Pinterest LinkedIn

Domenica 31 gennaio a partire dalle ore 10 a Villa Romanazzi Carducci alcuni tra i maggiori esperti nazionali del settore hanno celebrato questa specialità complessa ed al tempo stesso straordinaria – la cui produzione mondiale, stimata sui 24,3 milioni di ettolitri, è cresciuta del 10% tra il 2013 e il 2014 (fonte OIV) – nel seminario “Il successo dei vini rosati e aggiornamenti tecnologici”.

vini-rosati-bottiglie

L’iniziativa del Concorso, realizzato in partenariato con Accademia italiana della vite e del vino, Assoenologi e Unioncamere Puglia, ha fornito a produttori, enologi e appassionati uno spaccato del fenomeno ‘rosato’ da diverse angolature: dopo la presentazione dei dati di produzione e consumo a livello nazionale e internazionale forniti dall’OIV (Organizzazione internazionale della vigna e del vino) si sono passate in rassegna le nuove tecnologie, gli aromi, la microbiologia, l’analisi sensoriale e il marketing dei vini rosati. Dopo l’apertura dei lavori della dirigente Sezione alimentazione dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e risorse agroalimentari Rosa Fiore, statistiche, testimonianze e interventi scientifici sono state a cura del presidente dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino Antonio Calò e del consigliere dell’Accademia Angelo Costacurta, del delegato O.I.V. per la Spagna Pablo Ossorio e dei docenti Rocco Di Stefano, Angela Capece, Vincenzo Gerbi e Davide Gaeta, rispettivamente delle Università di Palermo, Potenza, Torino e Verona. Ha concluso i lavori l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Leonardo di Gioia.

Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice
Annuari Distribuzione Alimentare Catering Ingrosso Alimentare Italia Europa Agra Editrice

“Il confronto con massimi esperti del settore – spiega l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia – ha dato l’opportunità ai produttori che sono intervenuti di apprendere nuove tecnologie produttive e di conoscere meglio le peculiarità dei principali mercati esteri. L’obiettivo è rendere il rosato italiano, e soprattutto pugliese, sempre più apprezzato e competitivo sui mercati internazionali. D’altronde il concorso 2015 ha confermato il rosato prodotto di qualità, da Nord a Sud del nostro Paese. Oltre alle numerose medaglie conquistate anche quest’anno da Puglia e Veneto, sono state premiate per la prima volta aziende di Sicilia e Calabria per un totale di otto regioni. Un risultato che conferma la qualità del rosato italiano su cui continuare a investire”.

Il IV Concorso Nazionale dei Vini Rosati d’Italia è un’attività del progetto “Apulia Felix in masseria – Il Tratturo dell’olio e del Rosato”, una delle due proposte con cui la Regione Puglia partecipa all’iniziativa “Expo e Territori”, l’intervento dedicato alla scoperta delle eccellenze agroalimentari italiane, coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche di Coesione.

FONTE: www.pugliain.net/24108-2/

Banchedati excel csv contatti email aziende beverage e food

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Scrivi un commento

2 + 13 =