Pinterest LinkedIn

Le catene di caffè del Regno Unito hanno registrato una forte crescita delle vendite e degli outlet negli ultimi 12 mesi nonostante siano state colpite dall’aumento dell’inflazione e dei costi energetici. Tuttavia, le vendite totali rimangono al di sotto dei livelli pre-pandemici poiché gli operatori sono alle prese con l’inflazione, l’aumento dei costi energetici e il cambiamento dell’affluenza dei consumatori.

 

 

Project Café UK 2023 rileva che il mercato delle caffetterie a marchio del Regno Unito da 4,9 miliardi di sterline ha registrato una crescita delle vendite dell’11,9% negli ultimi 12 mesi. I punti di vendita sono invece cresciuti del 4,4% per raggiungere 9.885 punti vendita. il caffè come lusso accessibile nonostante la crisi del costo della vita.

Il report rileva inoltre che:

· Costa Coffee, Greggs e Starbucks sono le più grandi catene di caffetterie di marca nel Regno Unito per punti vendita

· Il latte rimane la bevanda da caffetteria preferita nel Regno Unito, con il prezzo medio di una porzione da 12 once che è aumentato di £ 0,33 pence (11,3%) a £ 3,25 negli ultimi 12 mesi

· Le principali catene di caffè affinano le strategie per perseguire punti vendita drive-thru, vicinato e negozi di formato più piccolo

 

 

Le catene di caffè del Regno Unito hanno registrato una forte crescita delle vendite e dei punti vendita negli ultimi 12 mesi nonostante siano state colpite dall’aumento dell’inflazione e dei costi dell’energia a causa degli effetti persistenti della pandemia, della guerra in Ucraina e della politica del governo incoerente. Anche la carenza di personale, esacerbata dalla Brexit, rimane una sfida chiave: più di tre quarti dei leader del settore intervistati non sono d’accordo e si sentono più positivi riguardo all’impatto della Brexit sull’ospitalità rispetto a un anno fa.

Solo il 37% dei leader del settore intervistati dal World Coffee Portal ha indicato che le condizioni commerciali sono positive, in calo rispetto al 56% di 12 mesi fa. Nel frattempo, il 61% ha concordato che la crisi del costo della vita ha già avuto un impatto negativo sulla propria attività. Tuttavia, nonostante le pressioni inflazionistiche abbiano spinto tutte le principali catene di caffè ad aumentare i prezzi nell’ultimo anno – con il prezzo medio di un latte da 12 once che è aumentato di £ 0,33 pence (11,3%) a £ 3,25 – l’aumento complessivo delle vendite indica che i consumatori del Regno Unito considerano ancora il caffè fuori-casa un lusso accessibile durante la crisi del costo della vita.

 

 

Le catene di caffè di marca più grandi hanno generalmente registrato una ripresa delle visite nell’ultimo anno, ma circa la metà degli operatori intervistati ha indicato che le visite devono ancora riprendersi completamente ai livelli pre-pandemia, in particolare nei centri urbani. Le principali catene di caffè del Regno Unito hanno risposto al cambiamento dei modelli di consumo investendo in nuovi canali di vendita, tra cui drive-thru, delivery, self-service e negozi di formato più piccolo. Gli operatori stanno anche cercando di mantenere bassi i costi operativi e di prodotto e percepiscono la consapevolezza dei prezzi come la tendenza dei consumatori più importante al momento.

Il mercato del caffè drive-thru nel Regno Unito è cresciuto del 17,6% raggiungendo 696 siti nell’ultimo anno. Il leader del mercato drive-thru, Costa Coffee, ha aggiunto 41 siti negli ultimi 12 mesi per raggiungere 316, con Starbucks che ne ha aggiunti 14 per raggiungere 284 e Tim Hortons che ha più che raddoppiato la sua presenza drive-thru per raggiungere 55 sedi. World Coffee Portal prevede che il mercato delle caffetterie a marchio del Regno Unito supererà i 10.200 punti vendita nel 2024 e supererà gli 11.600 negozi entro gennaio 2028. Si prevede che le vendite supereranno, i 6,4 miliardi di sterline entro il 2028, con una crescita del 5,6% CAGR.

