Pinterest LinkedIn

Secondo i dati preliminari della National Brewers Association (BA), l’industria statunitense della birra artigianale ha registrato un calo dei tassi di produzione nel 2023, nonostante un numero record di birrifici operativi.

La produzione annuale di birra per i birrifici piccoli e indipendenti è scesa dell’1% rispetto al 2022, a 23,4 milioni di barili. Tuttavia , la quota di mercato annuale complessiva della birra artigianale è aumentata dello 0,2% rispetto all’anno precedente fino al 13,3% nel 2023. Il crollo della produzione di Craft arriva mentre anche il “mercato complessivo della birra” del paese ha registrato un calo dei volumi del 5,1% lo scorso anno, che è attribuito soprattutto alla lievitazione dei prezzi.

Oltre ai dati sulla produzione, la BA ha anche pubblicato l’elenco dei principali birrifici artigianali negli Stati Uniti, basato sui volumi di vendita della birra. I primi cinque produttori di birra artigianale includono DG Yuengling & Son, Boston Beer Co., Sierra Nevada Company, Duvel Moortgat e Gambrinus, mentre le principali aziende produttrici di birra industriale includono Anheuser-Busch Inc, Molson Coors, Constellation, Heineken e Pabst Brewing Company.

 

 

Nonostante il calo della produzione artigianale negli Stati Uniti, il numero di birrifici operativi nel settore artigianale ha raggiunto “il massimo storico”, in crescita dell’1,37% rispetto al 2022 a 9.683 unità. Questi birrifici erano composti da 3.900 birrifici da taproom, 3.467 brewpub, 2.071 microbirrifici e 245 birrifici artigianali regionali. Nel 2023, tuttavia, i tassi di chiusura dei birrifici artigianali sono nuovamente aumentati dal 3% al 4% circa.

 

 

Parlando dei risultati, Bart Watson, vicepresidente della strategia e capo economista della Brewers Association, ha dichiarato: “Il 2023 è stato un altro anno competitivo e stimolante per i produttori di birra piccoli e indipendenti.Tuttavia, anche se la crescita ha rallentato, i piccoli produttori di birra si sono dimostrati piuttosto resilienti, come si è visto nell’aumento del numero di birrifici, nei tassi di chiusura relativamente bassi e nell’aumento delle vendite e dei posti di lavoro in loco”.

 

Ricevi le ultime notizie! Iscriviti alla Newsletter


 

Ha aggiunto: “Come sempre, il mercato delle bevande alcoliche e la domanda dei consumatori continuano ad evolversi. Molti produttori di birra stanno di conseguenza aggiornando le loro operazioni per adattarsi a questi cambiamenti, concentrandosi sui loro modelli di business, sulle strategie di go-to-market e sulle strategie di marchio per aiutare le loro attività ad adattarsi a questi cambiamenti”.

+Info: www.brewersassociation.org

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

16 − 5 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina