0
Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La Coca-Cola Company ha annunciato che metterà in pausa tutta la pubblicità digitale su Facebook sulle altre piattaforme dei social media a livello globale per almeno 30 giorni a partire dal prossimo 1° luglio

Questa la dichiarazione di James Quincey, CEO di Coca-Cola Company: “Dedicheremo del tempo a rivalutare i nostri standard e le nostre politiche pubblicitarie per determinare se le revisioni sono necessarie internamente e cosa dovremmo aspettarci dai nostri partner di social media per liberare le piattaforme da odio, violenza e contenuti inappropriati. Faremo sapere loro che ci aspettiamo una maggiore responsabilità, azione e trasparenza “.

 

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

 

La mossa fa parte di un più ampio boicottaggio di Facebook e Instagram organizzato dalla Anti-Defamation League, dalla NAACP e da altre organizzazioni impegnate nella campagna “Stop Hate For Profit”. Unilever e  Verizon sono  le due maggiori aziende che hanno deciso di partecipare al boicottaggio prima del coinvolgimento della Coca-Cola. La campagna Stop Hate For Profit è stata lanciata la scorsa settimana, a partire da noti marchi sportivi e di lifestyle all’aperto come The North Face e Patagonia. Da allora ha guadagnato molto successo con la principale società americane dopo aver raccolto il supporto del marchio di gelati Ben & Jerry e del distributore di film Magnolia Pictures. Venerdì, Honda ha annunciato che si unirà anche anch’essa alla campagna e a luglio interromperà la pubblicità su Facebook e Instagram.

 

Guida Guidaonline Bibite e Succhi Beverfood bevande analcoliche energy sport drink thè caffè freddi succhi nettari
GuidaOnline Bibite e Succhi Beverfood.com Bevande Analcoliche bibite mixology thè e caffè freddi energy sport drinks Succhi Nettari Bevande Frutta Funzionali Horeca Concentrati

 

Facebook non ha risposto immediatamente ad una richiesta di commento in merito alla decisione della Coca-Cola. Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha annunciato una serie di modifiche alle politiche che, sebbene non esplicitamente in risposta al boicottaggio, sembrano progettate per cercare di affrontare molte delle critiche che la compagnia ha affrontato di recente riguardo alla sua mancanza di moderazione di minacce violente, discorsi di odio e disinformazione pubblicati dal presidente Donald Trump e altri resoconti e pagine controverse.

 

Databank bevande bibite succhi acque Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Facebook, società maggiormente coinvolta in questa vicenda, ne ha risentito in borsa: le azioni sono diminuite dell’8,3% venerdì, e a fare i conti in tasca a Zuckerberg, il Ceo di Facebook è diventato per così dire “più povero” di 7,2 miliardi di dollari. Gli investimenti pubblicitari di Coca-Cola su Facebook superano i 20 milioni di dollari mentre quelli di Unilever superano i 40 milioni. Tuttavia, sebbene il boicottaggio stia creando un’ondata di cattiva stampa per Facebook e Instagram, è improbabile che anche i principali inserzionisti, che sospendono la spesa pubblicitaria per un mese, avranno un effetto sostanziale sui profitti di Facebook, poiché la maggior parte delle entrate pubblicitarie dell’azienda proviene da annunci di milioni di piccole e medie imprese. Ma al di là dell’effetto immediato sui conti dei social media, il danno di immagine resta grave.

Fonte:
www.coca-colacompany.com/media-center/statement-on-social-media

© Riproduzione riservata

caffepagato.com - Il tuo bar a portata di App - Ancora non sei affiliato?

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Acquista

Scrivi un commento

12 + quattordici =