PROJECT CAFÉ UK 2023

È l’analisi annuale definitiva del World Coffee Portal sul dinamico mercato delle caffetterie di marca nel Regno Unito. Presenta le ultime dimensioni e proiezioni del mercato, analisi dei prezzi, profili dei marchi, tendenze dei consumatori basate su oltre 50.000 sondaggi e approfondimenti del settore basati su oltre 150 consultazioni con leader aziendali senior.

Evidenziando la crescente popolarità di questi canali di vendita, il 53% dei consumatori britannici intervistati ha ordinato da una macchina self-service premium negli ultimi 12 mesi, con il 9% che ha acquistato da un drive-thru durante l’ultima visita al bar. Tuttavia, il 56% dei consumatori intervistati ha indicato di preferire il servizio al banco, con la percentuale di coloro che hanno ordinato in anticipo almeno una volta negli ultimi 12 mesi che è scesa dal 35% al ​​27%.

Il Regno Unito rimane attraente per le catene di caffè internazionali nonostante le sfide economiche

Nonostante le sfide commerciali in corso relative all’inflazione, alle persistenti ricadute del Covid, alla Brexit e alla prospettiva di recessione nel 2023, le catene internazionali di caffè di marca continuano a investire nel Regno Unito.

Il canadese Tim Horton’s, che è entrato per la prima volta nel mercato del Regno Unito nel 2017, ha aggiunto 35 punti vendita per raggiungere 72 negozi. Dopo aver fatto il suo debutto nel Regno Unito nel giugno 2022, la catena statunitense di caffè speciali Blank Street si è rapidamente espansa e ora gestisce 12 negozi a Londra.

Anche la Cooks Coffee Company, con sede in Nuova Zelanda, continua ad espandersi nel Regno Unito con le sue catene di caffè Esquires e Triple Two. Nel frattempo, il colosso della caffetteria sudcoreana Paris Baguette, che gestisce circa 4.000 negozi in tutto il mondo, ha aperto il suo primo negozio nel Regno Unito a Londra nell’ottobre 2022. Anche il Coffee Planet di Dubai ha annunciato piani di crescita a breve termine per il Regno Unito.

Il mercato delle caffetterie di marca nel Regno Unito ha solide basi per una crescita a lungo termine

Con una previsione di recessione nel Regno Unito per un anno nel 2023 e le caffetterie che hanno già aumentato significativamente i prezzi, vi sono preoccupazioni all’interno del settore che il commercio nel prossimo anno sarà ancora più duro che durante la crisi finanziaria globale del 2008.

Tuttavia, con il caffè del Regno Unito cultura saldamente radicata e le dimensioni e la forza del mercato fuori casa ben consolidate, ci sono pochi segnali che i consumatori stiano riducendo in modo significativo il consumo di caffè fuori casa a causa della crisi del costo della vita.

Commentando i risultati del rapporto, il fondatore e CEO di Allegra Group, Jeffrey Young, ha dichiarato: “La nostra ricerca mostra la profondità dell’attrattiva che le caffetterie di marca sia di qualità che di convenienza hanno sui consumatori di tutto il Regno Unito. Il mercato delle caffetterie a marchio del Regno Unito è ora fortemente scambiato dopo il Covid, tuttavia, la carenza di personale, l’inflazione strutturale – compresi gli aumenti dei prezzi dell’energia e dei prodotti alimentari insieme a un inasprimento del reddito disponibile dei consumatori – significa che il successo sarà trovato tra gli operatori che possono mantenere un’offerta impeccabile con un’esecuzione perfezionata“.

Per acquistare il rapporto o per fare una richiesta, contattare:

Ruth Thompson, Commercial Executive
rthompson@allegra.co.uk
+44(0)20 7691 8800

+info: www.worldcoffeeportal.com/
www.worldcoffeeportal.com/Latest/News/2023/January

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Scrivi un commento

16 + 7 =