfieri al Grand Royal di Courmayeur

La solidità di Andrea Alfieri al Grand Royal di Courmayeur

27/06/2019 - Nel più chiacchierato albergo della vallée non si può certo dire che mancano le proposte gourmet. Adatte a tutte le tasche e per tutti i tipi di target anche quelle propo...

Declinazioni colorate per l’estate di Paolo Griffa 

Declinazioni colorate per l’estate di Paolo Griffa 

24/06/2019 - È passato poco più di anno dall’arrivo del talentuoso Paolo Griffa, classe 1991, al Grand Hotel Royal di Courmayeur e, dall’ultima nostra visita, notiamo un’evoluzione d’...

“La Meglio Gioventù 2019”: Nespresso con Italia Squisita per i giovani talenti della cucina tricolore

“La Meglio Gioventù 2019”: Nespresso con Italia Squisita per i giovani talenti della cucina tricolore

07/06/2019 - Nespresso - azienda pioniera e di riferimento nel segmento del caffè porzionato di alta qualità - conferma la collaborazione con Italia Squisita, il network dell’eccellen...

Kimbo rinnova la propria presenza a Festa a Vico: in scena l’eccellenza dell’espresso napoletano

Kimbo rinnova la propria presenza a Festa a Vico: in scena l’eccellenza dell’espresso napoletano

31/05/2019 - Kimbo, l’espresso di Napoli, rinnova in qualità di main partner la propria partecipazione a Festa a Vico, la manifestazione ideata dallo chef Gennaro Esposito e giunta or...

La ricetta della felicità. Da Groupon & lo chef Simone Rugiati nasce il piatto per il buon umore

La ricetta della felicità. Da Groupon & lo chef Simone Rugiati nasce il piatto per il buon umore

24/05/2019 - La ricercano tutti, la felicità. Ci ha provato Muccino con Will Smith a farci capire che non c'è nulla di utopico, che se ambisci a qualcosa ci arrivi. Non c'è un protoco...

Chef in Green: riparte il circuito che abbina golf e ristorazione

Chef in Green: riparte il circuito che abbina golf e ristorazione

05/05/2019 - Lo sport preferito dagli chef? Il golf potrebbe essere la risposta esatta. Segnali importanti in questa direzione sono arrivati infatti nella tappa inaugurale di Chef in ...

S.Pellegrino Young Chef 2020:  annunciata la giuria della finale regionale Italia e Sud Est Europa

S.Pellegrino Young Chef 2020: annunciata la giuria della finale regionale Italia e Sud Est Europa

17/04/2019 - Si è svolta, a Identità Golose Milano – Hub Internazionale della Gastronomia, la presentazione della quarta edizione di S.Pellegrino Young Chef, il progetto internazional...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

5 × cinque =