0
Pinterest LinkedIn

È stata una grande festa un po’ in tutta Italia il 25 maggio scorso, in occasione di Cantine Aperte 2014: un diluvio di vino e di note musicali che ha invaso le cantine e avvolto gli ospiti in visita. Ascoltare musica mentre si beve vino è un’esperienza che, secondo molti, aumenta la piacevolezza della degustazione, tanto che c’è già chi si propone come “sound sommelier” per guidare all’abbinamento musica vino più adatto a ogni degustatore.   (Nella foto il fisarmonicista Marco Lo Russo con Fabrizio Malvicini, vice presidente Cantina Vicobarone)

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

La Cantina di Vicobarone ha raccolto l’invito del Movimento del Turismo del Vino ad abbinare la musica al vino organizzando un concerto veramente speciale. Protagonista è stato Marco Lo Russo, musicista, compositore, direttore d’orchestra e arrangiatore, ma soprattutto strumentista straordinario capace, con la sua fisarmonica, di alternare con abilità le sonorità classiche ai ritmi jazz, la fisicità del tango alle contaminazioni della world music. Noto anche per la collaborazione con Nicola Piovani, premio Oscar per la colonna sonora de “La vita è bella” di Roberto Benigni, nel concerto che si è tenuto domenica 25 maggio alla Cantina di Vicobarone ha eseguito brani e improvvisazioni musicali ispirate proprio al vino e alla convivialità.

 Con la sua musica ha accompagnato la presentazione al pubblico di quattro nuovi vini della Cantina di Vicobarone: Haris, avvolgente spumante rosé da Pinot nero, Prometeo, profumata Bonarda dell’Oltrepò pavese, insieme ai due vini più rappresentativi della viticoltura piacentina, la Malvasia Colli piacentini doc e il Gutturnio doc frizzante, inseriti nel progetto di produzione sostenibile dall’uva alla bottiglia denominato V.I.V.A., in collaborazione con l’Università di Piacenza e il Ministero per l’Ambiente.

 Sul palcoscenico dei fornelli è salito invece lo chef Luca Sbarbada che ha proposto i suoi originali abbinamenti in cantina accompagnando la spuma di salmone fresco e affumicato allo spumante brut rosé Haris, il cheesecake al salame piacentino alla Malvasia Colli Piacentini frizzante, il risotto con “picula ad caval” al Gutturnio doc frizzante e il filetto di maiale servito con noci e nocino alla Bonarda Oltrepò Pavese doc Prometeo. Luca Sbarbada si è esibito anche in uno show cooking in diretta, preparando davanti al pubblico il risotto con “picula ad caval” e il filetto di maiale con noci e nocino.

 A chiosare una giornata dedicata al vino, alla musica e al piacere della degustazione e della condivisione, l’Associazione Onlus “Vivere con lentezza” ha messo il tassello finale. L’associazione, che sostiene varie iniziative ispirate all’aggregazione sociale e al cambiamento dei ritmi di vita, condivide con la Cantina di Vicobarone l’obiettivo di un rapporto più sostenibile con l’ambiente, lo stesso che ispira la filosofia produttiva della Malvasia Colli Piacentini doc e del Gutturnio doc. Dalle ore 15,00 gli associati ne hanno raccontato i cosiddetti “Comandalenti”, compreso quello più vicino a Cantine Aperte che invita a gustare con calma ogni piccolo sorso di vino scelto con amore e cura.

 Contatti Stampa: STUDIO MONTALDO – tel. 0173 213520

fax. 0173 214805 – info@studiomontaldo.itwww.cantinavicobarone.com

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO E ALTRE NEWS CANTINA SOCIALE DI VICOBARONE

Vino-cibo-e-musica-a-Vicobarone

No.3 London Dry Gin - nuova bottiglia disponibile da Marzo 2020 - esclusiva di Pallini

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

19 − 9 =