0
Pinterest LinkedIn

Nell’anno più duro per la coltivazione delle castagne in tutta Italia, falcidiate dal clima e dai parassiti delle piante, noi di Birra Amiata vogliamo celebrare e difendere questo frutto della terra e della tradizione con un evento unico nel suo genere. Unendo gusto, bellezza e convivialità con il sostegno alle produzioni tipiche del nostro territorio.

Annuario Birre Italia Birritalia Beverfood.com
Annuario Birra Italia Birritalia beverfood.com
La sera del 27 novembre 2014 in 35 Pub di tutta Italia si svolgerà il “Bastarda Rossa Day” . In tutti i Pub aderenti sarà possibile degustare la Birra “Bastarda Rossa” prodotta con il 20% di castagne IGP del Monte Amiata cotte su un fuoco di legni aromatici e poi aggiunte nella fase di ammostamento della birra per conferire aromi e sapori unici.
Durante la serata, oltre alla nostra birra, gli avventori troveranno le castagne IGP del Monte Amiata arrostite o bollite, il tradizionale “Castagnaccio” toscano e non mancherà una sorpresa per le ragazze: il primo concorso di bellezza “Miss Bastarda Rossa”… per le rosse di tutte le età.
La Bastarda Rossa, prima creazione dei Mastri Birrai Claudio e Gennaro Cerullo, prende il nome dall’omonima varietà di castagna del Monte Amiata.
Nel 2011 ha vinto il Mondiale della Birra a Strasburgo e nel 2014 la sua variante Bastarda Doppia (con il 40% di castagne) ha ricevuto il riconoscimento di Birra Slow nella Guida Birre d’Italia di Slow Food. La Bastarda Rossa è anche una birra a bassissimo contenuto di glutine, che recentemente ha ricevuto la menzione speciale al Concorso nazionale dedicato alle birre senza glutine, promosso dall’Associazione “Non solo glutine”.
Birra Amiata, birrificio artigianale toscano di Arcidosso premiato con la “Chiocciola” da Slow Food (Birre d’Italia 2014), nasce nel 2006 per promuovere il territorio amiatino e le sue eccellenze a partire dalla castagna locale, con la quale produce ben cinque tipologie di birra: Bastarda Rossa, Bastarda Doppia, Bastarda Nera, Vecchia Bastarda, Suor Bastarda e Marronbona.

BIRRA AMIATA
Dal 2006 produce birra “viva” perché non pastorizzata e non microfiltrata, con metodi artigianali, ma soprattutto con passione ed ispirazione. Mira all’eccellenza qualitativa e quindi al costante miglioramento dei propri processi, sempre però nell’ottica della genuinità e della tradizione. Le birre prodotte, tutte equilibrate e gradevoli, hanno un anima che racconta il territorio da cui provengono e la passione di chi le produce. Tra le materie prime l’acqua della sorgente del Fiora è talmente pura che non necessita di particolari trattamenti ed è una risorsa fondamentale con la quale si può produrre qualsiasi tipologia di birra. Grazie ad alcune collaborazioni con importanti aziende agricole sul territorio nazionale, produce anche con orzi di provenienza toscana e marchigiana. Tra le specialità di Birra Amiata la linea di birre alle castagne del Monte Amiata (Bastarda Rossa, vincitrice di una medaglia d’oro al Mondial de la biere nel 2011, Bastarda Doppia, Vecchia Bastarda). Nell’ultima Guida alle birre d’Italia di Slow Food 2013 sono menzionate 4 birre: Bastarda Doppia (birra slow) Contessa (birra quotidiana) Cinabro e Drago della Selva (grandi birre). Birra Amiata produce anche in conto terzi ed è presente con i propri marchi Birra Amiata e Birra del Buttero e con la linea di ricerca e sviluppo “Amiata Lab”. Birra Amiata è distribuita in Italia da Vino & Design che su Roma è affiancata da Garo Alimentare e Domus Birrae. Birra Amiata è importata anche in Giappone, USA, Svezia e Canada. Maggiori info su www.birra-amiata.it

+info. birra-amiata@birra-amiata.it – marketing@birra-amiata.it
Tel. 340 5809128

Locandina-Brday

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

quattro × due =