Moreno
| Categoria Notizie Vino | 1508 letture

Successo confermato dai dati 2018 per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG 

Export Vini Docg  Crescita Aziendale Successo Conegliano Valdobbiadene Conegliano Confermato Consorzio Di Tutela Del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg Prosecco Valdobbiadene Dati

Export Vini Conegliano Valdobbiadene Successo Confermato Valdobbiadene Docg  Conegliano Dati Prosecco Crescita Aziendale Consorzio Di Tutela Del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg

Oggi a Vinitaly, presso lo spazio della Regione Veneto, sono stati presentati i dati economici della Denominazione Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore per l’anno 2018. L’elaborazione dei dati è stata curata dal CIRVE, Centro Studi di Distretto di Conegliano Valdobbiadene coordinato scientificamente dal Cirve dell’Università di Padova. 

 

L’analisi mostra il raggiungimento dei risultati per i quali da anni la Denominazione sta lavorando su più fronti.
La produzione immessa sul mercato nel 2018 proviene dalla vendemmia 2017, che a causa delle condizioni climatiche è stata più scarsa dell’anno precedente. Questo ha influito sull’aumento del prezzo dell’uva e naturalmente sull’offerta di vino, la cui produzione ha subito una lieve diminuzione vicina all’1% compensata però dalla netta crescita del valore (+3,8%) (figura 1). La produzione complessiva nella Denominazione ha trovato un equilibrio destinando una quota inferiore di vino alle tipologie fermo e frizzante a favore della tipologia Rive (+27,9% a volume e +43,8% a valore) e Superiore di Cartizze (+2,7% a volume e +9,3% a valore) mentre rimane sostanzialmente stabile la produzione di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore (figura 2).

 

“I risultati che presentiamo confermano che la strada della qualità che abbiamo tracciato e stiamo percorrendo ci conduce al traguardo” dichiara Innocente Nardi Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG “Nonostante l’aumento del prezzo gli italiani continuano a scegliere Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, riconoscendo il valore del prodotto. La crescita delle vendite nazionali (+6,3%) e del valore corrispettivo (+12,2%) è la risposta che ci aspettavamo al lungo e impegnativo lavoro per promuovere l’eccellenza di un prodotto che ha origine in un territorio piccolo e impervio, dove la difficoltà tra i filari è compensata dal saper fare e dalla passione di ognuno dei viticoltori”. Prosegue Innocente Nardi “Per tutelare la qualità del prodotto non è più possibile pensare di aumentare la produzione. L’impegno del Consorzio di Tutela a favore della collaborazione tra amministrazioni locali ha portato al NO al glifosato, già esecutivo da gennaio 2019, che ha visto anche i 15 Comuni del Conegliano Valdobbiadene protagonisti di un’innovazione unica. Siamo un laboratorio di sostenibilità ambientale unico in Europa e infatti siamo il territorio agricolo più esteso del continente che ha già bandito il glifosato”.

 

Innocente Nardi Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG

 

Il successo del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore si consolida anche attraverso il raggiungimento di nuovi mercati o l’ampliamento di alcuni di essi.

Lo stato di salute della Denominazione si evince anche dalla vivacità con cui affronta i nuovi mercati. Le nuove frontiere del successo per il Conegliano Valdobbiadene sono: Cina e Hong Kong (+36,6% a volume e 57% a valore); Australia e Nuova Zelanda (+18,5% a volume e l’equivalente a valore); Federazione Russa (+14,8% a volume e 17,2% a valore) Continuano a crescere gli addetti del settore in particolare in vigneto (+7%) (figura 3) a testimonianza della maggiore attenzione alla qualità della materia prima”, afferma Vasco Boatto, responsabile del Centro Studi di Distretto.

 

 

Mentre, si osserva che i paesi che hanno visto una riduzione delle spedizioni sono per lo più i mercati esteri consolidati, ossia quelli nei quali la presenza del prodotto in quantità importanti ha ormai una storicità; da questi mercati è stato verosimilmente ritirato il prodotto collocato a condizioni meno remunerative, senza tuttavia compromettere il presidio del mercato. Fanno eccezione, tuttavia, il Benelux (+ 40,7% a valore) e il Canada (+2,2%). Si tratta di mercati che hanno visto negli anni più recenti un trend di crescita importante che le imprese hanno ritenuto opportuno continuare ad alimentare.

 

Evoluzione dell’offerta nel mercato italiano

 

In Italia il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore ha mostrato una significativa crescita a valore (+7,5%) e a volume (4,9%). Crescita che risulta nettamente superiore alla crescita del mercato degli spumanti che registra un +4,7% a valore e in + 1,2% a volume (figura 4). Nel dettaglio, cresce la Grande distribuzione organizzata, infatti si registra un aumento delle performance delle Centrali d’acquisto che crescono a volume del 10,1% e a valore del 13,3%. In crescita anche la vendita diretta sia a volume (+11,1%) sia a valore (+12%). Nei canali tradizionali, enoteche e horeca, c’è sempre più spazio per le referenze con prezzi più elevati e infatti aumenta nettamente il valore (13,3%) a fronte di una crescita a volume del 3,1% .

