Tag

Belgio

Browsing

La nuova collaborazione con la scuola di lingua e cultura italiana “Italyamo” a Wenzhou, nella parte orientale della Cina affacciata sul Mar Cinese, amplia il raggio di azione di Espresso Academy, l’accademia del caffè che oggi ha sedi in Thailandia, Nepal Dubai, Taiwan, Giordania, Egitto, Belgio, Messico, Bulgaria, oltre che in Italia a Firenze (sua sede centrale), Salerno, Cosenza, Cagliari, Treviso, Milano e Roma.

Non ci sono più le Saison di una volta. Non parliamo di mezze stagioni o di bizze del clima, ma di stili birrai. La Saison gode di una fama e riconoscibilità molto ampia, ma a differenza di altri stili classici oggi appare un po’ sulle gambe. Ma che cosa sono le Saison? Per chi non lo sapesse, si tratta di birre ad alta fermentazione, sapore intenso e grado alcolico compreso tra i 5° e 7°. L’origine di queste birre belghe è una storia che parte da lontano nelle zone di campagna, precisamente in Vallonia, dove veniva effettuata un’importante attività agricola e brassicola durante la stagione più fredda in vista della bella stagione. Birre cosiddette stagionali, perché la produzione avveniva principalmente in inverno, per essere pronte da consumare nei mesi più caldi, durante la tarda primavera e l’estate.

Secondo le prime anticipazioni fornite da Theo Vervloet, presidente dell’Unione Birrai Belgi, nel 2010 il consumo di birra in Belgio è diminuito del 2,8% rispetto al 2009.Più esattamente per il 2010 il consumo di birra in Belgio è stimato in 8,44 milioni di hl, contro 8,68 milioni del 2009.Il consumo pro-capite è ora sceso a 79 litri/anno, contro gli 81 litri del 2009.. I dati rilasciati dall’Unione Birrai Belgi indicano un calo più accentuato (-4,4%) nel settore ristorazione e un calo più contenuto (-1,2%) nei negozi al dettaglio.