Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

Oggi molti in Italia e non solo parlano di vino naturale. Ma tra i primi a farlo sono stati i “Vini di Vignaioli” di Fornovo di Taro. Un appuntamento sentito da tutto il movimento cosiddetto del “vino naturale”, che in questo paesino sulla Cisa tra Parma e La Spezia ha scritto pagine importanti di un fenomeno che da nicchia si sta trasformando in qualche cosa di più.

vini-di-vignaioli-logo-stilizzato

Merito di Christine Marzani, la signora del vino naturale, che anche quest’anno rinnova l’appuntamento di Vini di Vignaioli per la quindicesima volta. Un incontro di quei vignaioli italiani e francesi che lavorano con vitigni autoctoni e propongono un’interpretazione personale del loro terreno, permetterà a un vasto pubblico di scoprire ed approfondire la conoscenza di questa ricchezza. Sempre ampia la proposta di vini prodotti nel rispetto del vitigno e del terreno, per scoprire una viticoltura che punta all’autenticità e al naturale e apprezzare le qualità gustative, la digeribilità di questi vini. Capire la terra, la vigna ed il vignaiolo significa capire il vino nella sua più autentica dimensione. Ognuno dei vignaioli presenti a Fornovo Taro mette nel vino, oltre alla verità della terra, della vigna e alle competenze tradizionali, anche la propria personalità. Il vino è vera espressione di cultura ed è proprio questo che la manifestazione Vini di vignaioli vuol fare rivivere ai suoi visitatori. Chi ama il vino è tale solo se ha la possibilità ed i mezzi di scegliere, ed è questo lo scopo della manifestazione. Nel corso della settimana precedente Vini di Vignaioli, i locali più dichiaratamente “enocentrici” delle due rive del torrente Parma promuovono insieme una serie di incontri e degustazioni con alcuni dei produttori che partecipano alla manifestazione di Fornovo Taro.

PROGRAMMA VINI DI VIGNAIOLI 2016 Fornovo di Taro

VENERDI 28 OTTOBRE- Bardi – Auditorium San Francesco – Ore 21.00
“Il mare colore del vino”
I Vignaioli Davide Bentivegna, Nino Baracco, Aldo Viola presenteranno i loro vini accompagnati dal Progetto musicale e culturale “Viaggio a Sud” di Annamaria Salvatore (Daniele Mariotti alla chitarra, Manuela Almonte alla fisarmonica ed Emanuele Sgarbi alle percussioni)

SABATO 29 OTTOBRE- Teatro Lenz – Via Pasubio 3/E – dalle ore 11.00 alle 20.00
Emilia Sur Lì
Un mondo di bollicine naturali a Parma. Vini naturali rifermentati in bottiglia dall’Emilia e non solo.
Dalle ore 11.00 alle 13.00: Un confronto sulle pratiche e i risultati in vigna e cantina di questa via ancora poco conosciuta e talvolta vittima di pregiudizio.
L’impatto sul terreno, lo sviluppo della pianta, la frutta che se ne ottiene, il differente approccio e lavoro in cantina e le peculiarità dei vini ottenuti. Il profondo rispetto della terra.
Ne parleremo con: Francesco Iacono-Stefano Pescarmona-Massimiliano Croci-Gianluca Bergianti-Michele Lorenzetti- Pierluigi Gorgoni.

DOMENICA 30 OTTOBRE- Fornovo di Taro – Vini di Vignaioli – ore 12.00
Presentazione del libro: Guida al vino critico 2017 – Storie di vignaioli artigiani in Italia

Guida-al-vino-critico
Guida al vino critico è un viaggio nell’Italia del vino autentico e di territorio: questa annata – 2017 – racconta le storie di 101 vignaioli artigiani, nella prossima edizione altri vignaioli, con un archivio sempre più ricco e completo. Questa guida è una bussola per orientarsi nel mondo del vino contadino, artigiano e critico, che qualcuno oggi definisce vino “naturale”. I principi e le prassi dei vignaioli che raccontiamo si ispirano alle proposte di Luigi Veronelli che a questo movimento dedicò i suoi ultimi anni. 101 vignaioli che meritano di essere conosciuti – magari “camminando” le loro vigne – perché hanno una storia da raccontare: i loro vini sono testimonianza di passione, umanità, rispetto per la terra, rifiuto di ogni omologazione. Il loro non è solo un “vino buono”: è un vino “irripetibile” perché ci dà emozione e ci fa pensare; ma è anche un bene culturale, uno strumento di convivialità, un’espressione del territorio. Un prodotto senza etichette che a volte diventa politico, ribelle, solidale.

Fornovo di Taro – Vini di Vignaioli – ore 15.30
Jonathan Nossiter presenterà il libro “Insurrezione culturale” di Jonathan Nossiter e Olivier Beuvelet (Derive Approdi 2016), accompagnandolo con la proiezione del suo documentario “Desistenza a Milano – un incontro teologico del trecento tra Corrado Dottori, Stefano Bellotti, Stefano Borsa e gli agronomi dell’Università di Milano” (durata: 25 minuti).

LUNEDI 31 OTTOBRE
Fornovo di Taro – Vini di Vignaioli – ore 9.00
Tavola rotonda: “Conoscenza dei suoli attraverso l’approccio delle piante bio-indicatrici. – Viticolture alternative”. Gérard Ducerf, botanico impegnato in campo, formatore e autore (titolare di Promonature), ci farà scoprire ciò che le piante rivelano della vita, delle qualità o dei deficit del suolo, e le possibili interazioni tra di esse e la vite. La relazione in lingua francese sarà tradotta in simultanea da Samuel Cogliati (Possibilia Editore), che sarà anche il moderatore e l’interprete del dibattito che seguirà.
Fornovo di Taro – Vini di Vignaioli – ore 11.50
La dottoressa Rita Vignani (Responsabile settore agronomia della Sèrge-genomics e ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze della Vita Polo Scientifico San Miniato – SIENA) presenterà il suo progetto WDF (WINE DNA FINGERPRINTING):

ELENCO VIGNAIOLI PARTECIPANTI: al seguente link l’indirizzo dei vignaioli partecipanti.
www.vinidivignaioli.com/it-it/vignaioli

INFO
www.vinidivignaioli.com/it-it/

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Aperitivo No. 3 London Dry Gin - Food is the Key - importato e distribuito da Pallini

Scrivi un commento

diciotto + 5 =