Moreno
| Categoria Notizie Vino | 810 letture

“Il mistero giallo” dell’export in Asia. Calano i volumi esportati, trend da valutare a lungo termine

(da sx): il presidente Alleanza cooperative Agroalimentari Giorgio Mercuri, il premier Giuseppe Conte, il presidente di Confcooperative Maurizio Gardini.
(da sx): il presidente Alleanza cooperative Agroalimentari Giorgio Mercuri, il premier Giuseppe Conte, il presidente di Confcooperative Maurizio Gardini.

Export Vini Mistero Esportati Vini Italia Valutare Giallo Calano Asia Vendite Vini Volumi Export Termine Trend Calo Vendite

La Cina sembrava il nuovo Eldorado, ma quest’anno dopo la crescita a due cifre dello scorso anno, si è registrata una battuta d’arresto. Non crescono neanche le vendite di vini in Giappone, ma ci sono buone prospettive legate all’azzeramento dei dazi previsto dall’accordo di libero scambio sottoscritto con l’Europa.

 

 

“Per anni abbiamo commesso l’ingenuità di guardare alla Cina come al nuovo Eldorado del vino italiano, sbilanciandoci con eccessivo ottimismo su previsioni di una crescita esponenziale delle vendite del vino italiano in tutto il continente asiatico. In realtà il consuntivo dell’anno appena concluso parla di vendite dei vini italiani in calo del 2,4% in valore e del 12% in volumi, con una contrazione dai 3,7 milioni di ettolitri dello scorso anno ai 3,3 registrati nel 2018”. È questo il commento di Alleanza Cooperative Agroalimentari analizzando i dati Istat sul quadro dell’export vitivinicolo italiano nei principali paesi asiatici.

 

Databank Database Case Vinicole Cantine Dati Excel xls csv tabella campi indirizzo email sito web

 

Lo scorso anno le vendite in Cina avevano registrato una crescita a due cifre: +28,7% di incremento in valore e +25,9% in volume (2017/2016). Come va letto allora il calo del 2018? “Un cambiamento di passo che appare a tutti gli effetti come un mistero giallo”, esordisce la coordinatrice Vino dell’Alleanza Ruenza Santandrea. “La verità è che non bisogna commettere l’errore di fare letture affrettate. In generale bisogna guardare a tutto il continente asiatico in un’ottica di medio e lungo periodo – ammonisce Santandrea – senza aspettarsi che nell’arco di pochi mesi o anni il mercato asiatico, che pure presenta grandi potenzialità di crescita specie in paesi come Mongolia, Vietnam e Nepal, riesca a sostituire del tutto altri mercati consolidati”. Lo stesso export in Giappone presenta luci ed ombre. È un mercato che non sta crescendo come ci si aspettava: nel 2018 c’è stato un leggero calo di vendite in volume (-0,7%), dovuto in parte al fatto che i vini italiani non vengono più venduti con altissime marginalità, dal momento che i consumatori giapponesi tendono ad acquistare tipologie di prodotti nelle fasce medio-basse di prezzo. Tuttavia, “l’accordo di libero scambio firmato dall’Europa con il Giappone, che azzererà totalmente i dazi per i vini europei – conclude Santandrea – è un indubbio beneficio che potrebbe portare presto ad un reale aumento delle vendite”.

 

+info: fiordellisi.a@confcooperative.it

+ COMMENTI (0)

Founders All Day IPA Session Ale - Birra distribuita da Brewrise

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter

Esportati Vini Italia Trend Vendite Vini Export Export Vini Valutare Termine Volumi Asia Mistero Calo Vendite Calano Giallo


ARTICOLI COLLEGATI:

Export italiano vino: bene il primo trimestre ma non soddisfatte le aspettative

Export italiano vino: bene il primo trimestre ma non soddisfatte le aspettative

08/07/2019 - Dopo la battuta d’arresto del 2018 torna a crescere, l’export in volume di vino. Nei primi tre mesi del 2019, secondo elaborazioni Ismea su dati Istat, sono stati consegn...

Grande Cuvée Alma Non Dosato di Bellavista, una storia che si racconta da sola

Grande Cuvée Alma Non Dosato di Bellavista, una storia che si racconta da sola

03/07/2019 - Come può un'azienda al top del settore continuare a raccontarsi e innovarsi, trovando nuove soluzioni e nuove idee? C'è da intuire una chiave diversa a ogni giro di giost...

Wine Monitor : i vini rossi toscani Dop leader nel mercato europeo

Wine Monitor : i vini rossi toscani Dop leader nel mercato europeo

18/06/2019 - Vini rossi Dop della Toscana leader nel mercato europeo. Un valore complessivo delle esportazioni nel 2018 pari a 518,6 milioni di euro, contro i 273,7 del Veneto e i 242...

I vincitori del Concours Mondial de Bruxelles e Concours Mondial du Sauvignon

I vincitori del Concours Mondial de Bruxelles e Concours Mondial du Sauvignon

18/06/2019 - E’ stato un omaggio alla qualità del vino italiano quello che si è tenuto nella suggestiva terrazza di Palazzo Generali a Roma, trasformata in una passerella d’eccezione ...

Osservatorio Federvini Wine & Spirits: i punti chiave del settore

Osservatorio Federvini Wine & Spirits: i punti chiave del settore

12/06/2019 - In occasione dell’ultima Assemblea Annuale Federvini è stato lanciato il nuovo Osservatorio Federvini Wine & Spirits, un ‘think tank’ in grado di monitorare l’evoluzi...

Osservatorio del Vino UIV: in positivo l’export italiano nel primo trimestre 2019

Osservatorio del Vino UIV: in positivo l’export italiano nel primo trimestre 2019

21/05/2019 - L’Osservatorio del Vino di Unione Italiana Vini rilascia i dati definitivi sull’import mondiale di vino italiano registrati nel primo trimestre del 2019. Dal bilancio tra...

Perlino a Vinitaly: focus sull’export nei mercati mondiali con l’Asti Spumante

Perlino a Vinitaly: focus sull’export nei mercati mondiali con l’Asti Spumante

15/04/2019 - Perlino, realtà storica fondata nel 1905 attiva nel settore spumanti e vermouth, di recente con una sinergia con Dilmoor si è affacciata anche al comparto degli spirits. ...

Aggiungi un commento

Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.
Se il commenti appena inviati non appaiono subito, si prega di aggiornare la pagina (tasto F5) per eliminare la precedente cache salvata della pagina.

14 − 13 =