Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Da Bari a Città del Messico a passo “Adelante”. Sarà Davide Mitacchione a rappresentare l’Italia nell’ultimo atto della Bacardi Legacy in Centro America a fine maggio. Dopo la semifinale di Granada, martedì 6 marzo è stato il teatro Quirinetta di Roma a fare da sfondo alla finale del sud Europa dell’ultima edizione della competition targata Bacardi, prima del grande evento conclusivo. Ciascuna delle tre nazioni in gara presentava i suoi migliori bartenders (tre per Francia e Italia, due per Spagna e Portogallo), che si sono contesi la possibilità di volare a Città del Messico a maggio per la finale mondiale.

La giuria, composta tra gli altri dal formatore e consulente di bartending Gianni Zottola, ha decretato come miglior azzurro Davide Mitacchione, del Luau Tiki di Bari. “Gli italiani hanno presentato senza alcun dubbio la miglior offerta di cocktail” ha detto Zottola. “Hanno utilizzato elementi molto difficili da abbinare, senza però trascendere nell’eccesso”. Mitacchione farà quindi parte dell’ultimo atto della Bacardi Legacy in Centro America, a fine maggio. Insieme a lui, la tappa di Roma ha visto vincere Jimmy Cassar (Francia), Emmanuel Otero (Spagna) e Rafael Silva (Portogallo). In palio c’è la possibilità di vedere la propria creazione ottenere il certificato di signature drink Bacardi Legacy.

Da sx Emmanuel Otero, Federico Silva, Jimmy Cassar, Davide Mitacchione

Incalzati dai coinvolgenti microfoni dei maestri di cerimonia Maurizio La Spina (Brusco, Napoli) e Giuseppe Baldi (trapiantato a Barcellona), i contenders si sono alternati in due tranche, intervallate da un break per il pranzo, coordinato dall’azienda Creativa. Il marchio Bacardi ha griffato la sala con calore e tinte accattivanti, con il distintivo pipistrello a vegliare sulla competizione. Due minuti di mise en place a disposizione di ogni bartender, prima di altri sette utili per presentare il prodotto, la sua storia e la propria filosofia. Si sono mescolati ingredienti classici e innovativi (arguto il sale al tartufo di Cassar), sapori decisi a toni più delicati.

Mitacchione ha superato la concorrenza dei connazionali Fabrizio Candino (Palermo) e Carola Abrate (Torino), unica donna in gara nell’intera giornata. La ricetta vincente è stata “Adelante”, una rivisitazione in chiave italica del classicissimo Mojito. “Dedico questo successo a mia nonna. È stata lei a sostenermi durante un periodo durissimo. È lei che mi ha sempre spinto ad andare avanti, Adelante!”. Di seguito le proposte dei bartenders azzurri:

Carola Abrate (La Drogheria – Torino) – Resilience 

  • Bacardi Carta Blanca
  • Cabenet Sauvignon
  • Lime juice
  • Sciroppo di arancia e rosmarino
  • Pepe nero
Resilence – Carola Abrate

Fabrizio Candino (Palermo – Botteghe Colletti) – Ithaca

  • Mandarino
  • Limone
  • Liquore al bergamotto
  • Bacardi Carta Blanca
  • Amaro al cardamomo
  • Profumo di fiori d’arancio
  • Zest di mandarino
Ithaca – Fabrizio Candino

Davide Mitacchione (Bari – Tiki Lua) – Adelante

  • Lime
  • Zucchero
  • Bacardi Riserva 8
  • Salsa Worchester
  • Basilico
  • Prosecco
Adelante – Davide Mitacchione

+info: www.bacardilegacy.com/

© Riproduzione riservata

caffepagato.com - Il tuo bar a portata di App - Ancora non sei affiliato?

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

diciotto + uno =