 

Modifiche al disciplinare di produzione

 

L’appuntamento al Vinitaly è anche l’occasione per presentare le modifiche al nuovo disciplinare valido dal 2019. La revisione del disciplinare ha avuto l’obiettivo di valorizzare il prodotto, in particolare per quanto riguarda la tipologia Rive. Queste ultime vedranno le superfici atte alla loro produzione modificate in favore dei territori più impervi. Sempre per quanto riguarda le Rive correrà l’obbligo dell’immissione al consumo della tipologia dal 1° marzo dell’anno successivo alla vendemmia. L’aver definito in modo più specifico le caratteristiche della produzione della selezione Rive risponde all’esigenza di ottenere un prodotto di qualità superiore.

Un altro importante intervento riguarda l’inserimento di due tipologie, la prima, “Sui lieviti”, è la definizione che troveremo in etichetta per tutti gli spumanti rifermentati in bottiglia. Questa tipologia recupera la storicità del prodotto e la profondità della storia spumantistica del territorio. La seconda “Extra Brut” risponde alle esigenze dei consumatori il cui gusto sta virando su gradazioni zuccherine sempre meno accentuate.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG

 

È l’ente privato, nato nel 1962, che garantisce e controlla il rispetto del disciplinare di produzione del Prosecco Superiore DOCG. Lo spumante prodotto sulle colline tra Conegliano e Valdobbiadene (TV) ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata nel 1969 e la Denominazione di Origine Controllata e Garantita nel 2009. Il territorio di produzione comprende 15 comuni: Conegliano, San Vendemiano, Colle Umberto, Vittorio Veneto, Tarzo, Cison di Valmarino, San Pietro di Feletto, Refrontolo, Susegana, Pieve di Soligo, Farra di Soligo, Follina, Miane, Vidor e Valdobbiadene. Il Consorzio, attualmente presieduto da Innocente Nardi, ha sede in località Solighetto a Pieve di Soligo, raggruppa 185 case spumantistiche e tutte le categorie di produttori (viticoltori, vinificatori e imbottigliatori). Opera principalmente in tre aree: la tutela del prodotto, la sua promozione e la sostenibilità della produzione, in Italia e all’estero, dove promuove la conoscenza del prodotto attraverso attività di formazione, organizzazione di manifestazioni e relazioni con la stampa.

+Info: www.prosecco.itrenata.toninato@prosecco.it

+ COMMENTI (0)

Beer&Food Attraction 2020, Rimini 15-18 febbraio

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Prosecco Crescita Aziendale Conegliano Valdobbiadene Dati Export Vini Conegliano Successo Consorzio Di Tutela Del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg Docg  Valdobbiadene Confermato


ARTICOLI COLLEGATI:

Export vino italia 2019: nel primo semestre superata la soglia dei 3 miliardi di euro

Export vino italia 2019: nel primo semestre superata la soglia dei 3 miliardi di euro

14/09/2019 - Nei primi sei mesi del 2019, l’export italiano di vino e mosti ha chiuso i conti in maniera soddisfacente. In totale, il settore in volume ha superato i 10 milioni di ett...

Al via il “1924 Prosecco” International Tour di Carpenè Malvolti

Al via il “1924 Prosecco” International Tour di Carpenè Malvolti

11/09/2019 - Dalla metà Settembre partirà il tour internazionale per la presentazione del "1924 Prosecco", il Vino Spumante della Carpenè Malvolti entrato a far parte della produzione...

La Cina chiama, l’Australia risponde: così si alimenta il mercato del vino asiatico

La Cina chiama, l’Australia risponde: così si alimenta il mercato del vino asiatico

05/09/2019 - Una potenza già tale, eppure con un margine di miglioramento ancora estremo. Leader in pressoché qualsiasi settore, la Cina sta iniziando a dominare anche il mercato vini...

Focus export vini frizzanti: dati, trend e scenario di una tipicità italiana

Focus export vini frizzanti: dati, trend e scenario di una tipicità italiana

29/08/2019 - Il titolo del dossier pubblicato dal Corriere Vinicolo "Bolle ad Alta Fedeltà", ci anticipa una serie di trend e di dati per la fotografia di uno scenario che è stato ana...

Con l’arrivo di Boris Johnson in pericolo l’export di Prosecco in UK

Con l’arrivo di Boris Johnson in pericolo l’export di Prosecco in UK

29/07/2019 - Con l’elezione a premier britannico di Boris Johnson sarà il “nemico del Prosecco” a gestire l’uscita della Gran Bretagna dalla Ue alimentando ulteriori preoccupazioni pe...

Export italiano vino: bene il primo trimestre ma non soddisfatte le aspettative

Export italiano vino: bene il primo trimestre ma non soddisfatte le aspettative

08/07/2019 - Dopo la battuta d’arresto del 2018 torna a crescere, l’export in volume di vino. Nei primi tre mesi del 2019, secondo elaborazioni Ismea su dati Istat, sono stati consegn...

Le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono Patrimonio Unesco

Le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono Patrimonio Unesco

08/07/2019 - Da oggi le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene sono il 55° sito italiano “Patrimonio dell’Umanità”. La conferma arriva da Baku, in Azerbaijaan, dove il Com...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

venti + 17 =