Pinterest LinkedIn

Bollicine di Franciacorta sugli scudi, il 2022 si apre con buone notizie dalla denominazione lombarda che ha concluso il 2021 in crescita con un record di vendite e ha sfondato il muro delle 20 milioni di bottiglie. Numeri importanti se confrontati con il 2020, un anno orribile come noto per il segmento dei vini di qualità molto esposti nel settore ho.re.ca, il 2021 è stato il momento di svolta con tassi di crescita esponenziali, un picco tra aprile e maggio di addirittura il 200%.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Un anno positivo nonostante l’incertezza dei primi mesi, vissuti ancora in condizioni di forte restrizione su bar e ristoranti, a partire dal mese di marzo 2021 si è aperto un quadrimestre con il segno più. Un trend che ha visto anche le vendite del secondo semestre superiori rispetto a quelle dell’anno precedente, portando ad una chiusura del 2021 con una crescita in volumi pari al 28,3%. Dati confortanti anche se rapportati rispetto all’anno 2019, in cui non erano presenti fattori esogeni ad influenzare le vendite, riportano una sostanziale crescita, con un tasso positivo del 15,5%.

“Dopo un 2020 in cui abbiamo visto una riduzione significativa dei consumi fuori casa e cercato di a contenerne l’impatto, nel 2021 siamo riusciti a realizzare risultati molto positivi soprattutto a partire dalla primavera, nonostante in diversi mercati le restrizioni fossero ancora presenti e le notizie non fossero sempre rassicuranti”- commenta il Presidente del Consorzio Franciacorta, Silvano Brescianini – “La capacità di contenere gli effetti negativi e sfruttare in maniera completa i periodi positivi ci rassicurano sulla qualità e la forza della nostra denominazione, anche per il futuro”.

L’export pari al 10,3% della denominazione, a livello di singole nazioni vede la Svizzera confermare il proprio primato, rappresentando il 22,2% dell’export totale (+22,1% sul 2020 e +28,5% sul 2019). Seguono gli Stati Uniti che rappresentano il 12,4% del totale export (+71,7% sul 2020 e +8,4% sul 2019), il Giappone (11,9% del totale export), la Germania (8,3% del totale export) e il Belgio (5,4% del totale export). Durante l’anno passato le attività di tutela e promozione in Italia e nei principali mercati target esteri non si sono mai interrotte compatibilmente con la situazione contingente, la speranza per il 2022 è di poter riprendere con costanza anche le attività in presenza. Non mancano idee e progetti oltre a collaborazioni importanti, come quella con Michelin, che vede la Franciacorta come “destination partner” della prestigiosa Guida, che qui presenterà per tre anni consecutivi le sue stelle ed i protagonisti dell’eccellenza culinaria italiana, con il coinvolgimento di chef e sommelier professionisti, veri ambasciatori delle peculiarità enogastronomiche italiane.

Confermate anche per il 2022 le partnership che vedono il Franciacorta Official Sparkling Wine di appuntamenti prestigiosi come le fashion week milanesi di Camera Nazionale della Moda, la corsa delle 1000Miglia, evento simbolo della tradizione e della competitività italiana e bresciana che quest’anno transiterà sul territorio e l’accattivante appuntamento di Versilia Gourmet. Ripartiranno anche i Festival Itineranti Franciacorta che quest’anno faranno tappa nelle città di Palermo, Milano e Roma. Sul territorio ci sarà poi l’atteso Festival in Cantina di settembre, evento che da anni raccoglie numerosi turisti provenienti da tutta Italia e dall’estero strutturato su due weekend (10-11, 17-18 settembre) per accogliere i tanti visitatori e wine lovers e di godere dell’esperienza Franciacorta in completa sicurezza.

INFO www.franciacorta.net

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

San Benedetto Energy Drink Super Boost - il supereroe dell'energia!

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina