Pinterest LinkedIn

Secondo una ricerca di Prinova, i consumatori si rivolgono a tè, caffè e bevande energetiche per ridurre l’assunzione di alcol. Il rapporto suggerisce inoltre che un numero ancora maggiore di bevitori – soprattutto quelli più giovani – ridurrebbe il consumo di alcolici se fosse disponibile una gamma più ampia di bevande analcoliche salutari.

Per esplorare le tendenze attuali nel settore delle bevande, Prinova, fornitore leader di premiscele e miscele su misura, ha intervistato 1277 consumatori europei fisicamente attivi. Oltre quattro persone su dieci (42,5%) hanno affermato di aver ridotto il consumo di alcolici negli ultimi tre anni, a fronte di solo il 15% che ha riferito di aver aumentato tale consumo. I consumatori tra i 25 e i 34 anni erano quelli più inclini a segnalare una diminuzione nel consumo di alcol.

Tra coloro che hanno ridotto il consumo di alcol, la maggior parte ha optato per bevande considerate più salutari, come caffè, tè, acqua naturale e succhi di frutta o frullati, mostrando preferenze che differiscono in base all’età, al sesso e alla località geografica. I consumatori oltre i 65 anni erano cinque volte più propensi rispetto alla media a incrementare l’assunzione di bevande a base di latte, mentre la birra analcolica risultava significativamente più apprezzata tra le fasce d’età più mature rispetto alla generazione Z.

Più di un terzo degli uomini (35%) che hanno diminuito il loro consumo di alcolici ha, di conseguenza, aumentato l’assunzione di bevande energetiche. L’energia si è rivelata essere il principale beneficio per il benessere ricercato nelle bevande salutari, superando l’importanza dell’idratazione e del recupero muscolare post-allenamento.

Nel gruppo di persone che non aveva ridotto il proprio consumo di alcol, più della metà ha affermato che sarebbe propensa a farlo se fosse disponibile una gamma più ampia di bevande salutari. Questo era particolarmente vero per i millennials, con una percentuale del 64%.

Quando è stato chiesto quali ingredienti cercassero principalmente nelle bevande salutari, il 65% degli intervistati ha indicato le vitamine e il 48% i minerali. Anche le proteine vegetali hanno ottenuto un punteggio elevato come ingrediente desiderabile nelle bevande, superando sia la frutta che le proteine del siero di latte. Altri fattori che influenzano l’acquisto di bevande salutari includono l’economicità, gli ingredienti naturali, la fiducia nel marchio e gli ingredienti con benefici scientificamente provati.

James Street, Direttore Marketing Globale presso Prinova, ha dichiarato: “I consumatori stanno sempre più rivalutando il loro rapporto con l’alcol, che si tratti di diventare astemi o semplicemente di moderarne l’assunzione. Tuttavia, la nostra ricerca suggerisce anche che molti altri sarebbero persuasi a fare lo stesso se potessero sostituire l’alcol con alternative salutari attraenti. Data la crescente esigenza del mercato e la gamma sempre più vasta di ingredienti funzionali all’avanguardia disponibili, è evidente che ci sono ancora enormi opportunità per l’innovazione nel settore delle bevande funzionali.”

Con il più grande inventario al mondo di vitamine singole per uso alimentare e come fornitore leader di vitamine B e C, Prinova può aiutare i produttori a creare bevande con micronutrienti di qualità superiore. Le sue altre soluzioni includono enduracarb®, un “doppio zucchero” a lento rilascio ideale per bevande energetiche e bevande per la nutrizione sportiva, e AlphaTeaTM, una soluzione 100% naturale per bevande funzionali derivata dall’estratto di tè verde.

Per i risultati completi della ricerca, scarica il White Paper da tinyurl.com/8u2knyb6

+info: www.prinovaglobal.com/eu/en

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia 23-24 Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

20 − dodici =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina