Pinterest LinkedIn

Nel 2020, il primo anno della pandemia di COVID-19, nell’UE sono stati sprecati circa 127 chilogrammi (kg) di cibo per abitante. Le famiglie hanno generato il 55% degli sprechi alimentari, pari a 70 kg per abitante. Il restante 45% è costituito da rifiuti generati verso l’alto nella filiera alimentare.

La lotta allo spreco alimentare dei consumatori rimane una sfida sia nell’UE che a livello mondiale. Lo spreco alimentare domestico rappresenta quasi il doppio degli sprechi alimentari derivanti dai settori della produzione primaria e della fabbricazione di prodotti alimentari e bevande (14 kg e 23 kg per abitante; 11% e 18%, rispettivamente), settori in cui esistono strategie per ridurre rifiuti alimentari, ad esempio con l’uso di parti di scarto come sottoprodotti.

Ristoranti e servizi di ristorazione rappresentavano 12 kg di rifiuti alimentari a persona (9%), mentre la vendita al dettaglio e altre distribuzioni di cibo era il settore con la minor quantità di rifiuti alimentari (9 kg; 7%); tuttavia, l’impatto dei lockdown da COVID-19 su questi due settori è ancora in fase di analisi.

L’aumento dei prezzi e le preoccupazioni per la nostra impronta ambientale ci rendono tutti consapevoli di utilizzare le risorse che abbiamo in modo efficiente, riducendo al minimo gli sprechi. Un modo semplice sarebbe aumentare la consapevolezza sulla quantità annuale di rifiuti alimentari che produciamo. I rifiuti alimentari in particolare hanno un elevato impatto ambientale e climatico, in quanto costituiscono un’ulteriore fonte di emissioni di gas serra .

Ulteriori dati sui rifiuti sono inclusi nello strumento di visualizzazione interattiva di Eurostat che mostra le statistiche rilevanti per il Green Deal europeo. Presenta una panoramica di 26 indicatori suddivisi in 3 temi principali: ridurre il nostro impatto sul clima, proteggere il nostro pianeta e la nostra salute e consentire una transizione verde e giusta. Altri dati sulle statistiche sui rifiuti sono disponibili nel quadro di monitoraggio dell’UE per l’economia circolare .

Fonte: ec.europa.eu/eurostat/en/web/products-eurostat-news/-/ddn-20220925-2

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo No. 3 London Dry Gin - Food is the Key - importato e distribuito da Pallini

Scrivi un commento

1 + cinque =