0
Pinterest LinkedIn

Equipaggiare ogni macchina con sensori innovativi e, al tempo stesso, compatibili con l’impiantistica esistente. Questa la strategia per tradurre in pratica i principi e le opportunità di Industria 4.0, “una sfida di lungo termine per la manifattura globale”.

 

Annuario Bevitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Acque Minerali Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

Così commenta Vezio Bernardi, General Manager della Divisione Closures&Containers di Sacmi, in una recente intervista rilasciata durante l’ultima edizione della fiera CBST di Shanghai. “L’obiettivo Industry 4.0 è al centro degli investimenti del Gruppo Sacmi negli ultimi anni. Grazie alla possibilità di dotare non solo le nuove macchine, ma anche gli impianti Sacmi esistenti, di avanzati sensori finalizzati all’acquisizione dei dati di processo, i nostri clienti hanno la possibilità di realizzare l’upgrade di tutto l’installato, integrando perfettamente le nuove funzioni sull’intera linea produttiva”.

Sacmi fondata nel 1919 e cresciuta negli anni al fianco dei nascenti distretti italiani della ceramica e del packaging, oggi non è solo un’azienda globale leader nei business storici di attività, ma ha acquisito anche una posizione di primo piano, a partire dagli anni 2000, nelle forniture per l’industria del beverage. Si inserisce in questo contesto, al termine di quasi un secolo di storia aziendale orientata all’innovazione continua, l’attenzione per le tematiche legate a Industry 4.0, da leggere, sottolinea Vezio Bernardi, come una “serie di strategie per offrire ai nostri clienti prodotti e servizi innovativi, accompagnandoli nelle opportunità di questa nuova rivoluzione industriale che da anni è al centro delle politiche di sviluppo del Gruppo Sacmi. La possibilità di integrare perfettamente i nuovi sistemi sulle linee esistenti – aggiunge – consente di realizzare una complessiva ottimizzazione della produzione, individuando in anticipo le potenziali criticità, favorendo ripetibilità del processo ed efficienza d’impianto”..Sono la riconoscibilità sul mercato della nuova gamma di macchine Sacmi, insieme all’applicazione di successo al settore beverage-packaging del supervisore Sacmi H.E.R.E. (Human Expertise for Reactive Engineering) le prove concrete dell’azione di Sacmi in questa direzione. “La gamma di presse a compressione CCM per la produzione di capsule e la piattaforma IPS per la produzione di preforme con la tecnologia dell’iniezione si sono distinte sul mercato, in confronto a soluzioni alternative, per le migliori caratteristiche di produttività, bassi consumi e versatilità”.

Oltre a ciò, osserva il Direttore Generale della Divisione Closures&Containers del Gruppo, Sacmi ha saputo affrontare e risolvere con successo alcune criticità come la differente efficienza media tra le diverse fasi produttive della linea beverage. “Con il magazzino Sacmi CPB-Link – sottolinea Vezio Bernardi – si realizza la perfetta sincronizzazione tra il processo di produzione della preforma e della capsula, migliorandone la logistica e abbattendo i costi di sanificazione grazie alla riduzione delle movimentazioni. Questo – aggiunge – consente anche di aprire ulteriori ed inedite opportunità di integrazione a valle con i processi di soffiaggio, riempimento e labelling”. Un esempio, l’ultima innovazione in gamma, Sacmi HeroBlock, la soluzione “all-in-one” che combina soffiaggio, riempimento, tappatura ed etichettaggio e include tutti i sistemi di ispezione in linea, oltre ad avanzati servizi di ingegneria dell’impianto.

Alla base di ogni politica orientata all’implementazione di nuove soluzioni Industry 4.0, l’integrazione impiantistica è poi stata accompagnata, di recente, con l’implementazione di H.E.R.E., il controllore d’impianto che offre una serie di vantaggi chiave a partire dalla possibilità di interfacciare il supervisore con l’ERP del cliente. Un nuovo approccio alla gestione della produzione e del magazzino che si accompagna all’obiettivo, in fase avanzata di implementazione, di dotare tutte le macchine di avanzati sistemi di autodiagnostica e manutenzione predittiva, accanto ai servizi di assistenza remota garantiti dal Global Network Sacmi ovunque nel mondo, 7 giorni su 7.

 

Annuario Coffitalia Caffè Italia Scarica Gratis
Annuario Coffitalia Beverfood Caffè Italia torrefazionii aziende indirizzi Scarica Gratis in versione PDF

 

Consentire al cliente di ottenere il massimo dalle nostre macchine è l’obiettivo principale di questi servizi –  spiega Vezio Bernardi – superando anche le inevitabili criticità che l’interconnesione globale pone dal punto di vista della protezione dei dati personali e confidenziali. Stiamo facendo ogni sforzo per offrire al cliente le massime garanzie, tramite la stipula di accordi di riservatezza che impongono l’utilizzo dei dati raccolti dalle macchine ai soli fini del miglioramento del loro funzionamento e dell’efficienza generale del processo”.

