Beverfood.com
| Categoria Notizie Food | 2960 letture

OLEIFICIO ZUCCHI avvia il primo “Carbon Footprint” italiano per il settore degli oli di semi

Logo200Anni

Olio Di Semi Carbon Zucchi Oleificio Impronta Ambientale Oleificio Zucchi Italiano Footprint Semi

Oleificio Zucchi è entrata a far parte del gruppo di aziende che partecipano al Programma nazionale per la valutazione dell’impronta ambientale nel ciclo di vita dei prodotti di largo consumo, promosso dal Ministero dell’Ambiente. La storica azienda olearia di Cremona dà un importante contributo al percorso nazionale volto ad incentivare la sostenibilità nei diversi settori produttivi italiani, inserendo per la prima volta un’intera gamma di oli di semi in un progetto di certificazione dell’impronta di carbonio secondo la norma ISO TS 14067 co-finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Catering Ristorazione Databank excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Aziende Beverage Bevande Tabella Campi records
 

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
“Siamo da sempre molto attenti all’ambiente e a tutti gli aspetti legati alla sostenibilità – afferma Giovanni Zucchi, Amministratore delegato Oleificio Zucchi – per questo affrontiamo con grande entusiasmo la sfida rappresentata dal Programma per il calcolo della Carbon Footprint. Riteniamo che la riduzione dell’impatto ambientale sia un argomento di primaria importanza per tutte quelle realtà che, come la nostra, vogliono distinguersi e dare un contributo concreto all’ambiente”. Il progetto, per il quale Oleificio Zucchi si avvale della consulenza tecnica di Ambiente Italia – struttura attiva a livello nazionale ed europeo nel campo della ricerca, della consulenza e della progettazione per la sostenibilità ambientale –e si compone di diversi momenti. La prima fase delle attività, portata a termine nel mese di luglio, consisteva nell’analisi dell’impronta di carbonio degli oli di semi nelle diverse fasi del ciclo di vita, dai campi fino agli scaffali della distribuzione. Nelle fasi successive si procederà all’individuazione delle possibili misure da attuare per la riduzione delle emissioni, per poi passare allo studio delle azioni orientate a neutralizzare parzialmente o totalmente l’impronta di carbonio, concludendo con la comunicazione al pubblico dei risultati ottenuti.

Il progetto di calcolo della carbon footprint degli oli di semi a marchio Zucchi si colloca all’interno di un percorso di sostenibilità aziendale avviato da Oleificio Zucchi nel corso del tempo e che ha portato la società a dotarsi di un Bilancio di Sostenibilità e di numerose certificazioni volte a migliorare la qualità e la sicurezza del lavoro – dalla gestione conforme a quanto disposto dallo standard UNI EN ISO 14001 alla certificazione Lavoro Etico SA 8000 sul rispetto dei diritti dell’uomo, dei lavoratori e dell’infanzia, fino alla certificazione BS OHSAS 18001, riguardante le misure aziendali a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Capitale Sociale € 6.000.000 int. vers. Cod.Fisc. e Part.IVA 00106510191 R.E.A. Cremona 45582 Reg. Impr. CR n. 00106510191 MINCOMES N. CR 000486 Via Acquaviva, 12 Zona Porto Canale Casella Postale 206 – 26100 CREMONA Tel.+39 0372 532111 Fax+39 0372 491895 e-mail: zucchi@oleificiozucchi.com Web: www.oleificiozucchi.com

 

INFOFLASH Oleificio Zucchi 

L’Oleificio Zucchi nasce nel 1810 nel lodigiano come attività artigianale a conduzione familiare dedicata all’estrazione di olio da semi per uso alimentare. Nel 1922 viene costruito il primo sito industriale vicino Cremona, che assume progressivamente le dimensioni di una vera e propria fabbrica. Nel 1946, la famiglia Zucchi costituisce l’attuale Oleificio Zucchi SpA e riavvia la produzione dopo i momenti difficili della guerra. Dalla metà degli anni ’50, l’Oleificio Zucchi diventa fornitore delle marche commerciali dei principali gruppi della Moderna Distribuzione. Nei primi anni ’90, il costante sviluppo dell’azienda ha imposto la necessità di spostare lo stabilimento nell’attuale sede, sull’asta del canale navigabile di Cremona, in un’area di 80.000 mq. Sotto la guida della famiglia Zucchi, impegnata in prima persona nel management, lo stabilimento è stato aggiornato alle più recenti conoscenze tecnico-impiantistiche e riesce così a rispondere costantemente alle esigenze del mercato in termini di qualità del prodotto e di impatto ambientale, con particolare attenzione alla costanza qualitativa del servizio ed alla flessibilità dell’offerta. È di questi ultimi anni un ulteriore importante sviluppo dell’Oleificio Zucchi: l’introduzione della linea dell’olio d’oliva come naturale completamento della gamma dei prodotti. La storia e le continue innovazioni dell’Oleificio Zucchi, ormai leader nel mercato nazionale, hanno fatto sì che diventasse il partner più affidabile e collaudato del trade moderno oltre che “player” innovativo del mercato degli oli di semi e di oliva.

 

Per maggiori informazioni: Aida Partners Ogilvy PR sara.loddo@aidapartners.com

 

+ COMMENTI (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Oleificio Impronta Ambientale Semi Olio Di Semi Footprint Carbon Oleificio Zucchi Italiano Zucchi

ARTICOLI COLLEGATI:

Eredi Caimi è lieta di presentare il loro progetto più innovativo per il prossimo 2020

Eredi Caimi è lieta di presentare il loro progetto più innovativo per il prossimo 2020

08/11/2019 - A più di 100 anni dall'invenzione del cartone ondulato, abbiamo riprogettato l’onda migliorandone le performance e l’impatto ambientale. cArtù®  è la reinvenzione del car...

Fonte Margherita lancia l’acqua minerale naturale in cartone riciclabile

Fonte Margherita lancia l’acqua minerale naturale in cartone riciclabile

06/11/2019 - Sarà presentata a Londra la nuova confezione sostenibile di Fonte Margherita in occasione del vernissage dell’esposizione “Lacuna” di Sotto Sale Project. Alcuni giovani a...

Acqua Pejo, Trentino Volley e Aquila Basket insieme per il riciclo consapevole

Acqua Pejo, Trentino Volley e Aquila Basket insieme per il riciclo consapevole

30/10/2019 - La BLM Group Arena diventa modello di riciclo del PET grazie all’azione condivisa da Acqua Pejo, Trentino Volley e Aquila Basket. Acqua Pejo, infatti, è acqua ufficiale e...

Tutta la salute, il benessere e la sostenibilità di Foodness ad HostMilano

Tutta la salute, il benessere e la sostenibilità di Foodness ad HostMilano

23/10/2019 - Alle fiere si va per conoscere le novità. Quindi ad HostMilano non potevamo non passare da Foodness, azienda in questi anni ha saputo anticipare i trend del mercato propo...

Caffè Cagliari ad Host con Puro 44, la nuova miscela biologica e 100% Arabica

Caffè Cagliari ad Host con Puro 44, la nuova miscela biologica e 100% Arabica

14/10/2019 - Caffè Cagliari spegne 110 candeline. E lo fa in una location d'eccellenza: ad Host, la fiera dedicata al settore Ho.Re.Ca. in programma dal 18 al 22 ottobre a Milano. Il ...

Il Gruppo Ferrero firma l’Impegno globale per una nuova economia della plastica

Il Gruppo Ferrero firma l’Impegno globale per una nuova economia della plastica

11/10/2019 - Il Gruppo Ferrero pubblica il 10° Bilancio sociale del Gruppo e annuncia un nuovo impegno per rendere tutti gli imballaggi riutilizzabili, riciclabili o compostabili al 1...

“Segna un punto per l’ambiente”, Goccia di Carnia è l’acqua di Friuli Doc

“Segna un punto per l’ambiente”, Goccia di Carnia è l’acqua di Friuli Doc

12/09/2019 - Ancora una volta Goccia punta tutto sulla sostenibilità e sulla sensibilizzazione alla raccolta differenziata coinvolgendo più possibile bambini e ragazzi. Parola d’ordin...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

uno × 2 =