Pinterest LinkedIn

La Distilleria più storica del Nord-Ovest sul podio con Gaia Mazzetti e Segni

Il 2020 si era aperto con l’inserimento dell’azienda fra le “100 Eccellenze Italiane 2020” selezionate dalla prestigiosa ed autorevole rivista Forbes Italia per “Il successo di una realtà a conduzione familiare, che non ha sbagliato un colpo.” E oggi, con il count-down verso il Natale, si festeggia con l’arrivo delle tante novità rivolte alla regalistica 100% made in Italy e con due nuovi premi attribuiti a Mazzetti d’Altavilla dalla celebre Guida Bibenda. I “5 Grappoli 2021”, massimo riconoscimento attribuito ai distillati che concorrono alla selezione targata Bibenda, sono quest’anno assegnati a ben due Riserve di punta della “Casa della Grappa” situata nel cuore del Monferrato: Segni e Gaia Mazzetti.

La prima rappresenta un unicum nel suo genere diventando pura poesia per i sensi grazie ad un lungo soggiorno (cinque anni in totale) di questo blend di vitigni rossi piemontesi in ben sei botticelle di essenze lignee diverse (Rovere, Castagno, Frassino, Ciliegio, Gelso e Ginepro) e di capacità differenti per “concentrare” sempre più nelle sue gocce una strepitosa complessità di profumi e aromi.

Gaia Mazzetti è invece il “must have” degli amanti dell’aromaticità: in questo blend, grazie alla prevalenza del vitigno Moscato accompagnato dal Cortese, emerge una grappa da meditazione lungamente stagionata in piccoli carati e sorprendentemente morbida.

Due distillati che certamente accompagneranno i momenti sereni in famiglia delle prossime Festività prestandosi a degustazioni consapevoli e attente e anche a curiosi “pairing” sensoriali, primo fra tutti quello con il cioccolato extra-fondente.

“Una piacevole notizia – commentano Chiara, Silvia ed Elisa Belvedere Mazzetti i cui volti sono stati selezionati per la copertina di dicembre dalla rivista Luxury Food & Beverage – che infonde coraggio in questo 2020 nel quale il mondo Mazzetti non si è affatto fermato effettuando ad esempio il restyling delle Grappe della “Collezione”, il lancio della nuova linea “Radici” dedicata alle grappe di territorio, derivanti da vitigni autoctoni e a produzione limitata, l’apertura del quarto Grappa Store a Casale Monferrato. E non è tutto: altre novità in arrivo proprio in questo finale d’anno… e innovativi progetti stanno giungendo a compimento anche sul fronte della sostenibilità ambientale.” E nel frattempo si avvia a conclusione anche l’anno di valutazione dei distillati presso le varie competizioni nazionali e internazionali: in attesa degli ultimi responsi il pallottoliere di Mazzetti d’Altavilla incorona un anno record di riconoscimenti ottenuti all’Alambicco d’Oro (Medaglia Best Gold alla 7.0 e Gold al Brandy 35 Anni), al concorso tedesco ISW (Medaglia Gold a Segni, 7.0 e Amaro Gentile), a The WineHunter Award del Merano Wine Festival (Riconoscimento Rosso per Ardita, 1786, Riserva 18.46, Amaro Forte, Grappa di Ruchè giovane; Riconoscimento Gold per 7.0, Gin e 1789 ed infine Riconoscimento Gold con candidatura a Platinum per Riserva Segni), ai quali si aggiunge il recente Excellence Spirit Award 2020 all’Amaro Gentile al Roma Bar Show.

Info: www.mazzetti.it

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Scrivi un commento

15 + otto =