Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Distillati, Liquori | 524 letture

ShowRum Cocktail Week: vince il Julep, trionfa il rum e la miscelazione italiana guarda avanti

Julep - ShowRUM Cocktail Week 2019
Julep – ShowRUM Cocktail Week 2019

Guarda Julep Cocktail Bartender Showrum Mixologist Rum Miscelazione Rhum Agricolè Cocktail Week Bartending Week Italiana Trionfo Mixology Showrum Tasting Competition

A cura di

© Riproduzione riservata

Daiquiri Da Queen: un autentico inno alle colonie caraibiche e a un classico intramontabile del rum in miscelazione. Il Julep Herbal & Vermouth Bar Hotel de la Ville Rocco Forte Hotels si aggiudica il titolo di Best Signatur Drink della ShowRUm Cocktail Week 2019, con questo twist su un cocktail immortale firmato da Sabina Yausheva e Simone Di Serio.

Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali, Bibite e Succhi Beverfood Acquista Ora o scarica gratis in pdf

Il trionfo arriva dopo il bar tour che ha coinvolto i giudici Alex Frezza e Giorgio Fadda nei tre giorni precedenti alla fiera ShowRum, ideata e realizzata da Leonardo Pinto con il contributo di Paolo Sanna, che ha curato la competizione insieme alla sua Head to Head Competition. Tra i criteri di analisi ovviamente la qualità della miscelazione, oltre all’aderenza del drink all’identità del luogo. Questa la ricetta vincente:

Daiquiri Da Queen

The Real McCoy 5
Rosolio di cannella
Sciroppo di vaniglia
Succo di lime aromatizzato allo zenzero
Spray con tintura di pepi

Julep Herbal & Vermouth Bar Hotel de la Ville Rocco Forte Hotels si incastona al secondo piano dell’albergo di lusso a cui deve il nome, costola della stupenda struttura che vede al sesto e settimo piano due terrazze gemelle, dove poter ordinare classici perfetti e rivisitazioni più moderne con il Cupolone sullo sfondo. Daiquiri Da Queen rispecchia senza fronzoli l’anima elegante ma duttile del posto, preparatissimo sulla storia ma anche aperto alle novità.

SUCCESSO DEL RUM – Si conferma dunque l’anima di ShowRum, momento che unisce competizione a divulgazione, e coinvolge in questo caso anche la mixology. Lo spiega bene Paolo Sanna, negli ultimi due anni bar manager della manifestazione di Pinto: “Leonardo ha fatto sì che una fiera di nicchia sia in realtà una fiera d’elite, elevando il rum a protagonista assoluta ma anche oggetto di discussione. Da professionista del bancone penso sia uno dei prodotti più funzionali, sia in miscelazione classica che per soluzioni elaborate. È un ulteriore sistema per portare i neofiti a provare il rum, passando magari prima attraverso una proposta meno aggressiva in un drink, e poi in versione assoluta”. Sanna sottolinea come i bartender abbiano un ruolo di responsabilità non indifferente, in un paese da sempre dedito a consumi tradizionali come vino o grappa, e nel quale la cultura dei cocktail è troppo spesso ancora legata alle discoteche da volumi enormi e qualità ai minimi storici: “Un prodotto di qualità è già di per sé un punto di partenza importante. Il rum in questo può fungere da punto di riferimento per educare e istruire i consumatori, perché è un ingrediente storico e presente in numerosissimi classici. Lo si vede tra l’altro analizzando i consumi veri e propri: il rum bianco, quello del mojito per intenderci, sta lasciando il posto ai rum più complessi, a testimonianza di un maggiore interesse per versioni più impegnative e coinvolgenti”.

50 BEST – Gli fa eco Mario Farulla, manager del Baccano, da pochi giorni inserito nella lista dei Wolrd’s 50 Best Bars, nella seconda tranche di classificati, al numero 70: “ShowRum è un’occasione di grande importanza per mettere in contatto la mixology italiana con quella internazionale. Noi dobbiamo approfittarne per trasmettere la rilevanza di un prodotto che può essere declinato in mille modi, che ha storia, valore”. Ed è inoltre perfetto per spingere sull’acceleratore adesso che la dimensione del bere miscleato nel paese è apparanetemente in fase di lancio: “Il movimento della mixology in Italia sta ormai esplodendo, il nostro risultato insieme a quello del Drink Kong e dei locali milanesi è stata una prova di forza, una dimostrazione di come l’esperienza al bar non sia solo bere e bottiglie, ma persone”.

Doverosa una nuova menzione per ciascuno dei cocktail bar partecipanti, che in tre giorni hanno mostrato il meglio del concetto di ospitalità al bancone, travalicando abbondantemente il concetto di esperienza degustativa, e profondendo ogni goccia d’energia per rendere memorabile la permanenza dei giudici.

