Pinterest LinkedIn

Parte martedì 22 novembre il primo degli appuntamenti sulla formazione di livello, una serie di masterclass sul gelato artigianale, grazie alla partnership tra Città del Gelato Training Lab e l’IISS Agrario Alberghiero Basile Caramia Gigante di Alberobello. Si tratta per la prima volta che in un istituto alberghiero vengono una serie di corsi di gelateria e pasticceria, aperti agli studenti anche di altri istituti e a professionisti del settore.

 

Città del Gelato, l’azienda di Noci nata nel 2012 per sostenere le gelaterie italiane nel loro sforzo di miglioramento della qualità e per far crescere l’immagine nel mondo del gelato artigianale italiano, ha realizzato un laboratorio, completo e altamente innovativo, di gelateria e pasticceria con disponibilità fino a 200 posti. Il progetto è nato con l’intento di formare le nuove generazioni di gelatieri del territorio, oltre alle masterclass, Città del Gelato curerà anche i corsi di primo, secondo e terzo livello per gli allievi di pasticceria dell’Istituto Alberghiero, per portare attenzione sul tema del gelato di qualità e nel corso dei prossimi mesi, tanti saranno i temi trattati e i professionisti, che racconteranno la propria esperienza e condividere il proprio know-how.

“Nell’ambito dei corsi di pasticceria, nelle specializzazioni degli istituti alberghieri, non esisteva, fino ad oggi, una specifica sezione destinata alla gelateria e alla pasticceria nelle gelaterie “- racconta Angelinda Griseta Dirigente scolastica dell’IISS Agrario Alberghiero Basile Caramia Gigante “Per tale ragione, accogliere un professionista così affermato nel settore a scuola è un’occasione che non potevamo mancare. Offrire ai ragazzi la chance di usare attrezzature professionali di primo livello, al fianco di chef, gelatieri e pasticcieri di grande caratura, vuol dire mettere un tassello in più nella cura delle nuove generazioni e quindi, nel nostro futuro”.

Tra questi Andrea Mainardi, mattatore de “La prova del cuoco”, Leonardo Dicarlo, pioniere della “pasticceria scientifica” e Massimiliano Scotti, già miglior gelatiere d’Europa per il Gambero Rosso e uno dei personaggi più interessanti nell’ambito della cultura del gelato. Sarà proprio Scotti a condurre la prima masterclass “Il panettone in gelateria” che partirà il 22 novembre. Un punto di partenza per valorizzare il lievitato più famoso d’Italia, il panettone, lavorando su come arricchirlo nell’impasto e come trovare nuovi e sempre più interessanti modi di proporlo. Scotti sarà affiancato da Eustachio Sapone, maestro pasticciere premiato con il suo panettone “Pugliettone”. Scopo dare ai gelatieri e ai pasticcieri, sia quelli in erba che già professionisti, gli strumenti migliori per realizzare prodotti di gelateria accattivanti anche durante i mesi invernali e ovviamente, realizzare abbinamenti molto particolari in grado di incuriosire il consumatore.

 “Trovarsi a lavorare con un istituto scolastico e, in particolare, di questo istituto che è sia alberghiero che agrario, vuol dire moltissimo per un’azienda come la nostra” – racconta Giovanni Carucci, Presidente di Città del Gelato – “Non solo riuscire a dialogare con i professionisti del settore attraverso le Masterclass e i docenti preparatissimi, ma riuscire a fornire ai ragazzi, alle nuove generazioni, una formazione pratica e di qualità che permetta loro di essere consapevoli delle sfide del domani. Lo facciamo creando una connessione tra gli studenti, i gelatieri professionisti che partecipano alle masterclass e i docenti invitati, player di primo livello nel campo della gelateria e della pasticceria fredda. Per noi di Città del Gelato, aver allestito un vero e proprio Training Lab all’interno di questa scuola professionale, vuol dire anche dare una espressione più completa ai nostri valori che passano dalla cultura delle materie prime, dall’autenticità e si esprimono attraverso prodotti, in particolare la nostra linea premium Eccellenze Contadine, che realizziamo con ingredienti provenienti esclusivamente da fornitori selezionati di una filiera tracciata e sostenibile: presidii Slow Food, DOP e IGP. Queste sono le nostre Farm”.

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo No. 3 London Dry Gin - Food is the Key - importato e distribuito da Pallini

Scrivi un commento

sei + nove =