Beverfood.com
| Categoria Notizie Vino | 2772 letture

20° Concorso Enologico Internazionale Vinitaly : medaglia d’oro al ROSSO PUGLIA IGT 2011 GIORDANO

Concorso Vinitaly Enologico Internazionale Medaglia Rosso Puglia Giordano

Enologico Giordano Rosso Internazionale Concorso Vinitaly Medaglia Puglia

Il 20° Concorso Enologico Internazionale del Vinitaly ha conferito la medaglia d’oro al Rosso Puglia IGT 2011 Giordano, che sarà consegnata in occasione della prossima kermesse a Verona dal 7 al 10 aprile 2013. Un riconoscimento importante, nella più ambita categoria, quella dei “vini rossi tranquilli a denominazione di origine e indicazione geografica – prodotti nelle ultime due vendemmie (2011 – 2010)”, ovvero una delle tipologie di vino in assoluto più consumate dagli Italiani e più presenti nell’offerta di numerose cantine. La medaglia è stata assegnata a seguito di una degustazione cieca che ha coinvolto centinaia tra i migliori sommelier al mondo, che hanno premiato l’etichetta Giordano tra migliaia di altre candidate. La sorpresa più grande, dopo la degustazione, è stata scoprire che si tratta di un vino biologico, prodotto dunque solo con uve biologiche certificate e senza l’ausilio delle moderne tecnologie: è nota la difficoltà di produrre un buon vino da uve bio.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice Ma oltre cento anni di esperienza e tradizione della famiglia Giordano, che dal 1900 si dedica a produrre vini di qualità nelle Langhe, hanno fatto sì che i maestri cantinieri, coadiuvati dalla terza e quarta generazione di famiglia, riuscissero ad ottenere un risultato così sorprendente! Colpito dai vigneti biologici attorno alla cantina Giordano di Torricella, in Puglia, acquisita nel 1998, Ferdinando Giordano, terza generazione e Presidente onorario, ha voluto fare un salto nel passato, tornando alle radici contadine dell’attività di famiglia. Oggi il biologico è una scelta anche di moda, ma i vini Giordano fin dalle origini provenivano da vigne coltivate da agricoltori che di tecniche moderne ben poco volevano sapere! Da qui, dunque, l’idea di produrre oggi una etichetta alla maniera di una volta, per inserire nella gamma un prodotto biologico, seppur con la convinzione che in fondo non è altro che dare continuità alle origini e alla metodologia di produzione di Giordano. La medaglia d’oro del Concorso Internazionale del Vinitalty assume un significato ancora superiore, attestando l’ottima qualità di questo vino biologico. Le due cose, assieme, sono una rarità. Il trattamento delle uve biologiche necessita di un’azienda che, seppur tecnologicamente innovativa, sappia far convivere le capacità produttive artigianali tipiche del passato con il personale tecnicamente aggiornato e attento ad ogni fase produttiva, per la particolare cura che richiedono le uve biologiche in ogni fase, dalla vendemmia alla produzione. Giordano ha sempre avuto ben presente questa filosofia e il Rosso Puglia IGT 2011 ne diventa l’icona.

Databank grossisti Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web Cash & Carry Ingrosso Bevande Gruppi

NOTE DEGUSTATIVE
Questo vino nasce dalla fusione di due estremi: da una parte il gusto maschio e irruente dell’uva coltivata organicamente. Dall’altra i profumi armonici e soffusi di una vinificazione lenta ed attenta. Il risultato è come quello di un quadro di Monet: ispirato dall’irruenza selvaggia della natura, ma addolcito dalla propria capacità interpretativa. È un vino di grande consistenza e suadente, caratteristiche tipiche della Puglia. Il colore manifesta robuste tonalità violacee, con sfumature leggermente aranciate. Meravigliosa sorgente di profumi: dapprima una floreale dolcezza olfattiva, l’inebriante sensazione di viole nell’aria, a cui segue velocemente una più decisa ricchezza espressiva di frutti maturi, ribes neri, prugna matura e di ciliegia selvatica. Il suo aroma si svela in un turbinio di essenze aromatiche di frutti di bosco, in un capolavoro di polposa natura ove prevale la fenomenale essenza di mora. Tannicità e acidità della struttura si armonizzano e aggiungono una sensazione meravigliosamente morbida ed avvolgente al palato. Fantastica ne risulta la persistente memoria in bocca, un costante equilibrio di sensazioni seppur con fuggevoli e sorprendenti tratti di uva surmatura. Viticultura ed enologia nella loro massima espressione, capaci di trasformare un frutto d’uva così amorevolmente e biologicamente cresciuto, in un vino appassionante, impossibile da dimenticare.

+info: Manuela Ciacci segreteria@studiosuitnersrl.191.it

+ COMMENTI (0)

Limoncello Pallini - premiato dai consumatori al Quality Award 2019 - inimitabile qualità italiana da 140 anni

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Giordano Vinitaly Medaglia Concorso Internazionale Puglia Enologico Rosso

Tags/Argomenti: ,

ARTICOLI COLLEGATI:

100 anni di Bialetti: in palio fantastici premi con il “Concorso Centenario”

100 anni di Bialetti: in palio fantastici premi con il “Concorso Centenario”

06/09/2019 - In occasione del suo 100° anniversario Bialetti promuove il “Concorso Centenario”, che dal 2 settembre al 10 dicembre offre la possibilità a chi acquista uno o più prod...

Pioggia di medaglie per i vini italiani al Mondial des vins extrêmes

Pioggia di medaglie per i vini italiani al Mondial des vins extrêmes

25/07/2019 - "E' stata un'edizione da record sia per il numero di vini iscritti che per i paesi rappresentati e le aziende partecipanti. Possiamo parlare di una qualità media dei vini...

Concorso “Scatta con Sangemini”: in palio tante speciali city bike Aurelia

Concorso “Scatta con Sangemini”: in palio tante speciali city bike Aurelia

26/04/2019 - Dal 6 maggio al 5 giugno Acque Minerali d’Italia promuove il suo brand Sangemini con un originale concorso e promozione presso molti punti vendita. Al consumatore basterà...

Varvaglione 1921 a Vinitaly: la Puglia del vino fra mare, sole e vento

Varvaglione 1921 a Vinitaly: la Puglia del vino fra mare, sole e vento

17/04/2019 - Tutta la Puglia del vino a Vinitaly era concentrata nello stand Varvaglione 1921. Cantina storica, azienda famigliare, giunta alla quarta generazione, raccontata dal volt...

Les Grands Chais per la prima volta al Vinitaly guarda all’Horeca

Les Grands Chais per la prima volta al Vinitaly guarda all’Horeca

17/04/2019 - I grandi vini francesi come sempre protagonisti a Vinitaly nell’area D, quella dedicata a vini di importazione di qualità. Le Grande Chais de France rappresenta una realt...

Bibi Graetz: il racconto di un sogno a Vinitaly con Testamatta e Colore

Bibi Graetz: il racconto di un sogno a Vinitaly con Testamatta e Colore

17/04/2019 - Chi è stato almeno una sera a Verona durante il Vinitaly, sa benissimo che le bottiglie di Testamatta fanno divertire con super brindisi in Piazza delle Erbe con grandi f...

Vinitaly 2019 una settimana post: scouting tra numeri, assaggi e novità

Vinitaly 2019 una settimana post: scouting tra numeri, assaggi e novità

17/04/2019 - Vinitaly, la fiera internazionali di vini da 53° anni in scena a Verona chiude con numeri in salita e un notevole incremento qualitativo di pubblico e di offerta di cont...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

3 × 1 =