Pinterest LinkedIn

Milano ha così tante cose che viene difficile pensarla come una delle grandi città del caffè. Ma lo è, soprattutto dell’espresso italiano, perché così come lo conosciamo noi, con la crema color nocciola a volte striata, è proprio nato dall’ingegno milanese, sempre rivolto alla pragmatica innovazione, nel primo dopoguerra.

 

CoffeExperts di Andrea e Marco Bazzara

 

Ed è qui, qualche lustro prima, per l’esattezza nel 1931, che comincia la storia Mokito, con Daniele De Bei che fonda la ICAM, l’Importazione Caffè Arabo Mokito. Una realtà radicata da sempre nel capoluogo lombardo e un punto di riferimento per tutto il Nord Italia. Ma la svolta arriva con il secondo dopoguerra, quando la macchina espresso fece la sua comparsa dietro ai banconi. Da allora, l’obiettivo di Mokito è stato quello di fornire una miscela di caffè pregiata ai migliori bar e ristoranti d’Italia.

Mokito crede nell’espresso di qualità e ha la capacità tecnica – consolidata in oltre 90 anni di esperienza e quattro generazioni di mastri torrefattori – per giungere alla meta, come dimostrano le medaglie d’oro vinte in diverse edizioni dell’International Coffee Tasting

 

+info: mokito.it

Fonte: www.coffeetasters.org

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo: No. 3 London Dry Gin  - Food is The Key - distribuito in Italia da Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina