Pinterest LinkedIn

Il Ministero dell’Economia Russo ha adottato misure economiche speciali nei confronti di una serie di beni importati da paesi ostili verso la Russia. Tra questi beni figurano vino, prodotti ittici e componenti edilizi in poliuretano. Le disposizioni, firmate dal Primo Ministro Mikhail Mishustin, saranno in vigore fino alla fine del 2023.

In particolare, i dazi doganali passeranno dal 12,5% al 20% per il vino proveniente da paesi che la Russia non considera amici (in ogni caso non inferiori di 1,5$ per litro). Ciò è dovuto alla crescente produzione nazionale di vino e alla preferenza dei consumatori locali per il vino Russo. Nel 2022, la produzione di questa bevanda alcolica è aumentata di 70 milioni di litri (da 430 a 500 milioni di litri) e gli esperti del settore prevedono un’ulteriore crescita anche anche per il 2023. Allo stesso tempo ci saranno delle opportunità di aumentare  le importazioni di prodotti vinicoli da paesi amici e neutrali, ha dichiarato il Ministero dell’Economia Russo.

Fonte: iz.ru/1549225/2023-07-25/minek-soobshchil-o-stavkakh-vvoznykh-poshlin-na-riad-tovarov-iz-nedruzhestvennykh-stran

 

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

9 − 5 =

Per continuare disattiva l'AD Block

La pubblicità è fondamentale per il nostro sostentamento e ci permette di mantenere gratuiti i contenuti del nostro sito.
Se hai disattivato l'AD Block e vedi ancora questo messaggio ricarica la pagina