Pinterest LinkedIn

I macro-numeri recati dall’export di vini e mosti nel 1° semestre dell’anno sono incoraggianti. Le esportazioni del comparto raggiungono infatti, nel periodo, la quota di 3.434,3 milioni di euro, con un +15,6% sul 1° semestre 2020 e, quel che più conta, con un +10,7% sui 3.101,8 milioni esportati nel 1° semestre 2019, fuori dall’effetto pandemia.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Significativo il fatto che il citato +15,6% in valore dei vini, nel confronto 1° semestre 2021/20, si confronta con un +5,8% in quantità. Ne esce un apprezzamento indicativo sul 2020 di 9,8 punti del valore unitario esitato all’estero.

L’export di aceto raggiunge nel 1° semestre 2021 la quota di 138,5 milioni, con un +3,4% sullo stesso periodo 2020 e un +12,8% sui 122,8 milioni esportati nel 1° semestre 2019.Diversamente dal vino, l’export di aceto si apprezza in modo del tutto marginale sul 2020: il citato +3,4% in valore si confronta infatti con un +3,1% in quantità.

L’export di acquaviti e liquori del 1° semestre raggiunge quota 700,0 milioni, con un aumento del +25,5% sullo stesso periodo 2020 e un +9,9% sui 636,9 milioni esportati nel 1° semestre 2019.  L’apprezzamento 2021/20 del valore unitario mediamente esportato dal comparto è praticamente nullo: il citato +25,5% in valore si confronta infatti, nel periodo, con un +25,4% in quantità.

I tre comparti sono accomunati, in ogni caso, dai robusti spunti espansivi dell’export nel confronto col 1° semestre 2019. Gli aumenti emergenti si muovono infatti nella forcella fra il +9,8% dei vini e il +12,8% dell’aceto.

 

Grossisti importatori distributori bevande alimentari Banchedati Database excel xls csv Dati Indirizzi e-mail Tabella Campi records Industria Alimentare e Ingrosso

 

LE DESTINAZIONI

Su questo fronte spiccano alcuni spunti. Nel comparto dei vini e mosti primeggia il Nord America. Gli USA mostrano infatti aumenti pari al +18,8% nel confronto col 1° semestre 2020 e del +16,6% col 1° semestre 2019. Mentre il Canada segue con spunti, rispettivamente, del +13,2% e del +16,9%.  Clamorosa la crescita della Corea, che sale dalle retrovie con accelerazioni del +158,5% e del +171,5%, rispettivamente, sul 1° semestre 2020 e sul 1° semestre 2019.Significativa la performance di uno sbocco importante come i Paesi Bassi, con aumenti semestrali sul 2020 e 2019, rispettivamente, del +18,9% e del +34,1%. Importante anche la crescita della Russia, con aumenti del +43,5% e del +38,7% sui consueti due semestri 2020 e 2019. Appariscente, ma priva di spinta di fondo, la dinamica della Cina, che cresce del +77,0% sul 1° semestre 2020, ma appena del +2,6% sul 1° semestre 2019. Altri paesi si distinguono per dinamiche espansive solide, nel biennio. Fra questi: Australia, Ucraina, Lituania, Singapore e Taiwan. I primi tre sbocchi del comparto (Stati Uniti, Germania e Regno Unito) coprono il 50,5% dell’intera torta dell’export di comparto.

Sul fronte dell’aceto la spinta complessiva si concretizza soprattutto sull’arco biennale: il confronto 1° semestre 2021/20 genera infatti un limitato +3,4%, mentre più corposo risulta quello sul 1° semestre 2020/19, con un +12,8%.  Corea, Cina, Norvegia, Nuova Zelanda e Cile sono i paesi che mostrano, a livello biennale, le dinamiche più vistose. I primi tre sbocchi (Stati Uniti, Germania e Francia) coprono il 55,6% dell’intero export del comparto.

Nel perimetro delle acquaviti e liquori, con riferimento ai maggiori sbocchi, le performance migliori e più omogenee, nel biennio, appartengono a Stati Uniti, Australia e Cina. Seguono, fra le altre, le performance di: Romania, Croazia, Israele, Bulgaria, Lituania, Cile, Slovenia e Corea.I primi tre sbocchi (Stati Uniti, Germania e Regno Unito) coprono il 53,3% dell’intero export del comparto.

+info: www.federvini.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Io sono Coralba BLUE. Sono armoniosa ed equilibrata, un’emozione al primo sorso!

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina