Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La tradizione dei rosé in Champagne è molto importante. Storia e metodi di produzione si fondono come uvaggi diversi in assemblaggio. A volte può capitare che una grande maison del calibro di Bollinger, decida che per l’annata 2006 l’unico millesimo in bottiglia sarà un’edizione speciale di Bollinger Rosé.

Siamo stati al lancio ufficiale organizzato giovedì 27 settembre dal Gruppo Meregalli, distributore in esclusiva per l’Italia, nel giardino del Four Seasons di Milano. “Si tratta di un’edizione limitatissima, poco meno di 20.000 bottiglie in tutto il mondo, il 2006 è un millesimo particolare che non verrà scelto per altre tipologia di Champagne, ma è stato scelto solo per questa tipologia di Rosé– le parole di Marcello Meregalli, AD del Gruppo MeregalliUn Rosé più simile a un grande vino rosso che a uno champagne, in questo caso Bollinger ci ha un po’ stupito, ringiovanendo lo stile, c’è un po’ meno dosaggio e l’utilizzo di Pinot Nero della collina di Cotes des Enfantes nel villaggio di Aÿ con una percentuale del 7% ha reso un gusto più fresco”.

Marcello Meregalli presenta Bollinger Rosé Millesimo 2006

www.youtube.com/watch?v=5-66abuDyeE

CHAMPAGNE VINOSO

L’assemblaggio in Champagne è una vera e propria arte. Ogni Maison identifica perfettamente il proprio stile. Nel caso di Bollinger, quando parliamo di Rosé ci troviamo di fronte a uno champagne vinoso, che non significa un difetto, anzi tutt’altro, siamo di fronte a un grande champagne che può sfidare le grandi bottiglie di vino rosso sul loro terreno preferito, l’abbinamento con il cibo. Ci si deve mangiare sopra per capire meglio il Bollinger Rosé 2006, ottenuto dall’assemblaggio dei migliori Grands e Premiers Crus è considerato come uno dei migliori rappresentanti di questa annata vinicola. Solamente 9 crus sono stati selezionati per creare questa particolare cuvée, quando normalmente i millesimi Bollinger ne contano almeno il doppio. 72% di Pinot Noir e 28% di Chardonnay, ma il vero segreto, la vera marcia in più è sicuramente l’aggiunta di un 7% di vino rosso che conferisce a questa cuvée un classico colore rosa salmone. Senza dimenticare l’aspetto fondamentale, quello del tempo, visto che questa cuvée è stata più di dieci anni sui lieviti, un periodo lungo ma essenziale alfine di far esprimere pienamente il carattere di un’annata così singolare. L’annata 2006 ha beneficiato di un clima molto favorevole. Atipico e dai forti contrasti, in particolare caratterizzato da un inverno molto freddo e da un’estate molto calda. Non avendo il suo equivalente in bianco, il 2006 diventa per la Bollinger l’unica edizione limitata dedicata a una Cuvée Rosée.

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

LIMITED EDITION E PACKAGING

Al lancio ufficiale in Italia i presenti, selezionatissimi clienti e giornalisti del settore, sono stati attirati non solo da uno Champagne di livello assoluto, ma anche da un packaging attraente e innovativo. Un cofanetto eccezionale, una novità assoluta nella gamma Bollinger, con un richiamo al Mashrabiyya, ovvero una griglia usata come dispositivo di ventilazione naturale, frequentemente utilizzato nell’architettura tradizionale dei Paesi arabi. Giochi di luce e trasparenza, le lettere si fondono e si intrecciano per creare ulteriore pregio a un prodotto dove il contenitore è importante alla stessa stregua del contenuto, perché a Bollinger questo lo sanno bene che prima di tutto è lo Champagne che conta. Dicevamo di bottiglie limitate, in casa Meregalli sono soddisfatti di questa nuova etichetta e contano di esaurire in pochi mesi quello che potrebbe essere un regalo perfetto da mettere sotto l’albero di Natale.

 

TIPOLOGIA:
Vino Champagne

ZONA PRODUTTIVA:
Aÿ, Avenay, Tauxières, Louvois et Verzenay

VITIGNO:
72 % Pinot Noir, 28 % Chardonnay
Aggiunta solamente del 7% di vino rosso 100% Pinot Noir

COLORE:
Una veste brillante, rosa salmone

PROFUMO:
Inizialmente aromi sottili che si aprono su note di tabacco, cioccolato e caffè. Successivamente si rivelano profumi di fiori secchi e peonie. Sul finale frutta secca e composte specialmente di mela cotogna

SAPORE:
Una rotondezza che rinforza la densità del vino; aromi maturi di frutta e miele. Grande persistenza in bocca con un bel finale e una bella freschezza su note di arancio e corteccia di mandarino

NOTE:
10 anni è il potenziale d’invecchiamento. È il tempo che serve a questo Champagne per far affinare ed esprimere tutto il carattere di un annata singolare

 

+INFO: www.champagne-bollinger.com/

Champagne Bollinger è distribuito in Italia in esclusiva dal Gruppo Meregalli
www.meregalli.com/it/prodotti/wine/produttore-0131/bollinger

© Riproduzione riservata