Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Se si potesse tornare indietro di duecento anni, il gusto, la passione e il metodo sarebbero gli stessi. Vecchia Romagna, il brandy italiano più venduto al mondo, celebra in questo assurdo 2020 il suo secondo secolo di vita, conservando i valori che Jean Bouton portò con sé dalla Francia fino in Emilia. Il regalo di compleanno è in realtà per i consumatori: Riserva Anniversario, rarissima edizione limitata emblema del talento di Vecchia Romagna e del made in Italy di cui il marchio è alfiere.

Un’opera d’arte per il palato e per gli occhi: Riserva Anniversario ricalca il processo produttivo distintivo dell’azienda, l’ormai leggendario Metodo Vecchia Romagna che si è sviluppato a partire dagli appunti manoscritti di Bouton, che risalgono a duecento anni fa. Tre passaggi fondamentali: la doppia distillazione (discontinua “ad alambicco” di tipo Charentais che permette una maggiore concentrazione di tutti gli aromi e profumi del vino d’origine, e continua “a colonna” che dona al distillato purezza e rotondità); l’invecchiamento lento e paziente del distillato in pregiate botti e barrique di rovere; il blending, espressione di tutta l’abilità e l’esperienza di Vecchia Romagna nel selezionare e unire con sapienza solo le acquaviti migliori.

Riserva Anniversario è quindi risultato di un lavoro complesso e ispirato di composizione, una tela dipinta da annate storiche differenti, la cui somma degli anni di invecchiamento è 200. Le pennellate si ritrovano all’assaggio, con un naso pungente e complesso, rispecchiato dal sorso deciso, strutturato grazie a note di frutta candita arrotondate da caffè, spezie e legno. “Siamo fieri di presentare oggi questo capolavoro come simbolo del saper fare italiano, frutto di 200 anni di grande passione, intuizioni e ricerca costante dell’eccellenza che hanno sempre contraddistinto il nostro lavoro”, racconta Marco Ferrari, CEO del Gruppo Montenegro di cui Vecchia Romagna fa parte dal 1999. 

L’eccellenza italiana è dentro e fuori: per impreziosire ulteriormente i festeggiamenti, Vecchia Romagna ha affidato la creazione del packaging ai maestri vetrai di Salviati Venezia 1859: duecento esemplari unici, di forma triangolare, realizzati con la tecnica del vetro soffiato, numerati e firmati a mano singolarmente. Ogni bottiglia è di fatto una scultura irripetibile, dall’enorme valore storico e artistico, oltre che degustativo. Le finiture del quadro arrivano dalla teca: un piedistallo lavorato a mano a partire dalle doghe in legno ricavate proprio dalle pregiate botti in rovere in cui avviene il processo di invecchiamento di Vecchia Romagna. “Con Riserva Anniversario abbiamo voluto esaltare al massimo l’essenza e le caratteristiche di un brandy straordinario come Vecchia Romagna, per proporre qualcosa di veramente eccezionale nel mercato dei brown spirit in Italia e nel mondo”. Buon compleanno, e altri duecento di questi giorni. 

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

uno × uno =