Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Food | 847 letture

Leggerezza al potere: Ciro Salvo, il principe della pizza

Ciro Salvo - 50 Kalò
Ciro Salvo – 50 Kalò

Ciro Salvo 50 Kalò Principe Ciro Pizza Leggerezza Potere Salvo Napoli

A cura di

© Riproduzione riservata


Se avesse deciso di proseguire la tradizione familiare, senza metterci un grammo di sé, Ciro Salvo avrebbe comunque ottenuto un successo sufficiente per serenità e soddisfazione: dal diploma al forno, con addosso l’odore e la passione della nonna che per prima aveva aperto una pizzeria a Portici, dove nel 1839 veniva inaugurata la prima rete ferroviaria d’Italia, che la collegava con Napoli della cui area metropolitana è oggi parte. Ci ha impegnato studio, dedizione, ricerca invece, per trasformare il cibo più popolare del mondo in un prodotto unico, grazie a una enorme, minuscola chiave di volta: l’ingrediente più semplice.

L’acqua. Una goccia in più rispetto al normale, una quantità quasi non tangibile che Ciro aggiunge al suo impasto rendendolo sensibilmente, quello sì, più leggero, avvolgente, digeribile. È la base a fare la differenza, il disco di pasta che apparentemente accomuna qualsiasi tipologia di pizza, a maggior ragione nei tempi attuali in cui l’attenzione viene posta sui topping a tratti deliranti delle soluzioni gourmet. Il piedistallo su cui la proposta di Salvo poggia con delicatezza, pur conservando un impatto sensoriale travolgente: dai profumi agricoli ed equilibrati della sua 50 Kalò con scarole saltate, capperi e olive, al calore squisito che sa di casa e tradizione della Pizza e Patate, versione piatta della pasta tipica del centro di Napoli: una crema perfetta che richiama appunto patate fresche, provola leggermente affumicata, pepe, pomodorino. Fino al vero metro di giudizio per una pizzeria, la Margherita: quasi regale nella definizione delle macchie di fiordilatte, rese non convenzionali da una generosa spolverata di parmigiano. Fantasia semplice.

Piazza e patate – 50 Kalò

L’acqua, per l’appunto. La stessa, o quasi, che riflette il sole del Golfo di Napoli oltre gli scafi di Mergellina, a dieci passi da 50 Kalò, il ristorante di Ciro Salvo, che già dal nome trasuda storia e tradizione: nella cabala napoletana il numero 50 rappresenta il pane, l’impasto, che i pizzaioli storicamente definiscono kalò (dal greco per buono) quando soddisfa i loro standard. Filosofia della qualità quindi, che Salvo, Ambasciatore della pizza napoletana nel mondo per Slow Food, rintraccia anche a rischio di andare controcorrente, inserendo una strepitosa lista di vini in una carta segnalata dalla Guida Michelin, con oltre sessanta etichette, dai rossi campani allo champagne; senza tralasciare ovviamente la materia prima, che sia la farina 00, l’olio extravergine d’oliva o il lievito esclusivamente di birra. Solo prima classe, spesso legata al suo territorio, di cui è innamorato.

Aperto nel 2014, a 50 Kalò e Ciro Salvo sono bastati pochi mesi per far alzare le sopracciglia di mezzo mondo, che non solo li elogia e li coccola come meritano, ma li accoglie oltreconfine: la pioggia di riconoscimenti e copertine (Gambero Rosso 2013, NY Times 2014) è solo il preludio degli ultimi trionfi, risalenti ad appena pochi mesi fa. La Margherita di Ciro è la Pizza dell’Anno 2018 secondo 50 Top Pizza, quanto basta per la spinta decisiva verso la conquista dell’estero: lo scorso luglio, Salvo ha inaugurato 50 Kalò Londra, nella Trafalgar Square che è cuore e anima della capitale britannica. Dalla pizzeria della nonna al tetto d’Europa. Bastava una goccia d’acqua in più.

50 Kalò – Londra

© Riproduzione riservata

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Napoli Pizza Ciro Salvo Principe Potere Leggerezza Ciro 50 Kalò Salvo

Tags/Argomenti: , , ,

ARTICOLI COLLEGATI:

A Host 2019 le tendenze più hot diventano business tra innovazione, formazione ed eventi imperdibili

08/11/2018 - Dal boom della ristorazione stellata negli hotel fino alla pasticceria e caffetteria che si fa movida incontrando la mixology: il fuoricasa è in gran fermento per rispond...

Birra Kbirr partner dell’Accademia Maestri Pizzaioli Gourmet

07/11/2018 - Birra Kbirr, la birra artigianale 100% napoletana, è partner dell’Accademia Maestri Pizzaioli Gourmet, progetto senza scopo di lucro di Giuseppe Vesi, che si pone l’obiet...

Il piacere del vero espresso in capsule e cialde è con Caffè Roko

05/11/2018 - I dati parlano chiaro: il mercato dell’automatico e del monoporzionato in Italia sono in netta crescita. Il consumo del caffè passa sempre più attraverso la praticità di ...

Metti una sera a cena con i Borbone…

05/11/2018 - Vent'anni tondi di matrimonio, festeggiati in uno dei luoghi più evocativi della famiglia. Carlo e Camilla di Borbone, discendenti della dinastia che contribuì a rendere ...

Pizza e Vino, Gambero Rosso premia l’audacia di ZenZero. Ecco come nasce la Miglior Carta d’Italia…

18/10/2018 - Quante volte si dice che il futuro dell’Italia deve ripartire da imprenditori coraggiosi e giovani audaci? E quante volte queste frasi sembrano frutto della pura retorica...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

18 − 16 =