0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Che il Bio in Francia sia un’elemento trainante del mercato non è ormai più una novità, ma che addirittura le grandi catene retail arrivino a concepire delle private label di birra biologica è sintomatico di quanto il fenomeno sia ormai diffuso.

Il primo è stato Systeme U, già nel 2017, seguito da Leclerc che aveva addirittura proposto una birra Bio e Gluten Free ( prodotta dal birrificio Goudale, composta da ingredienti provenienti da agricoltura biologica, incluso malto d’orzo e deglutinizzata grazie all’aggiunta di enzimi durante la fermentazione) l’anno seguente.

A fine 2019 si sono uniti a questo trend anche Carrefour e Intermarché. Il primo    ha lanciato il suo marchio di birre biologiche chiamato Organic Beer. Presentato in un pack di sei bottiglie da 25 cl, è prodotto a Bénifontaine nel Pas-de-Calais dal birrificio Castelain. Tutte le materie prime agricole utilizzate nella sua composizione sono certificate di origine biologica. La confezione di questa birra bionda da 4,5 ° evoca il mondo delle birre artigianali con le parole “birrificio artigianale” e uno sfondo che imita il legno.

Intermarché invece ha proposto la sua, sotto il marchio Kingsbräu. Questa bionda puro malto è disponibile in una confezione da 6 x 25 cl realizzata con fibre riciclate, ed è realizzata da  dal birrificio alsaziano Licorne, con sede a Saverne.

 

© Riproduzione riservata

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

due × 2 =