Pinterest LinkedIn

© Riproduzione riservata

La svolta ecologica incassa una nuova spinta propulsiva, grazie all’impegno di uno dei brand più conosciuti e amati del mondo: Coca-Cola sbarca negli USA con un nuovo packaging e lancia una nuova tappa alla corsa verso la sostenibilità.

Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf
Annuario Bevitalia Bevande Analcoliche Beverfood.com acquista ora o scarica gratis il pdf

In estate arriverà in tutti gli Stati Uniti, per il momento è disponibile in alcuni stati pilota, come test: la nuova bottiglia di Coca-Cola interamente in plastica riciclata, da 40cl, è già sugli scaffali di Florida, California e le aree del Nord Est, incluse le varianti Coca-Cola Zero e Diet, e la Fanta, che fa parte del gruppo. Dal 2018, stando alle stime dell’azienda, l’uso di nuova plastica è stato ridotto del 20%, con un’emissione di diecimila tonnellate di gas serra in meno: “come se avessimo tolto dalla strada più di duemila auto, per un anno”.

La nuova bottiglia in rPET (etichetta e tappo esclusi) deve comunque sostenere il peso di una bevanda carbonata, che rischia di vedere la propria consistenza e il proprio sapore alterati da un cambio di materiale. “Il nuovo packaging è stato una sfida”, racconta a beveragedaily.com la general manager delle operazioni sostenibilità di Coca-Cola, Alpa Sautaria: “Ci sono voluti nove mesi per progettare una bottiglia che non solo conservasse il prodotto integro, ma soddisfacesse anche il consumatore dopo l’assaggio. Non ci saranno differenze rispetto al vecchio packaging”.

Uno degli aspetti più importanti ha riguardato l’effettività disponibilità di plastica riciclata, necessaria a una produzione in scala: “Abbiamo instaurato rapporti solidi con fornitori che ci procurino plastica pulita e idonea allo stoccaggio alimentare: e stiamo continuando a investire su sistemi di riciclaggio che permettano agli americani di smaltire le nostre bottiglie e le nostre lattine, che siano in casa, sul luogo di lavoro o in spazi pubblici. Quello stesso materiale verrà poi da noi raccolto per creare le nuove bottiglie”. Oltre all’obiettivo di totale economia circolare, incentivato dal nuovo messaggio “Recycle me again” (riciclami di nuovo) sull’etichetta, Coca-Cola ha modificato alcuni dettagli del nuovo contenitore, per garantire una migliore esperienza lontano da casa.

Per quanto il formato da 40cl sia il primo in totale rPET e coinvolga il prodotto iconico dell’azienda, Coca-Cola ha comunque deciso di tenere stretto riserbo sulla quantità di bottiglie in produzione, sulle aspettative di ritorno dallo specifico segmento e su ulteriori dettagli, che sono invece attesi in estate dopo il lancio definitivo su tutto il territorio nazionale. Il prezzo della nuova bottiglia da 40cl rimane in linea con il resto dei prodotti, 1.99$ a unità.

Le soluzioni rPET al momento ammontano al 10% del packaging totale di Coca-Cola, pur dipendendo dal mercato (in alcune regioni degli USA si arriva fino al 25%). Il 100% rPET è già utilizzato in Olanda e Norvegia, mentre la versione al 50% è quella disponibile in Gran Bretagna. Sono diciotto i mercati del mondo in cui Coca-Cola implementa il 100% rPET, con l’obiettivo di incrementare a ritmi elevati entro cinque anni.

© Riproduzione riservata

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)