Tag

Soave

Browsing

Orgoglio del passato e passione per il futuro. Il monito della famiglia Bolla è una sintesi perfetta della tradizione che guarda avanti, requisiti indispensabili per mantenere la qualità nel tempo, in linea con le esigenze del consumatore. I vini della cantina Bolla affondano le radici nel tempo, la prima cantina è datata 1883 e fu realizzata a Soave, cittadina bomboniera medioevale a due passi da Verona da Abele Bolla, proprietario della locanda “Al Gambero”.

Si chiama Soilution System, un progetto innovativo attivato dal Consorzio Tutela Soave, con l’obiettivo della lotta all’erosione dei suoli, la prevenzione dei rischi idrogeologici e la ricerca di nuove soluzioni per ridurre la meccanizzazione a favore di pratiche meno impattanti sull’ambiente. Un progetto che coinvolge oltre il Soave, Il Consorzio del Lessini Durello, l’Università di Padova, WBA (World Biodiversity Association), AGREA, il Consorzio di Bonifica dell’Alta Pianura Veneta e IRECOOP Veneto, oltre ad alcune aziende agricole del territorio e rientra nella misura 16 della Regione Veneto con lo scopo di trovare soluzioni, valutarle e testarle per stimolare l’innovazione nelle aziende. Una conservazione dinamica del sito GIAHS-FAO del Soave come previsto nell’Action Plan che il Consorzio ha presentato con la candidatura. Durante l’autunno lo stesso progetto, che sta suscitando grandissimo interesse nel mondo accademico, verrà presentato anche in Inghilterra a Brighton e in Cina a Shangai, oltre che in varie tappe nel territorio nazionale.

Un Vinitaly ricco di soddisfazioni per Cantina di Soave, importante realtà vinicola del Veneto reduce dai festeggiamenti del 120 anniversario nel 2018. Un anno chiuso alla grande, con il rinoscimento di “Produttore Italiano dell’anno”, assegnato a Londra dall’IWSC, International Wine e Spirit Competition. Il 2019 si apre con un altro premio a Vinitaly nella categoria Sparkling per la denominazione del Durello che sta crescendo, come raccontato dal Direttore Generale Bruno Trentini che ha parlato anche della super cantina di fatto già operativa che verrà inaugurata a settembre.

Cantina di Soave sarà protagonista di un’iniziativa benefica a favore della cinta muraria di Soave, un progetto a cui sta lavorando da tempo insieme al Comune che verrà presentato ufficialmente in occasione dell’edizione soavese di Vinitaly and the City. Per il terzo anno consecutivo infatti verrà riproposto il fuori salone di Vinitaly: la manifestazione, che si svolgerà nel centro di Verona, a Bardolino e a Valeggio sul Mincio, quest’anno andrà in scena per la prima volta anche a Soave.

Con Bruno Trentini, Direttore Generale di Cantina di Soave, passiamo in rassegna la filiera vitivinicola del Soave. Dalla vigna al rapporto con i conferenti, sino all’arrivo delle uve in cantine che tra qualche anno potranno dotarsi di una nuova cantina moderna e funzionale, investimento importante per una capacità produttiva significativa. Cantina di Soave è protagonista a Vinitaly anche di un lancio della bollicina Settecento33 a base di Durello.

Soave – Unanime approvazione del bilancio d’esercizio 2015/2016 nel corso dell’ultima assemblea dei soci che si è tenuta a Borgo Rocca Sveva venerdì 11 novembre. Soddisfazione piena quindi per Attilio Carlesso e Bruno Trentini, rispettivamente Presidente e Direttore Generale di Cantina di Soave, e per tutto il Consiglio di Amministrazione.

Prosecco Doc ancora in testa nel 2013, con oltre 241 milioni di bottiglie prodotte, pari al 16% del totale nazionale, equivalente a 1,5 miliardi di bottiglie. Completano il trio di testa Chianti (101 milioni di pezzi) e Asti (99).E’ il Prosecco Doc la denominazione di origine più imbottigliata nel 2013: con oltre 1,8 milioni di ettolitri, equivalenti a 241 milioni di bottiglie, le bollicine veneto-friulane costituiscono il 16% del totale Doc-Docg messo in bottiglia dai produttori italiani nel 2013, pari a 1,5 miliardi di pezzi. La quota del mondo Prosecco, sommando anche le 73 milioni di bottiglie della Docg Conegliano Valdobbiadene e gli 1,2 milioni dell’Asolo Docg, sale poi ulteriormente, arrivando al 20% netto del totale nazionale.

I grandi Rossi di Cantina di Soave vedono riconfermato di anno in anno il riconoscimento dell’importante concorso inglese, termometro dei mercati e dei trend di consumo del Centro e Nord Europa Grandi soddisfazioni per Cantina di Soave all’International Wine Challenge, il concorso enologico forse più prestigioso e severo al mondo che si tiene ogni anno nell’elegante capitale britannica nel contesto dell’International London Wine Fair. Ben due medaglie d’Oro sono state assegnate rispettivamente all’Amarone Rocca Sveva 2007 dove troviamo note di “marasca e pepe fresche ed intense, grande vivacità ed ampiezza delle note fruttate” e al Botticato Valpolicella Ripasso 2011, che si caratterizza per sentori di “fico secco, caffè e ciliegia, tannini fini, meraviglioso equilibrio e grande potenziale”. Due rossi raffinati ed espressivi nella loro diversità firmati dal prestigioso brand di Cantina di Soave.