Pinterest LinkedIn

Sono donne (54%), tra i 25 e 29 anni, vivono nelle città orientali del Paese e tendono a spendere più della media per acquistare vino, dimostrandosi aperte a sperimentare nuovi stili. E’ l’identikit del consumatore cinese di prodotti Valpolicella che emerge dal report di Wine Intelligence, Vinitrac, realizzato per il Consorzio di Tutela veneto che comprende viticoltori, vinificatori e imbottigliatori della zona di produzione di 19 comuni della provincia di Verona.

 

Wine Marketing Agra
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

 

Consumatori cinesi che, secondo la ricerca, associano i prodotti della Valpolicella per similitudine di stile e range di prezzo ai vini del Nuovo Mondo, in grado di apprezzare dei vini italiani la buona qualità, la grande diversità e l’elevata acidità. Quanto alle scelte, il vino della denominazione che mostra maggiori potenzialità di sviluppo in Cina è il Valpolicella Ripasso doc. Più strutturato del Valpolicella doc, si misura con successo con i vini cileni, australiani e neozelandesi, con il vantaggio di essere più economico dell’Amarone della Valpolicella e di più facile beva.

Bene anche l’Amarone, apprezzato per l’esclusivo metodo di produzione e per la morbidezza e attrattività nel gusto che ben pochi altri vini italiani riescono ad avere. Vini nei quali, secondo il report, i cinesi percepiscono lo stile italiano con il fascino del territorio di origine, fatto di storia, tradizioni e peculiarità che lo rendono unico anche dall’altra parte del mondo.

 

+info: www.consorziovalpolicella.it

Filette Prime Water - L'acqua in bottiglia di allumnio 100% riciclabile plastic free

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

2 × 3 =