Baccano
Banana Republic
Chorus Café
Freni e frizioni
La Zanzara
Marco Martini Restaurant & Cocktail Bar
Meccanismo
Pimm’s good
Tyler Ponte Milvio
Drink Kong
Makai Surf & Tiki Bar

SHOWRUM TASTING COMPETITION – Premiati inoltre i Best in Class per quel che riguarda la Tasting Competition, la competizione di assaggio al buio che divideva i brand partecipanti per tipologia di prodotto, tecnica di distillazione, invecchiamento. Di seguito i titoli:

Traditional 100% Column < 3 – Angostura Reserva White
Traditional 100% Column 4-7 – Ron Abuelo 7
Traditional 100% Column > 8 – Coloma 15y Traditional
100% Column No Age Declared – Ron Abuelo Centuria
Traditional Pot Still & Blended No Age Declared – Mount Gay 1703
Solera Ageing No Age Declared – Millonario 10 Aniversario Reserva Cincuenta
Solera Ageing < 15 – Matusalem 15
Solera Ageing > 15 – Ron Centenario Fundaccion 25 Anos
Flavoured –  Alamea Coffee Liqueur
Flavoured Aged – Rum Plantation Stiggins’ Rum Fancy Pineapple
Spiced – Baron Samedì
Spiced Aged – Ron Botran Cobre
Traditional Pot Still & Blended Unaged – Rum Nation Jamaica White
Traditional Pot Still & Blended 1-3 – R74 Aged
Traditional Pot Still & Blended 4-7 – The Real McCoy 5yo
Traditional Pot Still & Blended 8-15 – Doorly’s 14 yo
Traditional Pot Still & Blended >15 – Appleton Estate 21yo
Special Ageing <8 – Rum Plantation 3 Stars White
Special Ageing 8-14 – Rum Nation British Guyana 10yo Cask Strength
Special Ageing >15 – Rum Plantation Trinidad 15 Yo Red Pineau
Special Ageing No Age Declared – La Casa de Rum – N. 4 Giamaica, Barbados, Trinidad
Agricole Style Unaged – Rhum Clement Canne Bleue
Agricole Style Pot Still & Blended Unaged – La Perle Extraordinaire
Agricole Style 4-6 – Rhum Dillon Vieux
Agricole Style >6 – Engenhos do Norte Rum Agricole da Madeira 2010
Cachaca Prata – Cachaca Ypioca Prata
Cachaca Tradicional Prata – Cachaca Magnifica Bica Do Alambique
Cachaca Tradicional Envelhecida – Cachaca Magnifica Envelhecida
Cachaca Premium Envelhecida – Cachaca Ypioca Ouro
Best Packaging – La Hechicera

 

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Guarda Italiana Bartending Week Julep Showrum Tasting Competition Miscelazione Rum Mixology Cocktail Rhum Agricolè Trionfo Cocktail Week Showrum Mixologist Bartender

ARTICOLI COLLEGATI:

Il miglior cocktail del mondo parla italiano

Il miglior cocktail del mondo parla italiano

10/11/2019 - C’è anche l’inconfondibile fascino dell’Italia nel cocktail che ha incoronato Andris Reizenbergs re della mixology mondiale. Il giovane lettone, fresco vincitore della Wo...

Caffè espresso e Fabbri 1905, il binomio vincente della barlady Petra Monti (3° posto Lady Amarena)

Caffè espresso e Fabbri 1905, il binomio vincente della barlady Petra Monti (3° posto Lady Amarena)

06/11/2019 - Petra Monti nella top 3 delle signore della miscelazione. La barlady di Monsummano Terme (Pistoia) ha chiuso al terzo posto la finale nazionale di "Lady Amarena", il cont...

Non solo mezcal: il pox è il nuovo (vecchio) distillato messicano che conquisterà il mondo

Non solo mezcal: il pox è il nuovo (vecchio) distillato messicano che conquisterà il mondo

04/11/2019 - Quando Lou Bank, esperto e divulgatore statunitense di mezcal, ha chiesto a un amico in Messico lumi sulla scarsa produzione di whiskey in un paese così ricco di grano, s...

Rum Diplomático presenta il nuovo Single Vintage 2005

Rum Diplomático presenta il nuovo Single Vintage 2005

29/10/2019 - Rum Diplomático annuncia l’uscita del nuovo Single Vintage 2005, preceduto dalle annate del 2004, 2002, 2001, 2000 e 1997. Questo nuovo magnifico rum si inserisce in ediz...

All Blacks: dalla Nuova Zelanda il gin nero che trionfa nel mondo

All Blacks: dalla Nuova Zelanda il gin nero che trionfa nel mondo

28/10/2019 - Un drink fai da te che cambi colore? Mai stato così facile. La casa di produzione Scapegrace Gin ha infatti messo sul mercato il primo gin nero naturale, che alla reazion...

Moon Milano: la sindrome di Via Stendhal tra cibo e drink di qualità

Moon Milano: la sindrome di Via Stendhal tra cibo e drink di qualità

27/10/2019 - Take me to the Moon c’e scritto sulla parete di fronte all'entrata, ancor più visibile quando si illumina di sera. Un locale che punta in alto il MOON Milano, con una pro...

Nonsolococktails La Scuola: apre a Milano il primo co-working della miscelazione

Nonsolococktails La Scuola: apre a Milano il primo co-working della miscelazione

25/10/2019 - Nella città più europea d'Italia, dove il business non dorme mai e i freelance quasi la fanno da padrona, gli spazi di co-working sono ormai proliferati: una postazione d...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

2 × tre =