Pinterest LinkedIn

Il gruppo danese Carlsberg, il terzo più grande gruppo birraio al mondo, ha reso noti i risultati economici e finanziari dell’esercizio 2022 che chiude in forte crescita dei volumi (+5,7%) e dei ricavi (+ 15,6% ).

I PRINCIPALI RISULTATI DEL 2022:

  • Crescita organica dei volumi 5,7% con oltre 102 Mni Hl di birra prodotti in tutto il mondo.
  • Sviluppo organico dei volumi in Europa occidentale +5,4%, Asia +10,3% ma difficoltà in Europa centrale e orientale -0,1% (esclusa Ucraina +4,9%).
  • Crescita dei volumi dei marchi premium internazionali: Carlsberg +14%, Tuborg 9%, Grimbergen +11% e Somersby +1%. 1664 Blanc -4% influenzato dai minori volumi in Ucraina e Cina.
  • Birre analcoliche in Europa Occidentale +7%; totale birre analcoliche esclusa Ucraina +1%.
  • Crescita organica del fatturato 15,6% Crescita dei ricavi segnalata del 16,9% a 70.265 milioni di corone danesi.
  • Crescita dei prezzi: Fatturato/hl +9%, con forte crescita in tutte le regioni.
  • Dal 1° gennaio 2022 il mercato russo non fa più parte del gruppo a causa del disinvestimento produttivo realizzato in questo Paese
  • Crescita organica dell’utile operativo 12,2%
  • Crescita dell’utile operativo che riflette la ripresa on-trade in Europa occidentale e la forte performance in Asia, in particolare nel primo semestre, parzialmente compensata dall’aumento dei prezzi delle materie prime e dei costi dell’energia.
  • Crescita dell’utile operativo riportata del 13,2% a 11.470 milioni di corone danesi. Margine operativo 16,3%.
  • Utile netto riportato di DKK -1.063 milioni, influenzato da svalutazioni di DKK 10.735 milioni.
  • Aumento dell’utile netto rettificato del 39,6% a 9.694 milioni di corone danesi.
  • L’utile rettificato per azione è aumentato del 43,6% a 69,3 corone danesi. Per le operazioni continue, aumento del 23,9% a DKK 55,7.
  • Flusso di cassa libero DKK 9.884 milioni.

 

ASPETTATIVE DI GUADAGNO 2023

Il 2023 sarà un altro anno impegnativo. A causa della copertura continua nostra e dei nostri fornitori, gli aumenti dei prezzi delle materie prime e dell’energia dello scorso anno avranno un impatto significativo sul nostro costo delle vendite e sui costi logistici del 2023. Intendiamo compensare i costi più elevati in termini assoluti attraverso la determinazione dei prezzi, il mix e una continua attenzione ai costi. Sebbene la birra sia stata storicamente una categoria di consumatori resiliente, i prezzi più elevati in combinazione con un’inflazione generalmente elevata potrebbero avere un impatto negativo sul consumo di birra in alcuni dei nostri mercati, in particolare in Europa.

Lo sviluppo della guerra in Ucraina e l’impatto sulla nostra attività rimangono altamente incerti, così come la ripresa del COVID-19 in Cina, compresa la riduzione dei consumi durante le celebrazioni del Capodanno cinese.

L’ampia gamma di indicazioni riflette queste significative incertezze per il 2023. Di conseguenza, le indicazioni per il 2023 sono:

  • Sviluppo organico dell’utile operativo da -5% a +5%.
  • Sulla base dei tassi di cambio a pronti al 6 febbraio, ipotizziamo un impatto di conversione di circa DKK -550 milioni per l’intero anno.

 

LE VALUTAZIONI DEL CEO

Il CEO Cees ‘t Hart afferma: “Il Gruppo ha ottenuto una solida serie di risultati per il 2022 grazie a uno sforzo impressionante da parte dei nostri dipendenti in tutto il Gruppo e alla continua buona esecuzione della nostra strategia. Gli alti guadagni e la fortissima generazione di cassa sono stati raggiunti nonostante molte sfide, tra cui la guerra in Ucraina, l’aumento dei prezzi dell’energia e delle materie prime e l’impatto della pandemia, in particolare in Asia. “Durante tutto l’anno, una priorità fondamentale è stata la sicurezza e il benessere dei nostri colleghi ucraini, la cui resilienza, coraggio e forza ci hanno colpito profondamente.  “Il 2023 sarà un altro anno impegnativo, ma la salute strategica, organizzativa e finanziaria della nostra azienda è forte e siamo fiduciosi che la nostra cultura orientata allo scopo e alla performance guiderà la creazione di valore sostenibile a lungo termine.  “SAIL’22 ha guidato con successo il nostro viaggio dal 2016. Salpando per i prossimi cinque anni, la nostra nuova strategia, SAIL’27, continua l’ambiziosa direzione strategica a lungo termine per il Gruppo. Nell’ambito di SAIL’27, il nostro programma ESG potenziato, Together Towards ZERO and Beyond, fissa traguardi ambiziosi per il 2030 e il 2040″.

+info: www.carlsberggroup.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

16 − 8 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina