Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

AB InBev, leader mondiale nella produzione di birra e bevande, e Tilray, pioniere globale nella produzione, sperimentazione e distribuzione di cannabis medica, in data 20/12/2018 hanno annunciato una joint venture da 100 milioni di $ per la ricerca sulle bevande analcoliche a base di tetraidrocannabinolo (THC) e cannabidiolo (CBD).

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood.com 2022 bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com 2022 Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

AB InBev parteciperà al progetto tramite la controllatta Labatt Breweries of Canada mentre Tilray con la succursale canadese High Park Company.

La partnership sarà limitata solo al Canada dove di recente è stato legalizzato l’uso di cannabis e dei principi attivi (THC e CBD)  contenuti nella pianta anche a scopo ricreativo. In Italia invece è legale solo il CBD, che ha effetti rilassanti, anticonvulsivanti, antidistonici, antiossidanti, antinfiammatori, favorisce il sonno ed è distensivo contro ansia e panico. Il THC che invece ha forti effetti psicotropi ed è responsabile della “paranoia” e della “fattanza” resta illegale. La cannabis legale coltivabile per legge deve avere un contenuto di THC inveriore allo 0,2%. Nonostante queste restrizioni anche nel nostro Paese è in atto un vero e proprio boom dei prodotti a base cannabis legale e CBD comprese birre e altre bevande.

Subito dopo l’accordo il titolo di TilRay ha preso il volo a Wall Street facendo segnare un +8%

 

Fonti:
www.businesswire.com/news/home/20181219005842/it/

 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina