Tag

castello

Browsing

Il libro intitolato “Quella notte alla fonte magica: Acqua Amata, l’inimmaginabile storia di un’eccellenza italiana” è stato pubblicato dall’editore Rubbettino nella sua collana “La bellezza dell’impresa”. Riassume la breve e intensa evoluzione di uno dei casi più emblematici della recente storia imprenditoriale italiana. Si tratta dell’epopea dell’Acqua Amata, un’azienda nata nel 1996 e, ormai da diversi anni, sempre in evoluzione.

Castello Banfi P.E. LABELLERS

Punto di riferimento per il settore vitivinicolo, Castello Banfi è stato fondato nel 1978 dai fratelli Mariani, già proprietari della Banfi Vitners, una delle principali società d’importazione di vini statunitense. Sinonimo di eccellenza vinicola a livello mondiale, Castello Banfi ha ottenuto nel 2001 la certificazione ISO 9001-14001 per la qualità e il rispetto dell’ambiente, è stata la prima cantina al mondo a conseguire la SA 8000 nel 2006 per l’eccezionale responsabilità etico – sociale e ambientale nella produzione di beni e servizi, ed è stata premiata nel 2010 con l’Oscar del Vino dall’Associazione Italiana Sommeliers. Il valore aggiunto alla pregiata qualità ed eccellenza dei prodotti Banfi è dato dall’etichettatura delle bottiglie, affidata sin dal 1998 a P.E. LABELLERS.

La birra green a misura d’ambiente nasce nel cuore del Friuli grazie all’accordo volontario stipulato tra Birra Castello Spa di San Giorgio di Nogaro (Udine) e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con l’obiettivo di promuovere progetti comuni finalizzati all’analisi e alla riduzione dell’impronta di carbonio nel settore della produzione e della distribuzione della birra. Nata nel 1997 rilevando il complesso produttivo ad un altro storico marchio friulano, con una produzione nel 2012 di oltre 1 milione di ettolitri hl e un fatturato stimato di 87 mln di euro, il Gruppo Birra Castello Spa ha oggi uno degli stabilimenti più moderni in Italia e punta a indirizzare la propria politica ambientale verso il settore climatico, aderendo con questo accordo a iniziative e impegni in linea con le politiche governative nell’ambito del Protocollo di Kyoto e del pacchetto “Clima-Energia” dell’Unione europea. A sottoscriverlo il 30 novembre scorso sono stati il ministro dell’Ambiente Corrado Clini e il presidente di Birra Castello Paolo Trussoni (cfr foto a fianco)