Carlo Carnevale
| Categoria Notizie Distillati, Liquori | 800 letture

Gin al caviale: la creazione di uno stellato inglese

Stelle Michelin Creazione Portobello Road Gin Slingsby Gin Gin Stellato Guida Michelin Abbinamento Distillati E Cibo Inglese Consumi Distillati Distillati Caviale

Stellato Slingsby Gin Abbinamento Distillati E Cibo Inglese Distillati Consumi Distillati Gin Guida Michelin Caviale Stelle Michelin Portobello Road Gin Creazione

A cura di

© Riproduzione riservata

Venghino, i sofisticati e gli imbellettati venghino. Avete presente quando proprio vi assale quella voglia di champagne e ostriche, che proprio non ce la fate più? Neanche noi. Ma ci sono buone notizie: grazie a una distilleria e a un ristorante britannici, potrete assaggiare il primo gin infuso al caviale, per quelle sere in cui il vostro mood sarà un po’ più pretenzioso e, diciamocelo francamente, magari il vostro portafogli non avrà le stesse idee.

I creatori del capolavoro sono Slingsby Gin, dal 2015 orgogliosa distilleria dello Yorkshire, e il ristorante The Man Behind The Curtain, di Leeds, che già da solo potrebbe essere sufficiente a far notizia, stante il suo particolare approccio al cibo: una stella Michelin, piatti d’avanguardia e uno spirito artistoide fanno di questo enorme open space tappezzato di tele un punto di pellegrinaggio per gli sperimentatori del lifestyle sin dall’apertura. Lo chef è Michael O’Hare, e tra le proposte più famose c’è il sandwich con animelle di vitello (uhm). Il gin viene creato da Slingsby ad Harrogate, con botaniche tradizionali che macerano insieme ai meno usuali caviale Exmoor (!) e plancton (!!).

The Man Behind The Courtain – Leeds

“È stato divertente lavorare con Slingsby” ha detto lo chef, “avevano già un prodotto di qualità eccellente ed è stato bello poterci mettere una nostra firma. Non vedo l’ora che i clienti lo assaggino”. Anche la proprietà di Slingsby, l’azienda Spirits of Harrogate, si è dimostrata entusiasta nelle parole di Mike Carthy: “Siamo da sempre grandi fan della creatività e del menu eccentrico di Michael, siamo stati onorati nel chiedergli di collaborare con noi. Lavorare con sapori così forti è stato particolare, e siamo orgogliosi del risultato finale”.

Non è il primo esperimento simile, in termini di distillazione che coinvolga del cibo: nel 2017 il gin londinese Portobello Road aveva messo in commercio il Pachuga Gin, distillato con petto di tacchino. “Saporito, unico e deliziosamente sfacciato”, il gin al caviale viene descritto così dalla carta del ristorante, che lo propone con Lillet Blanc per un deciso twist sul Martini, con Vichy Catalan per un gin&tonic mai visto prima, o addirittura come accompagnamento per un semifreddo al limone. Prezzo a bottiglia, peraltro in offerta limitata dato l’esiguo numero di pezzi disponibili, e in netto contrasto con le nostre e vostre idee del principio: 100 pounds, qualche spicciolo meno di 120 euro.

© Riproduzione riservata

+ COMMENTI (0)

Nino Negri 5 Stelle Sfursat - Sforzato di Valtellina

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Slingsby Gin Caviale Stelle Michelin Guida Michelin Portobello Road Gin Distillati Consumi Distillati Gin Creazione Abbinamento Distillati E Cibo Inglese Stellato

ARTICOLI COLLEGATI:

International Spirits Challenge 2019: vince il gin No.3 come miglior distillato al mondo

International Spirits Challenge 2019: vince il gin No.3 come miglior distillato al mondo

16/07/2019 - Per la quarta volta, il gin No.3 è stato incoronato “Miglior Gin al mondo” all’International Spirits Challenge. Il No.3, creato da Berry Bors. & Rudd, diventa anche p...

“Nokishita 711”: l’oasi del gin di Kyoto dove il prezzo del cocktail lo decidi tu!

“Nokishita 711”: l’oasi del gin di Kyoto dove il prezzo del cocktail lo decidi tu!

03/07/2019 - Metti una sera estiva a Kyoto, nel labirintico quanto suggestivo quartiere di Gion, alla ricerca di un drink rinfrescante e appagante. Qual è la soluzione? Una e una sola...

San Domenico Imola, due stelle Michelin per due tesori da custodire

San Domenico Imola, due stelle Michelin per due tesori da custodire

02/07/2019 - In una terra che racconta tradizioni e porta avanti usi e costumi secolari, c'è da viaggiare a lungo e ovunque per poter avere un assaggio di ogni dettaglio. L'Italia è u...

GiuliaN Gin Adalet: un Gin senza pregiudizi

GiuliaN Gin Adalet: un Gin senza pregiudizi

02/07/2019 - Un gin controverso, proibito, ma dannatamente attraente, proprio come colui che l’ha voluto: Fabrizio Corona. “Dopo vari tentativi mi sono rivolto a ZANIN 1895, un’aziend...

Il Luogo di Aimo e Nadia: viaggio nella semantica della cucina italiana che diventa brand

Il Luogo di Aimo e Nadia: viaggio nella semantica della cucina italiana che diventa brand

28/06/2019 - Cos’è un luogo? La definizione si potrebbe accostare in diversi ambiti. Se pensiamo alle coordinate della ristorazione, Il Luogo per eccellenza è quello di Aimo e Nadia. ...

Collet, lo champagne al fianco del miglior ristorante del mondo

Collet, lo champagne al fianco del miglior ristorante del mondo

26/06/2019 - Dietro ogni successo di rilievo, per qualsiasi realtà, si celano elementi che sostengono, promuovono e accompagnano i protagonisti. Siano essi staff, idee, partner. È il ...

World’s 50 Best Restaurants: a Mauro Colagreco l’eredità di Bottura

World’s 50 Best Restaurants: a Mauro Colagreco l’eredità di Bottura

26/06/2019 - And the Award goes to... Lo scettro di Massimo Bottura, che con la sua Osteria Francescana era stato insignito del titolo di miglior ristorante del mondo nel 2016 e 2018,...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

3 × tre =