Pinterest LinkedIn

L’Assemblea Generale di Cantine Riunite & Civ ha approvato il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 luglio 2015. La cooperativa, che conta oggi più di 1.800 soci produttori di uve e sedici cantine associate in Emilia-Romagna, Veneto e in altre regioni d’Italia, chiude l’esercizio con ricavi complessivi per 219 milioni di euro, contro i 203 del precedente esercizio, confermando così la propria leadership nel segmento del Lambrusco e del Pignoletto, e in quello del Prosecco e dei vini frizzanti veneti prodotti nelle proprie Cantine Maschio di Treviso.

riunite-&-civ-banner-uva

Il patrimonio netto ammonta a 150,3 milioni di euro, pari al 45,3% delle fonti mentre IL cash-flow si è portato a 14,4 milioni, con un miglioramento della Posizione Finanziaria Netta di 2,7 milioni di euro. Il risultato d’esercizio evidenzia un utile di 5,5 milioni di euro, destinati a riserva. Il gruppo ha assicurato un’ottima remunerazione per i viticoltori che nella vendemmia 2014 avevano conferito 805.000 quintali di uve, per le quali è stato  riconosciuto un prezzo medio di riparto di 46,37 € per quintale. Un importante contributo a questo risultato proviene da Cantine Maschio che, con un incremento delle vendite dell’8,6%, oggi rappresenta circa il 40% del fatturato complessivo dell’azienda, grazie anche all’eccellente andamento dell’export del Prosecco.

Per quanto riguarda l’export tra i paesi esteri, si pongono in maggiore evidenza gli Stati Uniti, dove il Lambrusco Riunite ha avuto un incremento delle vendite di circa il 20%, grazie anche al lancio di un nuovo packaging e a investimenti significativi in comunicazione e “in store promotion”; bene le vendite anche in Francia (+16%) e in Centro e Sud America.. Si prevede che il Gruppo di appartenenza (GIV & Riunite) chiuderà il 2015 con un fatturato consolidato che supererà i  540 milioni di euro

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

RIUNITE & CIV

Cantine Cooperative Riunite nasce nel 1950 dall’unione di 9 Cantine Sociali della Provincia di Reggio Emilia, 11 anni dopo altre 4 Cantine Sociali della provincia di Modena seguono la stessa strada e fondano il Consorzio Interprovinciale Vini (CIV). Le due realtà, cresciute attraverso i valori della cooperazione, sentono nei primi anni del nuovo secolo la necessità di associarsi in un unico consorzio per poter rispondere alle esigenze del mercato in modo sempre più completo ed efficiente. Fu così che nel Settembre 2008 fu fondata Cantine Riunite & Civ, diventando il fulcro della produzione di lambrusco e la seconda azienda vitivinicola di Italia. Un capitolo importante fu scritto nel 2002, quando Cantine Riunite acquistò Cantine Maschio, consolidando così la posizione come azienda leader dei vini frizzanti. A partire dal 2009 la cooperativa Riunite & Giv  è diventata socio di controllo della spa Gruppo Italiani Vini, dando così vita al supergruppo GIV & Riunite che, con oltre 540 milioni di fatturato aggregato, si pone ai vertici dell’industria enologica italiana e tra i più grandi player dell’industria enologica mondiale.

+info: www.riuniteciv.com/info@riuniteciv.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

tredici + 3 =