Pinterest LinkedIn

Omologare le modalità di accertamento delle accise a carico dei microbirrifici e attivare una collaborazione stretta con l’Agenzia delle Dogane. La risposta dei rappresentanti delle Commissioni parlamentari nonché dell’Ufficio Fiscale di CNA ad un centinaio di produttori italiani di birra artigianale intervenuti oggi al Convegno promosso da UNIONBIRRAI Accise, yes we change! Le nuove proposte normative a tutela della competitività dei microbirrifici italiani, non si è fatta attendere. Ora però, sottolinea l’On. Chiara Gagnarli Commissione Agricoltura Camera, “si tratta di capire quali sono i tempi per un’effettiva azione risolutiva del problema”.

Databank Birrifici Birra Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web Aziende Produttori
Guidaonline Microbirrifici 2020 scarica gratis il pdf

Cambiare dunque non solo è possibile, ma doveroso, a fronte di un fenomeno, quello della crescita esponenziale di microbirrifici in Italia, che impone di proporre tariffe più agevolate, come da Direttiva Europea, la 92/83/CEE che già viene applicata da anni nel 75% dei paesi aderenti. “La strada – interviene l’On. Marco Di Maio Commissione Finanze – potrebbe essere quella di incorporare la proposta normativa in un altro disegno di legge in materia. Rimane come priorità un incontro con l’Agenzia della Dogane per ottenere un’azione uniforme”.

Nodo importante il misuratore fiscale, lo strumento che accerta il carico di imposta e che Italia non solo è caro ma anche difficile a reperirsi. Punta su questo l’On. Marco Donati Commissione Attività Produttive. “Lo abbiamo chiesto noi pensando che venisse messo nella fase di imbottigliamento e non del mosto come invece ha imposto l’Agenzia delle Dogane. Questo ha portato ad una tassazione preventiva che non tiene conto dei normali scarti di produzione”. “Dobbiamo intervenire per ottenere una norma più chiara che individui, con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, un metodo uniforme di accertamento che consenta ai microbirrifici di pensare solo alla produzione di birra e niente di più. Devono sparire, come era già stato promesso, i registri e altri elementi validi a distrarre i produttori dal loro processo produttivo”.Soddisfatti dell’incontro i rappresentanti del Gruppo Accise di UB. “Il mondo dei birrai oggi ha dato dimostrazione di coesione, serietà e volontà di voler fare, stiamo guardando a quello che succederà tra qualche anno”. Così Alessio Selvaggio che aggiunge “stiamo chiedendo al Governo quei gradi di libertà che ci consentano di operare al pari dei colleghi europei, soprattutto visto il clima di depressione generale. Oggi stiamo facendo ottimi numeri e il Governo deve dare ‘il La’ ad un settore che ha forti potenzialità tutte da scoprire”.

+info: Ufficio Stampa: studiosalvatocabras@gmail.com

Tu cosa ne pensi? Scrivi un commento (0)

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter


Annuario Birra Birritalia beverfood

Scrivi un commento

3 × due =