Pinterest LinkedIn

Territorialità della rete distributiva sui mercati esteri e nuovi progetti all’insegna di qualità e tradizione: ecco le linee strategiche del Gruppo Italiano Vini, che Roberta Corrà (cfr foto a lato), nuovo direttore generale dell’azienda veronese, ha recentemente illustrato alla stampa. Nei suoi primi sei mesi di monitoraggio della vasta realtà del Giv ma anche di avviamento di nuove attività, la nuova DG ha proceduto innanzitutto alla riorganizzazione della rete commerciale estera, puntando sulla territorialità e scegliendo country manager locali in stretto e costante contatto con la casa madre.

bolla-prosecco

“Abbiamo deciso di cambiare strategia rafforzando il nostro radicamento in mercati con le società nostre all’estero come in Usa e Canada ma anche nostri rappresentanti diretti» ha dichiarato la Corrà a www.l’arena.it . Il Giv segna all’estero il 74% dei 348 milioni del fatturato consolidato e il 26% viene realizzato in Italia. «In Italia, soprattutto nel settore grande distribuzione e ristorazione », continua Corrà, «stiamo consolidando la nostra presenza e quest’anno le cose stanno andando abbastanza bene».

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

Ma sul tavolo ci sono anche nuovi progetti e idee. «Stiamo investendo su nuovi progetti», precisa, «prima di tutto lo sviluppo di linee di prosecco docg a marchio Bolla in vendita da settembre per festeggiare i 10 anni di ritorno del marchio veronese in Italia e a Verona». La scelta è arrivata anche grazie alla positiva collaborazione con la Carpenè Malvolti, che si concluderà il prossimo 31 agosto, e dopo i successi ottenuti all’estero con i propri Prosecco Bolla e Lamberti. Per celebrare i 10 anni della cantina Bolla dalla sua acquisizione dall’americana Brown-Forman, il Giv presenterà infatti un nuovo Bolla Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg destinato al canale off-trade. Il Giv inoltre ha in cantiere, sempre per il prossimo autunno, un docg Santi e una lista dei migliori vini prodotti dalle sue 15 cantine: una sorta di «Grand Cru o Première Cru» del Giv da promuovere e far conoscere.

+info: www.larena.it/stories/Economia/1234714_giv_nuova_rete_commerciale_allestero_e_attenzione_al_bio/

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

quindici + dieci =