0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

In un mondo in cui tutto sembra essersi fermato, ed in cui tutti gli eventi sembrano annullati, c’à dall’altra parte del pianeta qualcosa che si muove. Nonostante sia proprio di queste ore la notizia che le Olimpiadi previste a Tokyo per quest’estate sono state definitivamente rinviate, ieri sera si è tenuta in Giappone (ovviamente con la massima attenzione per le misure di sicurezza sanitarie) la premiazione virtuale degli Asia 50 Best Award rivolti al mondo della ristorazione.

In un primo momento questo evento avrebbe dovuto tenersi nella Prefettura di Saga, ma dopo un rinvio dovuto all’aggravarsi della situazione in Giappone, è stato deciso di spostarlo nella capitale per chi fosse stato in loco, ed in streaming per gli altri.

In questa occasione sono molti gli chef ed i giornalisti che, coordinati da Masakatsu Ikeda (giornalisti residente da tanti anni a Firenze), hanno voluto rendere omaggio alla battaglia che si sta combattendo in Italia contro la malattia, sia nella società civile, che nel settore enogastronomico, duramente colpito dalla crisi.

Tra i volti noti che si sono fatti immortalare, i premiati  Takeshi Fukuyama (La Maison de la Nature Goh, No.40), Takanori Nakamura (responsabile Giappone 50Best) e Yusuke Takada (La Cime, No.10, Chef’s Choise Award 2020), Natsuko Shoji (Ètè, Asia’s Best Pastry Chef 2020), Luca Fantin (Bvlgari, Il ristorante Luca Fantin, No.17) e Fabio Testa, General Manager Yoshihiro Murata (KIKUNOI, Icon Award 2020) oltre a Yusuke Namai (Ode, No.35).

Un piccolo omaggio che significa molto, un gesto di solidarietà che fa sentire meno soli

© Riproduzione riservata

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

19 − sei =