Se il futuro di Industry 4.0 è in gran parte ancora da scrivere – osserva Vezio Bernardi – lo sviluppo di questi servizi ha già imposto una rivoluzione nel modo di intendere l’assistenza al cliente. Per parte di Sacmi, questo cambiamento si è tradotto nella scelta di costituire una vera e propria Divisione “Customer Care” che include l’approccio 4.0 come target prioritario e gestisce in modo coordinato tutti i servizi di analisi dei dati, diagnostica e manutenzione predittiva, servizi di training e formazione al cliente.

Questi servizi – conclude il Direttore Generale Closures&Containers – sono pensati per agevolare il cliente nella formazione all’utilizzo ed alle potenzialità delle nuove macchine sia prima, sia durante e dopo la vendita. Si tratta per noi di un fattore di competitività strategica nonché di arricchimento reciproco per stare al passo con l’innovazione continua imposta da Industry 4.0. Del resto, accompagnare il cliente verso l’ultima frontiera dell’innovazione è la mission del Gruppo sin dalla fondazione e vede oggi più che mai al centro, per potenzialità e prospettive, il settore beverage&packaging”.

 

+INFO:

www.sacmi.it

The Sacmi recipe for bringing the 4.0 revolution to packaging and beverage

 

Equipping every machine with sensors that are innovative and, at the same time, compatible with existing plant engineering. This, then, is the strategy for translating the principles and opportunities of Industry 4.0 into practice. “We’re talking about a long-term challenge for global manufacturing”, stated Vezio Bernardi, General Manager of Sacmi’s Closures&Containers Division, in an interview given during the last edition of the CBST fair in Shanghai. “In recent years, Industry 4.0 has been at the very core of the Sacmi Group’s investment plans. Since it’s possible to equip not just new machines but also existing Sacmi systems with advanced process data acquisition sensors, our customers can upgrade all their installed machines and integrate new functions seamlessly along the entire production line”.

Sacmi was founded in 1919. Over the years it grew alongside the nascent Italian ceramic and packaging districts. Today, it is not only a global leader in its core businesses but has, since the turn of the century, gone on to become a leading provider to the beverage industry. It is against this backdrop that, after nearly a century of continuous innovation, we are now focusing on Industry 4.0. The latter, points out Vezio Bernardi, should be seen as a “series of strategies aimed at providing our customers with innovative products and services, guiding them towards opportunities that stem from a new industrial revolution which has been at the core of the Sacmi Group’s development policies for years. The ability to integrate new systems seamlessly on existing lines”, he adds, “allows overall optimization of production, identification of potential problems in advance and enhanced process repeatability and plant efficiency”.

The market’s recognition of the new Sacmi machine range, together with the successful application of the Sacmi H.E.R.E. (Human Expertise for Reactive Engineering) supervisor, provides clear evidence of the soundness of Sacmi’s strategy in this regard. “The range of CCM cap-making compression presses and the IPS injection-technology preform production platform have enjoyed market popularity because, compared to alternative solutions, they provide better productivity, lower consumption and greater versatility”.

Additionally, observes Mr. Bernardi, Sacmi has successfully tackled and resolved certain critical issues such as differences in average efficiency levels between the various stages of the beverage production line. “With the Sacmi CPB-Link magazine”, he points out, “perfect synchronization between the preform and capsule production processes is achieved, thus improving logistics and lowering sanitation costs thanks to reduced handling requirements. This”, he adds, “also paves the way for unprecedented downstream integration opportunities with the stretch-blowing, filling and labelling processes”. A clear example of this is the latest addition to the range, Sacmi HeroBlock, the all-in-one solution that combines stretch-blowing, filling, capping and labelling and includes all the in-line inspection systems as well as advanced plant engineering services.

Plant integration, which forms the foundations of all 4.0 implementation policies, recently saw the advent of the H.E.R.E. plant controller. The latter offers a series of major advantages, such as the possibility of interfacing the supervisor with the customer’s ERP system. This latest approach to production and inventory management goes hand in hand with the goal – at the advanced implementation stage – of providing all machines with advanced self-diagnosis and predictive maintenance systems, alongside the remote assistance services provided by the 24/7 Global Sacmi Network.

The main goal of such services is to ensure customers gets the most out of our machines”, explains Vezio Bernardi, “and overcome the inevitable issues that global interconnection poses from a personal data protection and confidentiality viewpoint. We’re committed to providing customers with the strongest possible guarantees by drawing up confidentiality agreements that ensure data from machines is used only for the purposes of improving their performance and enhancing general process efficiency”.

While the future of Industry 4.0 has yet to be written, observes Mr. Bernardi, the development of these services has already triggered a revolution in customer assistance. This change convinced Sacmi to set up a true Customer Care Division that makes the 4.0 approach its priority and manages, in a carefully coordinated way, all data analysis, diagnostics, predictive maintenance and customer training services.

These services”, concludes the Closures & Containers General Manager, “have been designed to train up customers and ensure they use the full potential of new machines before, during and after the sale. For us, that means remaining strategically competitive and a mutual learning process that ensures we all keep pace with the continuous innovation being generated by Industry 4.0. Of course, accompanying the customer towards the cutting edge of innovation has been the Group’s mission ever since its founding. Today, more than ever, that mission is focused on the potential and the prospects of the beverage and packaging sector”.

 

+INFO:

www.sacmi.it

 

Scheda e news: SACMI


No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

due × 4 =