Etichettato: export formaggi

Beverfood.com
| Categoria Documenti | 9454 letture
La domanda domestica di latte e derivati continua a contrarsi nel corso del 2016, confermandosi uno dei segmenti più penalizzati dalle scelte dei consumatori italiani, evidenziando nei primi otto mesi una riduzione della spesa pari al 3 % nel confronto lo stesso periodo dello scorso anno. (Fonte: el..
Leggi tutto...
Beverfood.com
| Categoria Notizie Latte e latticini | 1533 letture
Il super dollaro mette le ali all’Asiago DOP che, nei primi tre mesi del 2016, ha venduto negli USA 143 tonnellate di prodotto, +44% rispetto allo stesso trimestre dell’anno 2015. Un successo non solo americano, visto che Asiago DOP mette a segno una crescita mondiale del +16%, unita ad interessanti..
Leggi tutto...
Beverfood.com
| Categoria Notizie Latte e latticini | 3356 letture
La mozzarella di bufala Dop alla conquista del mondo. L’export della eccellenza Made in Italy ha fatto registrare un incremento del 36,7 per cento nell’ultimo anno. Fuori dai confini nazionali, va più di un terzo della produzione. Sono soprattutto Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti a impor..
Leggi tutto...
Beverfood.com
| Categoria Notizie Latte e latticini | 3011 letture
Anno d'oro, il 2015, per le esportazioni di Parmigiano Reggiano. In dodici mesi, infatti, i flussi sono aumentati del 13,2%, facendo segnare il più rilevante incremento dell'ultimo decennio. La quota di prodotto destinato ai mercati internazionali è così salita al 35% sul totale, collocandosi a 46.7..
Leggi tutto...
Beverfood.com
| Categoria Notizie Latte e latticini | 6948 letture
Il forte calo dell’import della Cina del latte in polvere e l’embargo russo hanno creato conseguenze negative sui mercati: la compressione della domanda mondiale dei prodotti lattiero-caseari e, nel caso della Russia, la diffusione di prodotti Made in Italy taroccati.  In questo scenario disastroso,..
Leggi tutto...
Beverfood.com
| Categoria Notizie Latte e latticini | 2375 letture
Il Consorzio del Parmigiano Reggiano dichiara in una sua nota che laa produzione, a dicembre, è diminuita dell’1,1%, segnando un’inversione di tendenza che assicura al 2014 una chiusura all’insegna di una sostanziale stabilità (circa 15.000 forme in più). “Un segnale importante per i mercati”, sotto..
Leggi tutto...

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter