Pinterest LinkedIn

In data 28 agosto 2013, il Consiglio di Amministrazione di Pernod Ricard presieduto da Danièle Ricard, ha approvato i dati finanziari dell’anno 2012/2013. Nonostante lo scenario economico meno favorevole rispetto all’anno precedente, il Gruppo Pernod Ricard ha ottenuto ottimi risultati, in linea con gli obiettivi finanziari annunciati. Le vendite sono cresciute del 4% portandosi a € 8.575 milioni (imposte e tasse escluse), di cui € 5.065 milioni nei mercati maturi e € 3,510 milioni nei mercati emergenti

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Il risultato operativo corrente si è attestato a +6%, in linea con gli obiettivi fissati; il margine operativo ha registrato la migliore crescita degli ultimi tre anni, grazie all’effetto combinato di un continuo miglioramento della qualità dei prodotti (premiumisation) e un buon controllo delle risorse. Ù I mercati emergenti hanno mantenuto una crescita a due cifre, nonostante un rallentamento nel secondo semestre, soprattutto in Cina. I mercati più maturi sono rimasti stabili : forte crescita negli Stati Uniti (+8% (1)) e flessioni nei mercati francese e spagnolo. La “Top 14” dei marchi Pernod Ricard ha continuato a trainare la crescita . Con un considerevole +5%, questi brand sono cresciuti più rapidamente rispetto alla media del Gruppo (+4% . Questo risultato è dovuto in particolare alle ottime prestazioni ottenute dai marchi Jameson e Martell e dalla crescita del settore white spirit.

Premiumisation e innovazione sono rimasti i driver di crescita del Gruppo, come è testimoniato dal rapporto prezzo/mix ancora molto favorevole (+5% per la Top 14. I marchi Premium hanno infatti aumentato la loro quota di vendite dal 73% al 75%. La notevole diminuzione di 635 mln di euro dell’indebitamento finanziario netto è dovuta a un flusso di cassa più alto rispetto all’anno precedente. Alla fine di giugno 2013, il rapporto debito netto / EBITDA è sceso a 3,5 . “Nonostante uno scenario economico meno positivo rispetto a quello dello scorso anno, abbiamo rispettato le previsioni e raggiunto gli obiettivi prefissati” ha commentato Pierre Pringuet, Amministratore Delegato del Gruppo. “La nostra presenza globale ed equilibrata tra mercati emergenti e maturi ci consentirà di cogliere tutte le opportunità. Per questo siamo fiduciosi nella nostra capacità di continuare a crescere”.

 

Grossisti importatori distributori bevande alimentari Banchedati Database excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Tabella Campi records Industria Alimentare e Ingrosso

 

Infoflash/Pernod Ricard

Pernod Ricard, quotato alla borsa di Parigi, è nato dalla fusione delle società Pernod e Ricard avvenuta nel 1975. Impiega oltre 18.000 persone in 80 filiali nel mondo e possiede 113 siti produttivi. Il Gruppo produce e distribuisce 93 milioni di casse da 9 litri di spirits e 29 milioni di casse da 9 litri di vini. Fanno parte del Gruppo i marchi Ramazzotti, Havana Club, Absolut Vodka, Chivas Regal, Wyborowa, Ballantine’s, The Glenlivet, Jameson, Ricard, Malibu, Martell, Beefeater, Kahlúa, Jacob’s Creek, Montana, G.H. Mumm, Perrier-Jouët.

 

Infoflash/Pernod Ricard Italia

Pernod Ricard Italia è il risultato dell’evoluzione e trasformazione delle Distillerie Fratelli Ramazzotti, un’azienda fondata nel 1815 e cresciuta costantemente fino a diventare leader sul mercato italiano. Con circa 162 dipendenti e 65 agenti, Pernod Ricard Italia ha un fatturato totale di circa 230 milioni di euro di cui 36 derivano dal fatturato estero.

 

+info: :ufficio stampa Pernod Ricard Italia ilaria.selvaggini@closetomedia.itfrancesca.pollio@closetomedia.it

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

dodici + 9 =