Tag

Crescita

Browsing

Sanpellegrino, azienda di riferimento nel settore delle acque minerali e delle bibite non alcoliche, cresce nel mercato della distribuzione automatica in Italia con un incremento dei volumi del 22,3% tra gennaio e settembre 2022, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, superando i valori pre-pandemia. Una performance estremamente positiva anche comparata all’intero comparto del vending che ha registrato una crescita del 14,2% rispetto al 2021.

Se il trend di crescita sarà mantenuto l’export agroalimentare italiano nel mondo supererà i 60 miliardi nel 2022 segnando un vero e proprio record storico, anche se a preoccupare sono gli effetti del conflitto in Ucraina, con i rincari energetici che stanno colpendo produzione e consumi a livello globale, mentre la Commissione Ue propone un price cap dinamico e temporaneo al gas per ridurne la volatilità delle quotazioni. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat sul commercio estero relativi ai primi otto mesi del 2022 che evidenziano un balzo del +20% nonostante la guerra scatenata dai russi e le tensioni internazionali sugli scambi mondiali di beni e servizi.

Secondo l’ultimo rapporto IsmeaLa Bilancia dell’agroalimentare italiano”, l’andamento delle spedizioni nazionali continua a risultare molto positivo nonostante la crisi energetica e l’aumento dei costi di produzione delle aziende. Anche nei primi sette mesi del 2022, infatti, la corsa made in Italy agroalimentare sui mercati esteri non ha subito battute d’arresto, dopo aver raggiunto nel 2021 lo storico traguardo di 52 miliardi di euro.

Dopo il successo della prima edizione, la manifestazione “Oltrepò Terra di Pinot” passa sotto l’egida del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese. Una scelta giusta e necessaria per Francesca Seralvo, terza generazione di Tenuta Mazzolino: “L’evento è nato dopo che per anni noi produttori ci siamo incontrati per confrontarci con l’obiettivo di migliorare. Abbiamo sentito la necessità di “presentarci” tutti insieme. Oggi siamo felici di essere stati affiancati da un ente in grado di promuovere a 360° il territorio come il Consorzio Tutela Vini Oltrepò, con cui lavorare in sinergia per diventare un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale.”

Un’annata soddisfacente per quantità e sorprendente per qualità. Secondo le previsioni vendemmiali dell’Osservatorio Assoenologi, Ismea e Unione italiana vini, presentate oggi al Mipaaf, la siccità e il caldo record di quest’anno non hanno compromesso il vigneto Italia che, all’avvio della campagna vendemmiale, promette uve di qualità dal buono all’ottimo, con una quantità in linea con la media delle ultime annate. A garantire la tenuta del prodotto finale, oltre alle provvidenziali piogge di agosto, il lavoro straordinario di ricerca e applicazione dei produttori su una vite sempre più resiliente alle avversità climatiche e metereologiche. Secondo i dati presentati oggi alla presenza, tra gli altri, del ministro e del sottosegretario alle Politiche agricole, Stefano Patuanelli e Gian Marco Centinaio, la produzione 2022 dovrebbe infatti attestarsi intorno ai 50,27 milioni di ettolitri di vino, la stessa quantità dello scorso anno (50,23 milioni di ettolitri di vino il dato Agea 2021) e a +3% rispetto alla media del quinquennio 2017-2021, anche se rimane cruciale l’andamento meteorologico delle prossime settimane. Condizioni climatiche favorevoli alla maturazione delle uve potrebbero infatti far virare le previsioni in segno positivo, mentre un clima inadatto per le varietà tardive influirebbe negativamente sul prodotto vendemmiale.

A livello globale, nel secondo trimestre, crescita dei volumi del 3,4%, crescita dei ricavi dell’11,3%, crescita dell’EBITDA normalizzato del 7,2%. A livello europeo i marchi premium e superpremium costituiscono oltre il 50% dei ricavi. In Italia crescita a valore dell’1,2%. Corona e Leffe guadagnano 0,1 punti percentuali di quota volume [Dati Nielsen].

Il Gruppo Celli, azienda specializzata nella progettazione e produzione di impianti e accessori per l’erogazione di bevande, annuncia di avere finalizzato l’acquisizione strategica del 70% del capitale di Uqido srl. L’acquisizione, la seconda nel 2022 e l’undicesima in sette anni, rappresenta un ulteriore passo strategico del Gruppo Celli che si pone l’obiettivo di guidare la transizione digitale e tecnologica dell’industria del beverage, fornendo al mondo dell’erogazione nuove esperienze di interazione digitale e di consumo.

Nei 12 mesi 2021 ricavi in crescita del 37% a € 3.221,6 milioni (+24,3% a perimetro omogeneo); e utile netto a € 311,1 milioni, in crescita del 55,4%, e pari al 9,7% dei ricavi con posizione finanziaria netta positiva per € 425,1 milioni, in miglioramento di € 197,1 milioni. I risultati dell’anno 2021 includono il consolidamento per l’intero anno del gruppo Capital Brands e, solo a partire dal 1°Aprile, del gruppo Eversy.

I macro-numeri recati dall’export di vini e mosti nel 1° semestre dell’anno sono incoraggianti. Le esportazioni del comparto raggiungono infatti, nel periodo, la quota di 3.434,3 milioni di euro, con un +15,6% sul 1° semestre 2020 e, quel che più conta, con un +10,7% sui 3.101,8 milioni esportati nel 1° semestre 2019, fuori dall’effetto pandemia.

Nel secondo trimestre del 2019 la fiducia dei consumatori italiani sale a quota 69 punti, +1 punto rispetto al trimestre precedente. In crescita su base trimestrale anche la media mondiale (+1 punto, da 106 a 107). Il continente europeo mostra l’incremento maggiore (+4 punti, da 83 a 87 trimestre su trimestre), nonostante la scivolata del Regno Unito, che da 98 punti arriva a 94.