0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Chissà quante ne avranno viste passare, Jimmy ed Eddie Russell, le anime di Wild Turkey. Figurarsi se una pandemia li avrebbe fermati, anzi, forse contribuirà a rendere incomparabile un prodotto già di per sé unico. Lo scorso mese è stato infatti presentato il nuovo Wild Turkey Master’s Keep: appena la quinta uscita degna del timbro Master’s Keep, preferito dal distillatore, addirittura soltanto la seconda espressione del bourbon Wild Turkey descritto come bottled in bond, certificazione di qualità inarrivabile.

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

Per poter iscriversi alla ristrettissima cerchia di bottled in bond, un bourbon deve essere prodotto in una sola stagione di distillazione, da una singola distilleria, invecchiato in botti custodite dalle autorità e infine imbottigliato alla famigerata 100 proof, non un centilitro di etanolo in più o in meno. Tredici anni fa Wild Turkey, che dal 2009 fa parte del portfolio Campari, aveva rilasciato la prima proposta Bottled in Bond in assoluto per l’azienda, orgogliosamente denominata American Spirit: all’epoca si trattava di uno dei primi whiskey con la dicitura d’eccellenza lanciati sul mercato da una distilleria di bourbon, e tra le più “anziane” new entry sul mercato statunitense, con quindici anni di invecchiamento. Uno sprone per i leggendari Russell.

“Con il nostro Master’s Keep Bottled In Bond abbiamo rivoluzionato un processo storico: dai canonici quattro anni di invecchiamento abbiamo portato il liquido a riposare per diciassette anni”, racconta Eddie Russell, Master Distiller di Wild Turkey. Raro e di estremo valore, l’invecchiamento di questo bourbon avviene nei celebri magazzini di Camp Nelson dell’azienda: “È un prodotto che ci permette di guardare al passato con rispetto, un omaggio alla nostra tradizione di famiglia e alla tradizione dell’America intera che si è dedicata al bourbon come ci si dedica a un’arte”.

Master’s Keep Bottled in Bond si candida come perfetto emblema delle caratteristiche della distilleria Wild Turkey: aroma tostato e beva intrigante, con richiami alla mela e al ciliegio, finale di vaniglia, caramello, zucchero di canna. Le note persistenti sono quelle di caffè e spezie, che restano al palato come regalo, mai come peso. Alla pari della precedente uscita, Master’s Keep Bottled in Bond vedrà una tiratura limitata: circa 14.400 bottiglie sul mercato disponibili per un tempo determinato in rivenditori selezionati. Prezzo suggerito: 175 dollari a bottiglia (75cl). Pochi dubbi sul fatto che ne varrà la pena.

Fonte: fb101.com

© Riproduzione riservata

Scheda e news: DAVIDE CAMPARI-MILANO S.p.A.


No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia - The Art of Perfection - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

12 + 10 =